Con artigli d’osso lacero la volta celeste

Dietro palpebre calde e umide di lacrime occhi ciechi si muovono irrequieti domandosi: quanto di quello che vediamo è impresso nelle pupille? L'inevitabilità del fatto unita all'impossibilità dell'azione sono l'humus su cui si fonda la speculazione e la sfiducia si nutre dell'anima e di ogni sinapsi E la lettura delle Sacre Scritture brucia la carne, lasciando …

Leggi tutto Con artigli d’osso lacero la volta celeste

Annunci

Il dopo

C'è stato un prima e un dopo, parole mezze mangiate e poi stese a prendere il sole estivo finché non si sono raggrinzite come la pelle di una vecchia veggente. Quando le abbiamo raccolte erano piene di significati, acini di comprensione racchiusi in un bozzolo ruvido e immangiabile l'odore di alcool della fermentazione l'odore della …

Leggi tutto Il dopo