Music Wizard (229)

Volevo dare più continuità alla mia scrittura, ma nelle ultime settimane tutto sta accelerando in maniera spaventosa. Non credo di poter descrivere il motivo e, per certi versi, non posso neanche spiegarlo. Ma tanto sta bollendo in pentola, molte idee, molte cose che, forse, verranno alla luce.
Chi lo sa.
Quello che so è che sto continuando a tenere alta la bandiera di TheMurderInn e, vi giuro, questo è un piacere che nessuno mi toglierà. Quella è la mia casa, l’unico posto dove posso continuare a scrivere il mio primo, grande amore: la musica. Avessi qualche collaboratore in più non mi farebbe schifo, ma stiamo parlando di piccolezze. Vi giuro, un tempo mi sarei lamentato di più del fatto che non c’è nessuno che vuole scrivere di metal (o hard rock) nel blog, ma adesso, nel 2018, me ne sbatto e continuo io. Se qualcuno vorrà, mi troverà.

Piove e continua a fare un caldo schifoso. Non piove e il sole martella come un fabbro. Le ferie sono distanti e io boccheggio dietro una pausa che non sembra arrivare mai: due notti che mi addormento con la luce accesa, senza accorgermene, e mi risveglio durante la notte con un faro puntato negli occhi.
Mi son sempre accorto quando stavo crollando, adesso mi addormento subito. Penso sia il momento di deporre spada e scudo e ammettere che “sono un po’ stanchino” (cit.). Ma non si può, ancora un mese, caro Zeus, ancora un mese. Così finalmente tocco gli otto mesi di lavoro senza pause. Così finalmente do un senso al riposo e al “vaffanculo” generale che mi sta salendo nel cervello.

Fra una settimana invecchio. Non posso neanche dire di maturare, cazzo. Non lo posso dire perché non è così. Maturare significa… non lo so. Invecchiare lo so, ti guardi allo specchio e vedi qualche pelo bianco nella barba. Qualche ruga in più in fronte, ma so che sono date dalla stanchezza. Il resto è più o meno il solito, momento positivo più, momento positivo meno.

Come musica cosa posso mettere? Qualcosa che possa andare bene con questa giornata uggiosa, grigia e che puzza di ozono e smog vecchio, incastrato sulla strada.
No, mi dispiace, qua non c’è spazio per hit dell’estate o canzoncine da radio. Questo è un blog serio, che desidera rimanere detestato e non cagato.
Ecco perché posto gli At The Gates, perché questa band ti da una botta incredibile. La senti e incominci a saltare, incominci a sentire l’adrenalina che pompa nelle gambe, nelle braccia e nelle vene. Blinded By Fear è la canzone, lo statement.
Un’epoca passata, stimo parlando del 1995, ma è ancora così attuale, così energica che mi fa venire le lacrime agli occhi.

21 pensieri su “Music Wizard (229)

  1. Anche io attendo le ferie pe poter staccare la spina da una terra che mi vuole cacciare (sulla carta)…la prossima settimana non sarai più vecchio, sarai solo più maturo e vedri il mondo con occhi ancora più cinici.

      1. Alcune volte la maturità e la cinicità sono situazioni che vanno mano nella mano, anche se c’è da dire che il concetto di “mturità” non applicabile al sottoscritto.

      1. Pensa che questa canzone è stata un mio chiodo fisso per anni. Cerco di spiegarmi meglio.
        Mi è capitato più volte di sentire una canzone alla radio, memorizzarne qualche parola e/o la melodia, ma non riuscire a risalire né all’autore né al titolo del brano. Neanche con l’ausilio di Google. Una volta in particolare mi era rimasta in testa soltanto la melodia, nitidissima, ma neanche una parola del testo: insomma, era un caso disperato. Alla fine, dopo anni che quella canzone mi era rimasta in testa senza poterne sapere il titolo, arrivai a svelare l’arcano per puro caso: il Trio Medusa la usò per una gag in una puntata di Quelli che il calcio, e grazie a Dio ne specificarono titolo e autore. La canzone era proprio What it is di Mark Knopfler. 🙂 Grazie per la risposta! 🙂

      2. A volte succede, ti rimane incastrata una melodia in testa e non ne vieni fuori. Se hai il testo è semplice, più semplice diciamo, perché prendi google e vai.
        Se no usi Shazam e sei a posto… l’app capisce cosa sta suonando alla radio e tu sei tranquillo.

      3. A quei tempi Shazam non esisteva, e io non ce l’ho neanche adesso: il mio cellulare è così vecchio che non ci puoi installare neanche le app più elementari (Whatsapp compreso). Quest’Estate avevo in mente di cambiarlo, ma siamo arrivati a fine Luglio e non ne ho ancora fatto nulla.
        Un altro programma che ho in mente da tempo per quest’Estate (e che realizzerò a breve) è vedere Bent – Polizia criminale: esce tra 2 giorni, e da quello che ho visto sarà un vero filmone. Andrai a vederlo anche tu?

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...