Game Of Thrones – sette stagioni dopo

In questi ultimi tempi, Music For Travelers si è trasformato in Film For Travelers… ma lo inserisco nella categoria: sbatteminchia, mi diverto.
Ho finito di vedere la settima stagione di Game Of Thrones e posso finalmente affermare che dopo innnumerevoli stagioni in cui non succedeva quasi nulla (a parte due/tre vaccate), ecco che i nodi arrivano al pettine e si incomincia a vedere la fine e l’inverno.
Le considerazioni di fondo sono sempre le stesse:
– Cercei è sempre gnocca una grande.
Fine delle trasmissioni.
Sto incominciando a provare dell’antipatia fisica verso i personaggi che sono gli idoli di tutti su Facebook o nei luoghi che contano (facebook o commenti vari, l’ho già detto?).
Uno dei personaggi che mi fa più pensare è Emilia Clarke / Daenerys. L’attrice è, paradossalmente, la versione femminile di quello che diceva Sergio Leone di Clint Eastwood: lei ha due espressioni, con o senza parrucca bionda.

Da notare la parrucca bionda e lo sguardo che dice “ho chiuso il gas?”

Non modifica la faccia neanche a farle mangiare un limone. Sarà la provenienza inglese, ma appena si tira via la parruccona (vedi nell’ultimo terribile Terminator), ti viene la voglia di camminare nudo sull’autostrada.
Questo commento, però, non tiene conto del suo fare burlonesco nell’intervista qua sotto:

Una burlona. Non fa ridere comunque.
Anche il buon Kit Harrington, Giovanni Neve, è uno che boffonchia quando parla, ha lo sguardo sintonizzato su “cucciolo a cui hanno tirato un calcio in culo” e, come tradizione americana: “se il personaggio è seguito e idolatrato, non lo fai morire“. Ecco, così è stato.
Anche il buon Kit sa divertirsi e noi lo deridiamo volentieri.

Se poi tenete presente che hanno ridotto a comparse sia Aidan Gillan (Little Finger) sia Peter Dinklage (Tyrion Lannister), capite che ci sono buoni motivi per arrivare a odiare la serie. A parte che il Ciccio Pasticcio Martin non ha la minima idea di come arrivare a concludere i libri – di cui ho letto il primo, ma poi ho mollato per manifesta noia -, allora vi verrà la strana sensazione che i personaggi e gli avvenimenti sono messi in scena un po’ alla membro di segugio.

Le due “sorelle” Sophie Turner (Sasha) e Maisie Williams (Arya) hanno incominciato a venir fuori solo in questa stagione. Sasha, dopo aver passato la vita ad essere bastonata, insultata, sposata con un pezzente e minacciata da regine, re, idioti e corvi è finalmente al posto di comando e continua a sussurrare come se fosse in confessionale. Arya, dopo aver fatto un percorso da gioco dell’oca nelle sette stagioni, ritorna a Winterfell e riesce ad irritarti con il comportamento da “so tutto io” che sembra essersi incarnato in quel metro e mezzo di attrice. Nonostante questi “difetti” (stiamo pur sempre parlando di personaggi di serie televisive”), l’ultima puntata della settima stagione è stata la migliore da un po’ di tempo a questa parte. Le prime puntate erano una preparazione di questa che finalmente fa rientrare la diplomazia e i giochi di potere al centro del racconto e non un mero scopo per fare vedere la nana-bionda volare su un drago o il buon Kit sussurrare qualcosa nel gelo oltre Barriera.

Una domanda sorge spontanea.
Attenzione spoiler
Ma il drago resuscitato dai White Walkers cosa spara dalla bocca? Il colore blu acceso non lo caratterizza come fuoco, ma visto che sgela il ghiaccio opterei per una scelta politicamente corretta: Paraflu. Riesce a evitare di farmi gelare l’acqua nella macchina, figurati te se non riesce nella grande impresa di sgelare una montagnola di acqua ghiacciata, no?
Fine spoiler 

Adesso bisogna aspettare un po’ di tempo prima di vedere il finale di tutta questa serie (e la serie di spin-off che, inevitabilmente, compariranno alla fine di una delle serie televisive più viste e scaricate di sempre). In un recente articolo apparso sul TIME, rivista – quindi niente link -, ho letto un po’ di informazioni interessanti su GoT: la sua genesi, il fiuto della HBO, quanti soldi sono stati spesi per la prima, mai apparsa, puntata della serie e molto altro.
Quello che è interessante è che c’è G.R.R. Martin che è fermo da ben 6 anni nello scrivere il finale di una storia che, su pellicola, sta proseguendo fregandosene della trama del libro, anche perché, secondo me, non ha assolutamente idea di come proseguire.
Ha scritto come un dannato e poi si è trovato fra le mani la gallina dalle uova d’oro e, da quando il conto in banca ha fatto un balzo tipo ghepardo, ecco che le idee per la grandissima storia che assomiglia alla “Guerra dei Roses” sono incominciate a divenire un po’ più sottili, un po’ più lente ad andare in porto.
Dopo che hai tirato su una sniffata di ego enorme con una serie power, chi te lo fa fare di sputtanarti chiudendo veramente i libri? Ogni mossa, ogni personaggio che morirà, ogni soluzione sarà o già vista o indigesta a chi ama la serie che hai scritto.
Un bel dilemma, non c’è che dire.
Ma tanto, al buon G.R.R. Martin, gliene sbatte un cazzo, ha un conto in banca che rimetterebbe a posto la politica economica della Nigeria, figurati te se quattro haters e cinque pseudo-scrittori gli scalfiscono buon umore e appetito.

george-rr-martin-says-he-missed-the-critical-due-date-for-his-new-game-of-thrones-book-because-hes-bad-at-deadlines
Foto di famiglia con panzone

38 pensieri su “Game Of Thrones – sette stagioni dopo

  1. A me la serie è sempre piaciuta, anche l’ultima per quanto ci siano un po’ di incongruenze, più che altro temporali, e per quanto non mi piacciano alcune cose che stanno accadendo…
    Sono d’accordo su quello che dici di Martin, ormai non glie ne frega più nulla, è palese!
    Comunque devo dissentire su un paio di cose, per quanto l’attore che interpreta Jon non sia certo da Oscar, di certo non è in vita solo per il fan service, è uno dei personaggi principali fin dalla prima stagione ed è importantissimo per quanto riguarda la lotta al trono, specie alla luce delle ultime scoperte!
    Poi….ma ndo l’hai pescata Sasha?! 😂😂

    1. La serie non è male, non sarei arrivato alla settima se fosse pessima ahah. Ha avuto dei blocchi creativi e molte puntate erano dei grandi nulla con il vuoto dentro. Ma come scenografia, sticazzi.
      A Ciccio non gli frega niente del libro, figurati te. Ha il conto in banca pieno, pensa te se adesso va a tirar fuori rogne eheh.
      Certo, è un personaggio principale… che è morto. Il fatto che sia stato riportato in vita è già una cosa curiosa (nessun personaggio è ritornato in vita, a parte i simpaticoni del culto del fuoco). Io non so nei libri, ma mi sa di fan service il resuscitare l’unico personaggio BUONO della storia. L’unico senza colpe o uccisioni letali. Persino la bionda si è appena metà schiavisti eheh
      Ovvio, adesso si vede che è fondamentale alla storia. Bisognerebbe chiedere ad un esperto / esperta (te? sai qualcosa?) se ha letto tutti i libri e sa se Giovanni Neve è morto o meno (il nano, per esempio, ha un ruolo che nei libri non ha).
      Sasha? Pescata? O intendi l’intervista alla Clarke?! 😀

      1. Io non ho letto i libri ma mi sono informata, e a quanto ne so Jon era destinato ad arrivare fino alla fine fin dall’inizio (fino alla fine fin oh god non si può sentire ma lo lascio che è figo), per il fatto che è un t… Non so se rischio di fare spoiler a qualcuno che legge i commenti….comunque ecco, nei libri quella cosa si sa quasi da subito ed è molto chiaro che sia uno dei personaggi chiave! (spero si sia capito qualcosa)

        Per dove hai pescato Sasha intendo….dove hai pescato sto nome? Si chiama Sansa 😂😂

      2. Il “era destinato ad arrivare fino alla fine fin dall’inizio” è stupendo.
        Io avevo letto che il CiccioPanza non sapeva benissimo che farci e la serie l’ha salvato dall’imbarazzo eheheh

        PS: in effetti, adesso che mi ci fai pensare, il nome è proprio SANSA Stark… Sasha perché… boh, che ne so… 😀

      3. Ah questa cosa non l’avevo letta 🤔 vabbè alla fine però c’è da dire che non è stata una cosa troppo forzata, almeno secondo me, mi sembra che comunque ci stia con la trama. Poi il fanservice nell’ultima stagione c’è decisamente stato ma più che altro per la cosa fin troppo sdolcinata tra Daenerys e Jon (quel “Dany” mi provoca ancora conati)!

      4. A volte mi fermo a leggere queste notizie che non so se son vere o meno, ma le leggo 😀
        Resuscitare? Ci sta, ma forse potevano evitare la cosa. Non so perché.
        La storia d’amore era così zuccherosa che mi è venuta la carie solo a sentire lo svolgimento.

      5. Mi intrometto solo perché ho letto i libri. L’ultimo libro pubblicato finisce come finsce la quinta stagione: Jon viene accoltellato numerose volte dagli altri guardiani della notte ma non viene specificato se sia sia morto o meno… lo scopriremo mai? Boh!

      6. Ciao Orso!
        Finalmente qualcuno (oltre a tutti quelli che hanno commentato, a parte me che non so nulla e scrivo articoli a caso 😀 eheh) che sa quello che dice.
        Secondo me non sapeva niente e la serie gli ha tolto via un grossissimo problema. Adesso sa che la scelta “non morto” è quella vincente.

      7. Ciao! 😁
        Beh, non credo l’avrebbe fatto morire comunque, è un personaggio con una storia troppo importante per eliminarlo così.
        Secondo me nei libri semplicemente non è morto o comunque non verrà resuscitato allo stesso modo.
        Non ci resta che aspettare… e sperare esca il nuovo libro! XD

      8. Si è notato subito che era importante. Guardando la serie l’avevo capito pure io che A) non sono un genio, B) non ho letto i libri, C) tifo sempre i cattivi 😀 eheheh.
        Battute a parte, doveva esserci il buono. Forse morirà e il protagonista di tutto sarà Jamie Lannister, chi lo sa!

  2. Cose da V

    Premessa: non mi ricordo più i nomi o non li ho mai ricordati, comunque questa serie ha cominciato a stufarmi alla sesta stagione. Tuttavia mi è piaciuta nell’insieme, andò le trovo le puntate??? Ho setacciato il web e la prima puntata non la trovo (no streaming scadente, sono delicata). Non aggiungo altro o mi arrestano. Comunque io adoro la cattivissima Cersei, insomma non la vorrei mai incontrare ma i personaggi cazzuti e cattivi mi piacciono nei film (e nei libri, in questo caso i libri non li ho letti e dubito li leggerò). Mi piace molto la tizia che ha patito le pene dell’inferno… E Arya mi è piaciuta per qualche stagione, poi con tutto quel trip che cambiava faccia ecc mi ha stufata, non ci capivo più una minchia. Jon snow è noioso come pochi al mondo. Il nano è fichissimo. E comesichiama, il tizio delle prostitute mi piaceva come personaggio, era così ambiguo! La tipa dei draghi mi piaceva nelle prime stagioni, quando evitava di accoppare la gente ed era tipo hippy e pacifista. Ma per me è sempre così… Dopo la 5 stagione le serie cominciano a stancarmi.

    1. Sul non ricordarsi i nomi vedi il commento di crostina che mi rimprovera che ho sbagliato il nome (non Sasha ma Sansa Stark! ahah).
      Cercei è cazzuta e mi piace, proprio perchè ha quella recitazione minimal che non stona con il personaggio. Arya ha un po’ la faccia della bambina rompipalle, ma forse sono prevenuto, in effetti fa anche un ruolo figo.
      Jon è noioso, la bionda boh, a volte la vedo un po’ monocorde come espressione…

      1. Cose da V

        ahaha l’ho letto, il problema è che leggevo sasha e non ci trovavo niente di strano. bello il commento su cerci, mi trovi d’accordo. La bionda mi è calata!

    1. Ehhh, lo so lo so… mi ha rimproverato anche crostina.
      Ma io sono stordito di mio e mi viene il ticchio di scrivere ma, come sempre, non so di cosa sto scrivendo 😀

  3. Io ci ho provato a vederla, questa stagione. Sul serio. Sai che ho fatto, alla fine? Siccome mi è sempre sembrato di vedere qualcosa che non era The Game of Thrones, ho deciso di suicidarmi come spettatrice e di farmi spoilerare l’inverosimile. Mi fa una tristezza infinita il modo in cui hanno ridotto questa serie, dalla prima a questa come il sole e la luna, porco cavolo. Sai cosa, io mi sono sempre definita una Stark, poi col cavolo, si salva solo Cersei, che fra l’altro è tipo l’ultimo personaggio negativo rimasto, a parte il re coso blu. Sono tutti buoni, bellini, pucciosi, friendzonati o come cavolo si dice… Mille volte meglio l’ultima stagione di Breaking Bad e con questo credo di aver detto tutto.

    1. Hanno fatto X stagioni in cui non succedeva niente (anche se il record è ancora di The Walking Dead, una serie in cui ci sono 3 episodi in cui succede qualcosa e il resto è il nulla assoluto) e poi hanno dovuto tirar le fila del discorso. Un discorso che aveva annoiato la gente fra l’altro.
      Come dici te: tutti pucciosi e nessun cattivo. Il cattivo puffo blu non lo conto come cattivo, è così e punto. Cercei è l’unica che continua a ringhiare. Gli altri sono dei gattini che fanno le fusa. Bah.
      Adesso finiranno la serie e spareranno fuori gli spin-off e il mondo si getterà a vedere delle minchiate tirate fuori a caso dalla penna degli sceneggiatori.
      Preferisco minchiate uniche come The Orville. Almeno sai che è una sorta di Star Trek in salsa commedia e tutto è ok.
      PS: anche The Deuce non mi dispiace.

      1. Da quando mi hanno ammazzato Margery la serie non è più la stessa, anche se devo ammetterlo, il modo in cui l’hanno ammazzata è stato spettacolare. Non per nulla, è nato lì il mio amore per la cara Cersei Lannister. Vedrai che spinoff meraviglioso con Casa Targaryen, Danana e Gionsno che fanno le fusa e tutti quei bei barbecue alimentati a drago… Sapere che esiste questa cosa con questi due personaggi mi fa rifiutare fisicamente di vedere il seguito di questa roba. Davvero, sembra che gli sceneggiatori non sappiano più che cavolo fare. Prima è vero, non succedeva nulla, c’erano questi tizi sparsi per il mondo che si rimbeccavano da lontano, facendo cose senza senso apparente. Apparente eh, perché poi in una puntata magari veniva fuori che tutto era collegato e vaccate varie per riempire lo spazio. Prima. Prima perché c’erano i libri su cui basare qualcosa. Ora non hanno una beneamata minchia e siccome qualche tizio ha deciso che Gionsno e Dananananana (batman!) sono così carucci (quando leggo shippabili o roba del genere ti giuro ho voglia di uccidere) allora facciamoli accoppiare… Questa è stata innamorata fino a due ore fa, si è fatta il fattibile solo per sport e ora… bum! tre minuti e amore per la vita! Ma sospendete la serie e fate qualcosa apposta per fan delle minchiate! Spero che Cersei faccia deflagrare tutti e ciao.

        ps. hai mai visto The Misfits?

      2. Io apprezzo Cercei ma per un ruolo extra-GoT (era Transformers – The Sarah Connor Chronicles). Il suo ruolo in GoT è il migliore, almeno è un po’ complesso e si sviluppa nel tempo, altri, dopo un primo momento di crescita si sono adeguati allo standard minimo di sopravvivenza seriale: piacioni e ciccini.
        Dannaannaananananananana (batman!) ormai è una mezza barzelletta. Sapevo che cadeva fra le braccia di Gionsno, era scritto nello sguardo di lei. Io voglio lui perché cià (scritto così) qualcosa.

      3. Devo vederlo, Cersei l’ho vista in poche altre interpretazioni, una delle quali (mi pare) nel primo The purge, film tristarello. Transformers potrebbe darmi più soddisfazioni.
        Ora che Emilia Clarke si è fatta bionda tutti dietro a sbavare oddio figo si è fatta biondhhha!!! E chissene, la schiera dei fan di GoT si è affollata di miseri bimbominkia e io mi defilo. Che tristezza.

      4. Mi sento di consigliartelo, anche se l’ho visto tempo addietro e può darsi che i miei gusti fossero diversi. La prima serie, eh, la seconda già mi piaceva di meno. Ok, te lo consiglio con una piccola riserva. Sta a vedere che se lo rivedo oggi mi fa orrore, eh. Non si sa mai, ci sta pure questo 😀

      5. Che bei personaggi… a parte il tizio che poi ha fatto anche GoT che mi ha sempre ridotto le **** a un frantoio, ma questi son gusti personali. Devo provare a dargli un occhio, forse mi piace.
        Lo metto in lista, ormai mi sto gettando in troppe serie ed è difficile riuscire a star dietro a tutto (ho iniziato The Handmaid’s Tale).

      6. Ora che ho finito Breaking Bad devo solo passare quella settimana di lutto che ci vuole per riprendersi e poi deciderò dove buttarmi. Ahhh, Iwan Rheon, occhi piccoli e mascelle poderose… sarò sincera, in GoT per un certo periodo è stato uno dei miei personaggi preferiti, devo ammetterlo, poi è successo quello che è successo e Cercei è rimasta sempre più sola contro uno schieramento di boiascout. Comunque non ti preoccupare, la serie merita nonostante lui 🙂

      7. Beh, Iwan era cattivo come il demonio (e andava bene), ma poi ha pisciato fuori dal vaso etc etc etc e allora ci è rimasto solo il personaggio di Cercei a farci star bene! 😀

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...