[FM17] Inizia il campionato ’16/’17

Dopo le convincenti prestazioni narrate nella scorsa puntata, la squadra scalpita in vista dell’inizio del nuovo campionato di Serie A. La stagione inizia in maniera abbastanza docile con il Bologna di Roberto Donadoni, quindi la prima partita della stagione ufficiale è un derby. Interessante. Queste partite, di solito, hanno un’indice di variabilità e casualità elevatissimo.
i Match-Analyst mi confermato alcune pecche nel gioco del Bologna (l’analisi è fatta sulle prestazioni in pre-campionato, quindi potrebbero esserci delle variazioni durante la stagione regolare), quindi preparo la formazione al meglio per fronteggiare una squadra ostica che vede in Mattia Destro il capocannoniere e il nemico pubblico numero 1 della mia porta. Vista l’occasione faccio alcune valutazioni sul modulo e, dopo ore e ore di camera e studi, ecco che rimango sul classico 4-3-3 spavaldo e allegro che ci ha portato tanta fortuna in terra kazaka.
La domanda, infatti, è quella classica: abbiamo vinto onestamente contro i kazaki, vuoi che non ce la facciamo contro una squadra come il Bologna? 
Lo spogliatoio ha il morale alle stelle, i giocatori hanno buon feeling, gli astri ci sorridono e le caprette di fanno ciao ciao.
C’è un solo punto interrogativo: perché le caprette fanno ciao ciao?
I presagi si mettono male.

Il santino del mio Sassuolo – Zdenek Zeman

La partita, giocata a Bologna (un fuori casa ad inizio stagione? Brutto segno), è subito all’insegna di una noia intergalattica. Le squadre si studiano, i vecchi del Sassuolo pascolano per il campo mentre il Bologna, tirato a lucido con un 4-2-3-1 mi fa venire qualche sudore freddo, soprattutto quando attaccano dalla fascia.
Nonostante l’apatia di Matri e la mancanza di qualsiasi stimolo di Defrel, qualche occasione la creiamo. Da qua a concretizzare qualcosa, ce ne passa. La partita sembra destinata a proseguire sui binari del pareggio quando all’ottantesimo minuto, in un incomprensibile momento di fancazzismo generale, il Sassuolo decide di prendersi una pausa dal ragionare e si fa infilare come un kebab dal sopracitato Destro. Bologna in vantaggio. Adesso sono cazzi.
La formazione sbanda e il morale scende come le palle quando si sente una battuta oscena e non so che carte giocarmi. Fortuna che ci pensa il buon Dell’Orco a farmi il favore di darmi la scossa dal torpore e farsi espellere al minuto 86.
Aspettate, Dell’Orco è un mio difensore… E così ci tocca giocare in 10 e sotto di un gol il finale di partita. Il Bologna non accenna a colpire per uccidere, noi siamo alla frutta e così la partita finisce in maniera miserevole: Sassuolo sconfitto e prima partita stagionale cannata. Non male.
Bologna 1 – Sassuolo 0

Finito il calvario della Serie A, torniamo in Europa e ci aspetta il ritorno con i kazaki. Giocare in casa con un pareggio 3 – 3 fatto in terra straniera ci fa rilassare un po’, quindi mi gioco un po’ di riserve e cambio leggermente le carte in tavole. Mi aspetto una partita d’attacco dei kazaki, quindi parto guardingo studiando il da farsi. Oggi, però, il Qaýrat Fwtbol Klwbı sembra il lontano parente del terribile avversario iper-pompato che abbiamo incontrato all’andata. Il loro sistema di gioco, basato su percussioni centrali operate dall’ivoriano Gohou non sembrano portare a niente e ogni loro folata offensiva viene respinta ottimamente dalla coppia di centrali neroverdi. Visto che il gioco non degli ospiti non decolla, modifico l’assetto e aumento la dose offensiva – pur facendo attenzione al contropiede avversario – e presso i kazaki nella loro metà campo.

Ragusa fa felici tutti i suoi sostenitori [foto da web]

Dopo 15 minuti del primo tempo, il buon Antonino Ragusa mette la palla dove il kazako non può arrivare e porta in vantaggio la squadra di casa. Gioia e ardimento scorre nelle vene del Sassuolo che incomincia a tessere trame che rasentano il gioco di squadra. Dopo poco meno di 10 minuti ecco che c’è il coronamento del nostro pressing offensivo: calcio d’angolo, abbraccio troppo rude del kazako e l’arbitro, senza consultare la VAR (essendo un PC fa giusto a prescindere), punta il dito sul dischetto del rigore.
Alla battuta si presenta un Aquilani più bullo del solito e, dopo il fischio, tira un croissant senza sugo in porta facendosi parare un 2-0 semplice semplice. Il mio affetto per il giocatore scende a livelli da antigelo, ma stiamo vincendo quindi il rigore fallito lo metto in saccoccia e lo porto a casa. Il secondo tempo si apre sotto lo stesso timbro: Sassuolo in attacco e i Qaýrat Fwtbol Klwbı a fermare gli esterni offensivi neroverdi. Al 52 c’è l’episodio che mette in ghiaccio la partita e la qualificazione: Kharja si fa espellere lasciando la squadra ospita in 10 per tutto il secondo tempo e con troppi gol da recuperare.
La partita si addormenta e finisce con un tranquillo 1 – 0 per noi.
Sassuolo 1 – Qaýrat Fwtbol Klwbı 0

Dopo la breve parentesi europea, si ritorna con la testa al campionato. La seconda giornata si presenta come una preview delle sfide di fine stagione: Sassuolo – Genoa potrebbe benissimo essere una sfida medio-bassa classifica e quindi vincere è obbligo morale per tirarsi via dalle posizioni rischiose. Vista l’ottima prestazione europea, continuo a puntare sul 4-3-3 sbarazzino; la partita casalinga mi consente un po’ più di ardimento rispetto al solito quindi vai con i consigli del buon Zeman.
Le squadre entrano in campo, si studiano un po’ e poi, a ciel sereno, al 10′ minuto del primo tempo c’è il gol! Le ali del Genoa tagliano a fette la difesa e Simeone insacca Consigli sbeffeggiandolo. La depressione è terribile, soprattutto perché non riusciamo a trovare il bandolo della matassa. Il Genoa, che adotta un classico 4-1-4-1 (con le due ali alte), mi sta facendo ammattire in difesa e non riesco a fermare le folate e le accelerazioni dei suoi attaccanti. I cambi non portano da nessuna parte e, fra gol sbagliati, pochezza offensiva e molto molto altro, la partita va a finire con la sconfitta del Sassuolo. Due partite, due sconfitte per 1 a 0. Ottimo. Il campionato sta andando molto molto bene.
Sassuolo 0 – Genoa 1

Dopo il primo assaggio di campionato con formazioni equivalenti, si incomincia a giocare contro squadre di prima fascia. E lo sappiamo tutti, quando il gioco si fa duro…

[To Be Continued]

19 pensieri su “[FM17] Inizia il campionato ’16/’17

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...