Batmancito [Ep.#10] – Il mio nome è nessuno

Ritorna la storia del Batmancito del buon redbavon. Questa volta ci sono anche io e NO, potete tirare un sospiro di sollievo, non ticchetto niente con la mia tastiera! Potete leggere e mettere il cuore in pace, non ci sono deliri miei, solo le belle parole dell’Oste.

Pictures of You

Ulisse contro Poliphemaya (by RedBavon)

Segue da Ep.#9. Come together

Ade entra con incedere quasi marziale e un grande sorriso sornione stampato in viso.
Indossa una maglietta rossa su cui campeggiano quattro grandi lettere di colore giallo “C.C.C.P.” e una piccola falce incrociata a un martello appena sopra la scritta all’altezza del suo centro. Si blocca a metà strada tra l’entrata e il nostro tavolo, si guarda intorno, solleva con una mano il berretto verde militare alla Castro, con l’altra si gratta la testa rasata, poi si gratta la barba di tre centimetri abbondanti che sporge dal mento ed esclama:

“Oh bischeri! Che si mangia?”

View original post 1.370 altre parole

Annunci

Non essendo stato votato miglior blog dell’anno, parlo di musica

Anche quest'anno non sono diventato il blog più bello dell'anno. Strano. E sì che ci tengo così tanto da essere piacione e ruffiano. Dovrò migliorare con il 2016. Non essendo interessato a fare un sunto del 2015 e sicuramente non faccio proclami per l'anno prossimo, le mie opportunità di scrittura diminuiscono. Di cosa scrivo? Non …

Leggi tutto Non essendo stato votato miglior blog dell’anno, parlo di musica

School of Rock – Black Sabbath (The Ozzy Era)

Come si può descrivere la storia di una delle band più longeve e prolifiche dagli anni 60 ad oggi? Come si fa a non lasciarsi sopraffare dal rispetto, dall'ammirazione, dal peso storico e riportare i fatti come sono? Dati puri e semplici, anche in maniera critica visto che questo, seppur difficile, è il compito di …

Leggi tutto School of Rock – Black Sabbath (The Ozzy Era)

Ieri notte ho sognato un bagno di sangue in paradiso

Non posso sbagliarmi: sono seduto su un trono di legno e pelle. Sguardo fisso, verso la paura o verso l'orizzonte. Sarà una lunga notte. Qualcosa che cambierà per sempre. Il Capro e la Morte sono sopra la mia testa, un monito feroce alla caducità umana ed alla condizione quando spirerà. Sofferenza eterna. Dolore. Ed io …

Leggi tutto Ieri notte ho sognato un bagno di sangue in paradiso