Music Wizard (202)

A causa dei tempi sempre più stretti e delle idee sempre più confuse, questi Music Wizard li riduco al minimo. In questi giorni mi sto rincoglionendo di In Flames e neanche tutta la discografia degli In Flames, solo due CD fondamentali: The Jester Race Whoracle Questi sono LP che funzionano alla grande e, vi assicuro, …

Music Wizard (201)

Variazione sul tema ricorrente: aspettare il futuro senza nessuna anticipazione. Le giornate in ufficio sono scandite da un solo mantra: cosa succede(rà)? Le risposte, parziali, arriveranno solo nei prossimi mesi, anche se alcune prime avvisaglie di futuro le avremo a partire da questo pomeriggio. Questo è il polso della situazione. E, vi posso assicurare, che …

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#6 [by Tati, Zeus e RedBavon]

Prima Tati, adesso l’Oste.
L’interrogatorio continua…

Pictures of You

“Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto” così faceva dire Sergio Leone a Ramón Rojo rivolto a Joe in Per un pugno di dollari. Il problema qui è che l’Oste al massimo spara a mitraglia parole, non ha un fucile, mentre l’Ispettore la pistola ce l’ha! 

 Il cerchio si stringe intorno all’Oste con lo zampino dei Tre dell’Ave Maria de Nuestra Señora de Guadalupe, Reina de Mexico, Emperatriz de America: Tati,Zeus e RedBavon. Ammén.

Segue da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#5

Oste, non ti accadrà nulla di male

Prima di quella sera, le strade di Diaz e dell’Oste si erano incrociate un paio di volte. Niente di particolare o da essere segnato nei registri dei cattivi.
Il problema è che Diaz, sospettoso, si trovava a disagio di fronte all’Oste e alla sua masnada di ospiti…

View original post 2.721 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#5 [by Tati, Zeus e RedBavon]

Cosa pensavate? Che avessimo finito di stupirvi? Che ci saremmo limitati alla classica storia?!
No, cari miei. No, no, no (ditelo come la cameriera messicana dei Griffin).

Qua c’è l’evoluzione della storia a 6 mani, una collaborazione così stretta che non si sa dove inizia la mano di uno e finisce quella dell’altro…e, citando Faber: dove finisce la mano dell’altro e inizia la tastiera.

Pictures of You

Graffiti sul muro di una stazione di Policia Federal a Oaxaca, Messico.
Foto: CIPO/RFM archives – https://intercontinentalcry.org

Sapete cosa odio di più? Odio sentirmi pronunciare questa frase “io ve l’avevo detto”. Io ve l’avevo detto:“Se poi si aggiungono Tati e Zeus, le cose non possono che andare…a ramengo.”. Eccone la prova.

Continua da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#4

La verdad?

Non sono passati neanche cinque minuti dall’uscita di scena di Cesar che l’ispettore Diaz, irrequieto nei vestiti pruriginosi, tira fuori il cellulare e compone velocemente il numero del suo compare.

A Marcelo Alejandro Diaz, ispettore, era venuta un’idea.

Qualche squillo a vuoto ed ecco che finalmente Cesar risponde. La conversazione è breve, poco più di uno scambio di battute, e poi finisce. Neanche un minuto dopo, la figura di Cesar è di nuovo fuori dal locale.

View original post 1.992 altre parole

Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#4 [by Tati, Zeus e RedBavon]

Avevamo, nell’ordine, tre scribacchini e ben sei personaggi sulla graticola, una storia sempre più complessa… e adesso cosa facciamo? Introduciamo un nuovo personaggio fondamentale, il dottore.
Noi, nell’abbondanza e nel casino, ci sguazziamo come delfini nell’oceano.

Stay tuned, qua la faccenda si fa MUY pericolosa.

Pictures of You

Da onesta taverna affacciata sul mare e nulla più a luogo di un efferato omicidio non è esattamente il salto di qualità che ci si aspettasse, anche se a gestirla è quella strana coppia dell’Oste e il nanerottolo. Se poi si aggiungono Tati e Zeus, le cose non possono che andare…a ramengo. Il che non significa che non sia un bene.

Continua da Pulizie a El BaVón Rojo Ep.#3

Blue Blood

Poco dopo l’arrivo dei due federales, sopraggiunge a El BaVón Rojo il medico legale, cioè il più anziano tra gli unici due dottori che si prendono cura dei malanni e acciacchi di tutti gli abitanti di questo villaggio stretto tra il mare e la palude infilate nel culo del Quintana Roo.

Feliz Gutierrez è un ometto corpacciuto, alto un metro e sessanta-sessantacinque, quasi del tutto calvo, ai lati resistono capelli neri come pece con qualche rara traccia…

View original post 1.935 altre parole

Mettere via i fazzoletti non significa piegare il Tempo a tuo favore.

Sono giorni in cui non ho una beneamata voglia di fare un ca**o. Scusate, volevo scrivere un *azz*. Vorrei solo mettermi su una panchina e incominciare a dormire. E il tutto con un weekend lungo alle porte. Questo maggio è stato lungo, più lungo di tanti altri mesi lunghi. Nessun ponte per poter staccare la …