Music Wizard (205)

Fa un caldo fottuto e non ho la minima idea di cosa e perché scrivere.
Ho sempre pensato “come farai quando ti passa l’ispirazione?” – non ho mai avuto una risposta da me stesso.
Questo mese (e i prossimi a quanto vedo, ma il discorso è in divenire) sta chiedendo un pegno enorme al sottoscritto. Arrivo a sera con nessuna voglia di fare qualcosa, figuriamoci mettersi a scrivere qualcosa.
Scribacchio qualcosa per la grande storia di redbavon (e mi diverto anche), ma qualcosa per me non lo scrivo proprio più.
Un tempo (e parlo solo di due anni fa… quello scorso era già in difficoltà) avevo, alla fine dell’anno, una serie di racconti brevi non pubblicati in canna… adesso guardo le cartelle del mio PC e vedo che non c’è niente di nuovo. Tutti abbozzi scartati.
Mi sto lamentando?
Ammetto che ultimamente è così. Sto diventando uno di quei blogger che odio tanto.

Ho bisogno di una scossa.
E tutte quelle che ricevo, ad oggi, sono negative.
Passa tutto, ne sono conscio anche io.
Vi giuro: è difficile mantenere il sorriso smagliante tutti i santi giorni.

Sono stanco: Misery Index – Traitors
(ammetto che l’intervista ai Misery Index è stata una delle peggiori che abbia mai fatto, in compagnia del buon Lord Baffon II – sfinito, senza idee, senza spirito e niente… proprio brutta. Anche se la palma della peggiore è quella ai SODOM. Che vergogna assoluta).

Annunci

32 Replies to “Music Wizard (205)”

  1. Uno dei problemi connessi al caldo (oltre ovviamente alla puzza di ascelle) è che inibisce il consumo di alcool, che vuoi o non vuoi è una fantastica fonte di ispirazione! Che dobbiamo fare? Aspettare che rinfresca o fregarcene dell’ascella rancido e tuffarsi nella bevanda ispiratrice? Io nel dubbio intanto un giochetto me lo faccio!

  2. Doccia fredda e m, se non bastasse, ghiaccio nelle mutande. Ti direbbe l’ispettore Diaz: “Adelante Zeus, qui c’è da fare piazza pulita di criminali ed ex-mogli. Oste una cerveza fria per el gringo accaldato…Oste…Oste? Ma dove si è cacciato?!? Gringos scansafatiche!” Poi glielo ricordi tu che chi l’ha buttato dietro le sbarre…

      1. AHahahahaha. Io sono qua per ricordare a Diaz di mettersi la mutanda, ovvio 😀
        Va bene mettere a nudo i personaggi, ma Diaz non è Charlize Theron!

      2. Fossamaronna! Claro que no. Anche se fosse una donna il buon Diaz sarebbe un cesso di donna….Charlize e il suo…ahem Martini…sono un’icona non proprio sacra, ma altrettanto fondamentale. Tu ed io lo sappiamo, oltre alla nostra storiella, quel Diaz ha tanto da raccontarti. Fagli vedere la Guerra dei Roses e vedrai che si stapperà come una bottiglia di champagne ben sballottata…

      3. Infatti, anche come donna il buon Diaz è decisamente brutto. E neanche ci prova ad essere bello. Devo portarlo a qualche trasmissione televisiva, che ne so… tipo “il brutto anatroccolo” o cose simili.

        Diaz ha tanto da raccontare e lo sta facendo… anche se in questi giorni mugugna e vuole solo birra. L’alcolismo fa miracoli.

      4. Se me lo fai diventare “tronista”, lascia sta…riposati, staccati dalla tastiera, datti alla pastiera, abbandona pure la blogosfera a un tristo oblio (mi mancherai, sia chiaro), a Diaz ci pensiamo Tati ed io. Tranquilo (fossi in Diaz non lo sarei…forse meglio il tronista)

      5. Ahahahhahahahahh se lo faccio diventare tronista, puoi bannarmi a vita da WordPress, blogspot e tutti i blog presenti su internet. Ti do il permesso! 😀

      6. Tranquillo, con la tua benedizione, sarò ancora più spietato e senza ombra di rimorsi o ripensamenti. Sono pronto a nuclearizzare.

      7. Dammi le coordinate esatte perché non vorrei creare un incidente diplomatico con gli amici austriaci…Poi con quello che costa l’uranio, non posso scialare sui megatoni come si usava durante la Guerra Fredda. Ah tutta colpa dell’euro!

      8. L’euro è una rottura, lo so. Ti mando le coordinate via mail, così almeno non sbagli. Anche se l’incidente diplomatico, mi sa, lo crei comunque.

  3. Fa caldo, troppo, pure per me. La risposta? Birra, come ho letto qui da qualche parte. Sto sopravvivendo grazie alla birra e credo che nel prossimo gazzettino del kalashnikov inizierò a fare recensioni di birra artigianale. Anchor Brewing, Ipa e tanto amore.

    1. Grande.
      Posso dirlo grande o per un antieroe (eroina) come te è sbagliato? Comunque sia, fare recensioni di birre artigianali è cosa buona e giusta. Non vedo l’ora di leggermi il nuovo gazzettino del kalashnikov, secondo me riserverà grandi (grandissime!!!!) cose interessanti!

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...