Music Wizard (198)

Come scegliamo la musica?
Quale procedimento mentale ci fa scegliere un pezzo pop piuttosto che un brano rock?
Certo, il piacere dell’ascolto è fondamentale. Il godimento che trai nel sentire la musica che ami e che ti piace è un fattore principale, essenziale direi, nella scelta di quello che andrai ad ascoltare.
Ma c’è un’altra componente che guida il nostro dito e ci fa fare play su quel disco o su quella playlist: ed è il sentimento che vogliamo trovarci dentro.
Da un grande brano vogliamo ricevere la sensazione che pensiamo di meritarci o che si adatta di più al mood corrente.

Ci sentiamo innamorati? Potrebbe essere, ma non è detto (sono pur sempre generalizzazioni da quattro soldi), che andiamo alla ricerca di qualcosa di più morbido.
Ci sentiamo incazzati con il mondo? Un pezzo grintoso potrebbe essere quello che fa per noi. Scatena adrenalina e questa si propaga nel corpo dandoci un po’ di benessere.
Ci sentiamo delusi/sofferenti/malinconici? Ecco che, inevitabilmente, si apre lo scrigno di tutti quei brani oscuri, sofferti e debilitanti che abbiamo nel cassetto dei “qaundo starai male“. Perché vogliamo la catarsi o coccolarci dentro questo sentimento. Una sofferenza auto-indotta. Trovare quella lunghezza d’onda che ci si addice perché dolente.

Questi sono pochi esempi, logico, e i processi mentali che ci portano a selezionare un brano piuttosto che uno diverso potrebbero essere molto lontani da un collegamento così banale come questo. Potrebbe esserci l’effetto contrario: siamo giù di tono!? Ecco che cerchiamo un brano happy o positivo che ci permetta di decollare e ritrovare una fiducia e un mood migliore. Ci sentiamo deboli? Forse un buon pezzo rock/metal potrebbe farti alzare la testa e tirar fuori il petto. Perché il passo segue la batteria e l’anima la voce e tu ti senti invincibile.

Piacere di ascoltare il brano + sentimenti che vogliamo ricevere = selezione della canzone.
Procedimento facile?
Chi lo sa.

Un tempo, quando sono arrivato su questo WordPress, ho scritto una frase: non sei te che scegli la musica, ma è la musica che sceglie te. Ci sarà un momento in cui quello che ascolti funziona e, anche costringendoti, qualcosa di diverso stonerà perché… i motivi sono mille e più di mille. Ma un giorno ti alzi, guardi YouTube o scarichi un brano o senti la radio ed ecco che si accende la tanto citata lampadina e scopri qualcosa che era sotto i tuoi occhi fino al giorno prima.
Ma che tu non vedevi/volevi vedere.

Continuo a sostenere questa posizione.

Se dovessi analizzare come inserisco i brani nel mio ipod, potrei mettere alcune percentuali:
50% casualità – sono i dischi che inserisco perché potrebbero andare bene con il periodo. Non c’è un motivo specifico e neanche una selezione oculata. Il nome basta o il titolo del disco è più che sufficiente per farli rientrare nella playlist.
10% abitudine – sono dischi che tengo sempre sull’ipod. Una selezione che non potrà mai uscire perché… perché senza quei dischi il mio ipod non sarebbe il mio. Ho bisogno di averli e di sapere che ci sono, anche se non li ascolto per un po’.
20% curiosità – dischi nuovi o che non ho mai ascoltato. La curiosità è fondamentale per scovare nuovi artisti e nuove direzioni. E poi, con un po’ di fortuna, potrebbero rientrare nel 10%.
20% sensazione – sono quelle canzoni presenti perché so che potrebbero darmi qualcosa. Hanno il mood giusto, il tono giusto per la stagione o per come mi sento. O quello che voglio provare o “non provare” (ottundimento dei sensi). Sono ragionati e istintivi allo stesso tempo. Chirurgici ma non troppo.

Un tempo, visto che ero giovane e stolto, avevo ideato una rubrica denominata Rock And Roll Doctor. Adesso sono solo uno stolto.

Per tutto questo post ho pensato di inserire una canzone, ma poi l’ho cambiata. Il motivo lo tengo per me, ma sappiate che quella che andrete ad ascoltare non è la canzone che avrei voluto inserire dal principio.
Ha un valore particolare… e la uso in certi momenti ben definiti.

Sfrutto l’anniversario della morte di Ronnie James Dio per mettere una cover dei Tenacious D di una sua canzone: The Last In Line.

https://www.youtube.com/watch?v=B0bPIgJSg00

Annunci

27 Replies to “Music Wizard (198)”

  1. Anche io penso che il processo possa essere biunivoco: scegliamo la musica, ma anche viceversa, la musica sceglie noi. E si lega indissolubilmente con i momenti che stiamo vivendo. Così, riascoltando quel brano particolare, magari allegro, magari spensierato, ti tornerà in mente quel senso di vuoto o di dolore che sentivi quando andava nelle radio. Oppure al contrario, un brano triste e disperato, può fare da colonna sonora ad un momento bello, ad un periodo felice e quindi si legherà a quello stato d’animo anche in futuro. Potenza della musica, che accompagna le nostre giornate e le colora e gli dà un timbro, al di là di tutto, anche di quello che stiamo vivendo

    1. Bel commento Giacani. Mi piace. C’è una parte di scelta e una parte di essere scelti. La musica si muove per conto suo ed è vero quello che dici: non sempre una musica triste fa da colonna sonora ad un momento triste. E viceversa. Si sceglie quello che si addice di più… o si sceglie quello che contrasta di più!

  2. Che la scegliamo
    O che ci scelga nn importa
    Il ritmo e i suoni scandiscono il nostro Tempo fin dal concepimento.
    Ogni suono e ogni nota e’ vita.

  3. Credo sia un po’ come osserviamo il mondo intorno, lo facciamo in base alle nostre emozioni, i nostri scazzi. Se è una giornata no, due cuccioli coccolosi o due innamorati per mano nemmeno li vedi e se li vedi ti vien voglia di passarci sopra con la macchina e far la retro.
    Così è con la musica, anche quando decidi tu il cd da mettere in macchina poi succede che vai avanti a cercare proprio quella canzone che spesso non sai nemmeno qual’è

    1. Esempio calzante (non mi aspettavo di meno ehehe). In effetti, a volte ci portiamo il cd che vogliamo… ma poi finiamo per ascoltare quell’unica canzone che definisce la nostra giornata.

      1. E ci sono quei giorni in cui passi in rassegna tutta la libreria con dischi e cd, apri il pc sperando nella sua memoria ci sia qualcosa di adatto e vaccamaiala niente che funzioni…
        Oppure al contrario ci son giornate talmente sciocche che anche il peggior trash italiano ti fa scassare dal ridere, muovere i piedi e il culo… ( sì, sono orribile, lo so non volermene ma faccio anche questo)

      2. Concordo anche stavolta. Ci sono giorni che vorresti qualcosa, ma non sai cosa… e cerchi cerchi cerchi finché… vabbeh, metti su la stessa identica canzone e via.
        A volte, invece, è salutare saper spegnere la “puzza al naso” e ascoltare le vaccate… eheh

      3. E’ veramente intrigante il fatto che ci siano componenti esterne e interne a noi sulla musica che ci arriva… credo che le due componenti si mischino, in fondo, in egual misura.
        E ogni tanto una Carrà è decisamente liberatoria !
        AHAHAHAH!

      4. Io non ascolto la Carrà! 😀 ahahahahahahah
        Se ci pensi è intrigante come cosa… ad uno sguardo distratto, ecco che “ascolti musica”… ci pensi bene e capisci che ci sono tantissime componenti che ti dirigono verso questo o quel brano 😀

      5. ( va bene, ho capito, devi mantenere intatta la tua dignità diica… ma io lo so, in realtà io so) 😀
        E sono così tante le variabili che non c’è, in verità, un collegamento comprensibile, se non a posteriori, ripensandoci.

      6. (ti dirò, di cose veramente trash sul mio Pc non ce ne sono granché… e su youtube neanche… vado con i Nanowar per l’ignoranza stupenda).
        Già, il classico “pensarci dopo”.

  4. 5% musica scema ahahah
    Bellissimo questo post, mai più vero di così *-* ieri, in piscina, ho obbligato l’istruttore a mettere la musica che dicevo io, ma alla fine era il suo ipod, quindi non è che lo abbiamo veramente obbligato ahahah

    1. Eh, mancava il 100% con il 5% di musica scema… anche se non ce l’ho… cioè, ho musica ignorante 😀
      Costringere a mettere la musica che si vuole è una cosa dovuta. Se l’ipod non è il proprio, c’è il rischio che non sia un grande affare!

      1. Musica ignorante È musica scema!
        Ma io ho proprio fatto la richiesta perché ho sentito che avevano messo i The Cranberries, quando l’hanno staccati ho urlato dalla vasca “UEEEEEE RIMETTI LA MUSICA CHE È BELLA” e quindi ogni volta mi chiedeva che volessi sentire ahahah

  5. è la bacchetta a scegliere il mago, signor Zeus!
    Io faccio così… Quando voglio scrivere un post perché mi sento triste e voglio scrivere qualcosa di triste metto musica triste. Se sono allegra e voglio scrivere qualche idiozia solitamente metto brani allegri, talvolta anche commerciali. Dipende molto dal mio umore. Se sono giù di morale voglio stare pure peggio e quindi metto pezzi struggenti. Leggendo il commento dell’inquilina cuoca mi è venuto in mente che in piscina (tranne quando ci sono le vecchie che fanno acqua gym) mettono musica classica ed è davvero una figata. Infine mi fido poco del mio istinto musicale. Una volta ero in un negozio e utilizzai shazam per scoprire la canzone… Uscì Ariana Grande, che all’epoca non sapevo manco fosse una cantante. Immagina il mio disagio. Ho perso la poca autostima che avevo in me.

    1. Hai letto Harry Potter ultimamente?! 😀
      Comunque anche io uso lo stesso sistema per scrivere, metto l’onda sonora giusta per quello che voglio scrivere 🙂
      Stessa cosa anche per cucinare 😉

      1. No ahaha stranamente non lo leggo da un po’. Però mi ha ricordato quella citazione lì, quando parlavi della musica che ti sceglie. Io cucinando poco e per poco tempo non metto musica… La metto quando faccio le pulizie : D

      2. Eheeheh… pensavo. Allora sono un detonatore di citazioni 😀
        Io anche quando pulisco, ma poi mi lamento che non la sento quando passo l’aspirapolvere 😀

      1. è capitato. Ovviamente dipende dal momento, dal periodo, dalla situazione e dalla reazione che vorrei. Ma per lo sconforto, Adele è una buona compagna

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...