L’annuncio dei Grandi Antichi

Dopo millenni di torpore, i Grandi Antichi si sono risvegliati e, consapevoli delle potenzialità che questo mondo ha da offrire, hanno deciso di tendere un’appendice non meglio identificata verso i comuni mortali che potrebbero voler condividere l’orrore e la follia che i mondi di dimensioni impossibili celano. Mondi in realtà dietro l’angolo, che solo i …

Leggi tutto L’annuncio dei Grandi Antichi

Memorie senza tempo

I Grandi Antichi sono tornati!
Dopo un periodo di non-sonno, sono si nuovo fra di noi. Incominciate a pregare per la vostra anima, stolti umani. Pregate per la vostra anima.

Al Di Là Del Muro Del Sogno

Ricordo. Qualcosa ora ricordo.
Il buio, il silenzio e poi i canti, quei terribili canti. Una nenia insopportabile, senza fine. Il ritmo ossessivo e sincopato, i tamburi che rimbombavano nel sottosuolo, il ticchettio sordo delle ossa che, freneticamente, seguiva quell’oscena musica aliena che pervadeva l’aria.
Il fuoco! Le fiamme! Il sangue!

***

Ho barlumi sparsi, lampi di memoria sbiaditi. Non riesco ancora a ricordare tutto, alcune parti sono un vuoto senza fine, un’assoluta mancanza di luce e di tempo.
Ricordo il signor Graves, i suoi modi distinti e garbati nonostante la paura.
Sento ancora nelle orecchie la sua voce cordiale, priva di accenti, mentre mi chiede se sono il dottor Charles Devine, ricercatore della Miskatonic University, nonché studioso della civiltà sumera.
Lo ascoltai, mi raccontò la sua storia di spettri, o divinità, non sapeva dirmi con precisione, che perseguitavano la sua vita per mano di una banda di folli sanguinari…

View original post 1.261 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#10 [by Tati, Zeus e RedBavon]

Vi eravamo mancati? Credo proprio di sì. Una storia non finita lascia quella strana sensazione di prurito che non riesci a toglierti in nessuna maniera.
Nuovo capitolo di questo Noir al gusto di tacos e, ve lo posso assicurare, non sazierà la vostra fame.

Pictures of You

Per alcuni speranze che svaniscono come ricordi sfuggenti, per altri solo una battuta d’arresto e ora dritti per la loro via. Strade che si separano…No, che avete capito? Tati,Zeus e RedBavon restano uniti e continuano imperterriti nella loro missione messicana, che con il caldo di questi giorni rende anche l’atmosfera infuocata per davvero.

Segue da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#9

Moderato ma non troppo

Preso a scappellotti dall’Oste e dal Cocalero, Marcelo Diaz rimane titubante sul da farsi. Le mani pendono al lato del corpo prima di prendere vita e portare un sigaro, intonso, alle labbra.El Cocalero aveva le sue buone ragioni, c’era da ammetterlo, e l’Oste non gli era mai sembrato colpevole in toto, ma… C’è quel dannato “ma”.
Chi non ha timore, non si scatena così.
Chi è innocente, non diventa una furia.
Chi è spaventato, però, lo diventa.

View original post 1.884 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#9 [by Siviatico feat. RedBavon]

Prima erano due personaggi: l’Oste e Narciso. Poi sono arrivate le collaborazioni. Poi è arrivata questa enorme idra di storia con 6 personaggi e altri che arriveranno…
Adesso… adesso silviatico aggiunge ancora qualcuno: El Cocalero.
Devo aggiungeere altro?
Leggere signore e signori. Leggere.

Pictures of You

A El BaVón Rojo ho il piacere di riaccogliere Silviatico, compadre de viaje in Mexico, anche se fatto in momenti diversi della nostra vita, ci siamo ritrovati a percorrere le stesse strade grazie a InFernet. Il racconto di Silviatico si inserisce in questo noir in salsa guacamole y habanero presentando un personaggio che ho trovato fantastico. Anche qui all’opera quattro mani: Silviatico ha scritto tutta la storia e creato il personaggio, RedBavon ha solo raccordato il tutto al più ampio e contorto quadro generale. Con questo “cameo” ci siamo divertiti molto e spero altrettanto voi. A El BaVón Rojo nulla è come appare. La vida te da sorpresas, sorpresas te da la vida” ¡ay, Dios!”

Segue da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#8

El Cocalero

Al Districto Federal di Mexico gli avevano appioppato il nomignolo di “Cocalero”.

Nulla a che vedere con le piante incriminate e…

View original post 1.582 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#8 [by Tati, Zeus e RedBavon]

Seconda parte dell’epico confronto Federales vs. il duo nano, Tati e l’Oste.
Come finirà?

Pictures of You

‘Al perro que duerme ¡no lo despiertes!’ così iniziava l’episodio precedente. Ciò che il vecchio adagio raccomanda quando il cane dorme, vale anche per il nostro Oste, che  finora se n’è stato buono buono, dalle sue parti si direbbe ‘sott’a botta impressiuonato’. L’atmosfera si è riscaldata ben oltre le già insopportabilmente alte temperature medie del Tropico del Cancro. I due federales tireranno fuori il ‘ferro’? Hands up don’t shoot. Noi tre, Tati,Zeus e RedBavon, non abbiamo alzato le mani, anzi…Auspichiamo che il magnanimo lettore non ci spari. Almeno questa volta.

Segue da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#7

Oste la victoria siempre!

Cesar, capelli spettinati e camicia sporca, si sente, per la prima volta, in posizione d’inferiorità.

Ego e Narciso sembrano due molle, il sergente ha commesso il grave errore di minacciare Tati, ormai sono saldamente ancorati alle sue gambe. Essere di bassa statura ha dei vantaggi: Cesar…

View original post 1.771 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#7 [by Tati, Zeus e RedBavon]

C’è la Tati, L’Oste e il Cattivo (l’Ispettore). La trama non è da Sergio Leone, ma da Black Dahlia in salsa messicana.
Gustatevi questa NUOVA piccante portata della taverna più noir del Messico.

Pictures of You

La situazione per l’Oste diventa sempre più rognosa. L’ispettore e il sergente sono due iene che girano in circolo intorno ai compadres de El BaVón Rojo. E il cerchio si stringe sempre di più. L’ennesimo sacrificio della madrelingua da parte di Tati,Zeus e RedBavon questa volta per una giusta causa: giustizia per un omicidio?

Segue da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#6

Al perro que duerme ¡no lo despiertes!

Mentre le ultime sillabe dell’Oste rimbalzano fra le due “O” dell’ossigeno, l’ispettore Diaz soppesa il cuore dell’uomo che ha di fronte. Ci sono punti oscuri, dubbi e incongruenze. Ma la vita è un’incongruenza che funziona finché non si muore.

L’ispettore si alza dal posto irrequieto, passeggia intorno alla figura curva dell’Oste mormorando qualcosa di indistinguibile. Potrebbe essere “cabrón” ma le parole filtrano confuse fra le labbra serrate del poliziotto.

Marcelo si tasta il petto sperando di trovare i sigari…

View original post 2.061 altre parole