Un giorno di ottobre ovvero…

Il giorno prima il giorno dei morti. Un sottotitolo così non mi veniva dai tempi gloriosi di questo blog, ormai sono a riciclare battute e frasi ad effetto neanche fossi un comico qualunque di certi programmi televisivi. Stiamo trascendendo l'effetto rivelazione, siamo chiari. Ieri mi son letto la notizia che anche Kevin Spacey ha fatto …

Leggi tutto Un giorno di ottobre ovvero…

Annunci

Music Wizard (223)

A causa della mancanza di tempo, sono costretto ad affidare la mia permanenza su questa piattaforma digitale ai Music Wizard. Questo strumento, perché di strumento si tratta, mi consente di veicolare messaggi (musicali) non richiesti e informazioni (non richieste) su temi che, oltre alla musica, spaziano sull'ampio fronte del "conviviale conversare comune". I Music Wizard …

Leggi tutto Music Wizard (223)

Dagli abissi di R’lyeh

I Grandi Antichi battono un colpo ed ecco che Liza risponde.
Il Grande Cthulhu ritorna a vivere in questo disegno, anche se, come sappiamo, non è mai morto!

Iä! Iä! Cthulhu fhtagn!

Al Di Là Del Muro Del Sogno

Ecco una pregevole illustrazione di Lisa, con una pregeveole collaborazione, per ricordarci che non si può mai essere al sicuro in mezzo a tanta putredine!
https://murodelsogno.files.wordpress.com/2017/10/cthulisa.jpg

Tremate e inchinatevi innanzi al potente Cthulhu!

View original post

L’annuncio dei Grandi Antichi

Dopo millenni di torpore, i Grandi Antichi si sono risvegliati e, consapevoli delle potenzialità che questo mondo ha da offrire, hanno deciso di tendere un’appendice non meglio identificata verso i comuni mortali che potrebbero voler condividere l’orrore e la follia che i mondi di dimensioni impossibili celano. Mondi in realtà dietro l’angolo, che solo i …

Leggi tutto L’annuncio dei Grandi Antichi

Memorie senza tempo

I Grandi Antichi sono tornati!
Dopo un periodo di non-sonno, sono si nuovo fra di noi. Incominciate a pregare per la vostra anima, stolti umani. Pregate per la vostra anima.

Al Di Là Del Muro Del Sogno

Ricordo. Qualcosa ora ricordo.
Il buio, il silenzio e poi i canti, quei terribili canti. Una nenia insopportabile, senza fine. Il ritmo ossessivo e sincopato, i tamburi che rimbombavano nel sottosuolo, il ticchettio sordo delle ossa che, freneticamente, seguiva quell’oscena musica aliena che pervadeva l’aria.
Il fuoco! Le fiamme! Il sangue!

***

Ho barlumi sparsi, lampi di memoria sbiaditi. Non riesco ancora a ricordare tutto, alcune parti sono un vuoto senza fine, un’assoluta mancanza di luce e di tempo.
Ricordo il signor Graves, i suoi modi distinti e garbati nonostante la paura.
Sento ancora nelle orecchie la sua voce cordiale, priva di accenti, mentre mi chiede se sono il dottor Charles Devine, ricercatore della Miskatonic University, nonché studioso della civiltà sumera.
Lo ascoltai, mi raccontò la sua storia di spettri, o divinità, non sapeva dirmi con precisione, che perseguitavano la sua vita per mano di una banda di folli sanguinari…

View original post 1.261 altre parole

Cosa te ne fai della libertà?

L'avevi chiesto, domandato a gran voce l'hai urlato battendo il pugno sul tavolo il disprezzo e l'agonia quella rivoltante sensazione di apatia anestetizzato da troppi, troppi impulsi radioattivi. La corona che cade i miti che si sfaldano sotto una nuova luce l'incertezza della ragione e l'arroganza della paura dominano, tirando le briglie di una nazione …

Leggi tutto Cosa te ne fai della libertà?