Sarebbe un blog award, ma lo sfrutto per dare un segno di vita.

Non scrivo più.
Falso. Riformulo. Non scrivo più qua. Io e il blog ci siamo separati dicendoci “rimaniamo amici”, “è colpa mia”, “so che potrei darti di più, ma…”. In fin dei conti la vita è fatta così. Un giorno di pigli bene e quello successivo non c’è più niente da fare, la festa è finita, raccogliete i coriandoli e passate oltre che arriva il servizio di pulizia.
Leggo ancora, commento anche, ma scrivere, scrivere no. Perché le idee sono rare e, in questo momento preciso (dicembre 2018), sono tutte concentrate sulle mille cose che avrò da fare nel 2019. Sono proiettato avanti, sono oltre e questo mi fa perdere contatto con il presente. Quindi niente scrittura, niente frizzi e lazzi, ma tutti concentrati su quello che arriverà.
E sì che questo 2018, fra alti e bassi, non è stato un anno negativo, anzi. I bassi, e ce ne sono stati, sono stati compensati da alcuni alti notevoli, quindi direi che siamo in pareggio.

Ma passiamo oltre e vediamo cosa dice il sempre prodigo di storie e parole redbavon.
Undici domande, undici risposte.

1 – Destination Anywhere (The Commitments)
Dove andrei? Al momento non lo so. Tutti hanno mete straniere, grandi posti dove andare, io non riesco a pensare a niente oltre a… Boh. Ho il navigatore bloccato. Penso che è questo il motivo per cui non scrivo: senza la fantasia di muoversi fisicamente, non ci si muove neanche scrivendo. E io ho sempre sfruttato il viaggio come modo per raccontare. La meta che dico sempre, New Orleans, mi piace ancora sia chiaro. Ma, al momento, non so cosa dire. Forse mi accontento di girare un giorno per la Pianura Padana, a passo di marcia, senza nessun orario, senza nessuna destinazione e senza nessun pensiero. E sì che io, la Pianura, la digerisco a fatica.

2 – Friday I’m in love (The Cure)
Sono mesi che sono lanciato con la dinamite, quindi il “solo Friday” mi sembra limitativo. Cerco di spiegarlo a tutti, in questo preciso momento sono la mia migliore versione. Sono lo Zeus che vorrei e trovo poche sfaccettature da cambiare. Qualcosa sì, ancora non mi va giù, ma sono la mia versione migliore. Sto affrontando ancora dei cambiamenti, alcune cose che non riesco a definire al 100%, che vorrei cambiare, che mi piacerebbe smussare e ritoccare, ma il nucleo, quella parte fondante di me è al posto giusto. Quindi no, non è solo Friday I’m in love… tutta la settimana sono a bomba. Il weekend, al massimo, sono brillante.

3 – The Ghost in you (The Psychedelic Furs)
Tanti eventi. Quest’anno ce ne sono stati alcuni che mi ricordo particolarmente, ma che non ho voglia di trattare. Quello che posso dire è che sono ritornato a scrivere, a tempo pieno per TheMurderInn e mi rende fiero. Sono contento di essere riuscito, dopo 10 anni, a festeggiare un anniversario importante con un gruppo di amici – un anniversario a cui tenevo in maniera particolare e che ho celebrato con una foto ricordo, “prima e dopo”. Questo mi ha fatto star bene, benissimo direi, per molte settimane.
Altra cosa è che, da quest’anno, sono ritornato a seguire una band di amici in qualità di roadie/manager/tuttofare/scaricabarili/ubriacone/spaccacazzo. Quindi direi che sono ritornato più giovane di almeno 5 anni e mi fa bene, perché i progetti per il prossimo anno sono veramente forti. E poi ci sono altre cose e idee e progetti che, sommati, sono veramente una figata.

4 – My head hurts, my feet stink, and I don’t love Jesus (Jimmy Buffett)
Non capisco per quale motivo questo sia l’inizio di una giornata demmerda. Se la testa duole potrebbe essere il seguito di una serata importate. I piedi che puzzano, vaffanculo e ti fai la doccia. Non amo Gesù è un dato di fatto. Quindi non è una cosa negativa.
Nel caso voi la reputiate tale, io curo tutto con la musica. E, se proprio, una puntata al pub e saluti.

5 – Datemi un martello (Rita Pavone)
Sull’umanità.

6 – Breaking the habit (Linking Park)
Siamo così abituati a sentirci in colpa per tutto che, ormai, questa è una seconda natura. Vaffanculo, non mi devo sentire in colpa per un cazzo di niente. Quindi, ad oggi, vorrei togliermi ancora quei residui di “senso di colpa” e mandare a cagare tutto. Perché il senso di colpa è un freno schifoso, una piaga sociale.

7 – Remember the name (Fort Minor)
Non saprei cosa dire, quindi sto zitto.

8 – Home (Depeche Mode)
A casa mi sento dove sto bene. Può essere casa mia, il pub dove vado nel weekend, i concerti o qualunque posto dove, in un modo o nell’altro, mi sento ok con me stesso e con quello che sento in giro.

9 – Stuck in a moment (U2)
Non scrivo. Come potete vedere soffro della terribile sindrome del foglio bianco e non scrivo. Quindi non so come aiutarvi. Anzi, lo so. Scrivete. Quando avete questo problema scrivete, mettete una frase dietro l’altra e vedrete che passa. Non fate come me.

10 – Freestyler (Bomfunk MC’s)
Non lo so, ma penso improvvisato. Non so scrivere, ci tento ma non so farlo. Quello che so fare è creare idee, associazioni e inventare stronzate… questo lo so fare. Ma scrivere? Scrivere mi provoca dei problemi enormi e io, come stile, ho l’improvvisazione. Nel senso che improvviso e prego il Grande Capro che mi aiuti a tirar fuori qualcosa.

11 – My name is Prince (Prince)
Non lo so. Forse i racconti che vedete sotto la tendina “Racconti”? O qualche “non-poesia”? Non lo so. Non mi interessa poi molto, quello che ho scritto è scritto e raramente rileggo quanto ho fatto nel passato (e, con questo, intendo anche per cose che ho scritto 5 minuti fa).

Non nomino nessuno. Non faccio proclami e, con buona probabilità, non mi sentirete fino al 2019… visto il ritmo che sto tenendo, potrebbe essere anche corretta questa affermazione.

27 pensieri su “Sarebbe un blog award, ma lo sfrutto per dare un segno di vita.

  1. E manco avvisi che hai scritto a tempo di record e al fulmicotone! Che te possino! ^_^
    Contento di averti stanato e averti riletto. Tante cose bollono in pentola e alla via così. Un saluto da Narciso e l’Oste so – che se potesse – te lo manderebbe di cuore insieme a una cassa di Grog Reserva Muy Especial.

    1. Mi blocca al consecutio… ehehe.
      Nel 2019 spero di riuscire a sbloccare tutto e riprendere l’attività, intanto scrivo a spot e mi si trova costantemente sul blog di musica (la non ci sono pause).

  2. Mai letto un Blog Award più bello e sincero di questo. Posso dire che scrivi da Dio? Ma questa non è una novità per me. Se passi dalla Pianura Padana fai un fischio che ti offro un caffè (nero bollente). In bocca al lupo per il tuo 2019 😊

    1. Le domande le aveva fatte redbavon, ma non le ho riportate… ho preso i titoli dei brani che aveva citato e sono partito “a spada tratta”.
      No, non scrivo da Dio, mi accorgo che ho sempre più difficoltà, ma cerco di venire a capo. Sono come quello sportivo che si impegna per essere al 100%, ma vede i fuoriclasse che arrivano allo stesso risultato (se non meglio) senza tutto quello sforzo.

      Se passo di nuovo per la Pianura, ti avverto! Per me un tè 😉 se proprio posso scegliere 😀

      In bocca al lupo anche a te cuore! 🙂

      1. Mi dispiace che tu non ti renda conto del tuo valore, perché veramente non dai l’impressione di “venirne a capo”. Non lasciarti scoraggiare, non ce ne è motivo.
        Vada per il te e lunga vita al lupo 😊

      2. Probabilmente è un momento di appannamento… o forse son poco soddisfatto di quello che ne esce – sul blog di musica va meglio, ma non son mai contento al 100%

        Perfetto per te e lupo – lasciamolo vivere 😀

      1. Zeus! Ho avuto e ho tuttora momenti in cui sparisco dal blog, l’importante è non abbandonarlo visto che ci accompagna da tanti anni. Spero sia così anche per te!

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...