Music Wizard (197)

Questo blog sta attraversando un periodo un po’ arrugginito. Penso sia dovuto alla mancanza di anticalcare nel mio sangue.
Me lo diceva sempre mia madre: a colazione mangia pane e AnitraWc. Così sarai sempre brillante.
Da quando vivo ho raggiunto la maggiore età (anagrafica – quella mentale è ancora da raggiungere) ho smesso di seguire il saggio consiglio materno e, di conseguenza, mi sono trovato con calcare e uno smalto meno brillante del solito. Per riuscire a bilanciare questa mancanza di brillantezza ho aggiunto, nella dieta mattutina (e di tutto il giorno), ampie dosi di olio di palma.
Seguo le pubblicità in maniera scrupolosa perciò mi sono fidato di uno slogan che diceva “che mondo sarebbe senza Nutella“?
Infatti ho fondato La Repubblica Nazionale di Nutella e ho scoperto che oltre ad avere l’olio di palma aveva anche gli zuccheri.
Perciò non solo avevo perso lo smalto, ma adesso rischiavo anche lo smalto dei denti.

Un brutto momento della mia vita: senza smalto e assediato dall’olio di palma che vorrebbe rendermi terribile alla vista.

Lo dicono i vegani: l’olio di palma ti fa diventare un dittatore di una Repubblica Sudamericana. Lo si sa e non lo si dice.
Io svelo questo segreto e vengo accusato, e neanche in maniera troppo velata, di pornografia.

C’è una concatenazione aristotelica (era aristotelica o platonica – no, platonico era l’amore, aristotelica era la rottura di balle alle superiori) fra mancanza di smalto – olio di palma – zuccheri aggiunti – smalto rovinato (dei denti) – trasformazione in un crudele e baffuto dittatore di una Repubblica Sudamericana.

Ricordiamoci che per essere un vero e proprio dittatore di una Repubblica Sudamericana bisogna essere in possesso di alcuni requisiti fondamentali:
– avere un soprannome con senso diverso da tutto quello che fai.
– un paio di mustacchi che farebbero impallidire il compianto Freddy Mercury o un bafficoltore hipster del Village.
– una passione smodata per sigari lunghi come l’avambraccio di un bambino.
– l’orologio da taschino con una storia strappalacrime (che nessuno ha voglia di sentire – tipo che è stato trasportato dal padre nel retto per 40 anni per poi dartelo. Al che, tu ancora non-baffuto proto-dittatore sudamericano, potresti chiedere: ma come mai hai dovuto parcheggiarlo nel retto per 40 anni? Eri in prigionia o altro? E il vecchio-nonché baffuto-ex-dittaore ti risponderà: per piacere. Al che tu non saprai mai se è un “per piacere” per concludere la conversazione o un “per piacere” per farti salire un conato di vomito).
– un panciotto bianco
– un grande appezzamento di ananas o cotone
– sgherri senza nome e sacrificabili in ogni momento: tipo Paco, Garcia, Tito, Gutierrez e quello che tutti chiamano “El Tapo” (ci sta sempre qualcuno chiamato solo per soprannome con la fama terribile).
– scarpe lucide e smaltate.
– una Rolls Royce bianca
– whiskey bevuto a tutte le ore del giorno.
– una figlia che chiamerai “nina” o “fijia” o “hey tu”.
– un cappello a tese larghe di color sabbia

Scusate, una cosa devo dirla, ma se vuoi essere un vero dittatore devi aggiungere “libertà”, “uguaglianza” o altro nel nome della tua nuova Repubblica.

Come ho potuto dimostrare, arrivando a lambire la pornografia (perché ho svelato il mistero e lasciato NUDA la verità), c’è questo legame terribile fra una colazione priva di AntriWc e una carriera in una Repubblica Sudamericana.

Annunci

23 Replies to “Music Wizard (197)”

  1. Aggiungerei al ritratto dell’apprendista dittatore, ma solo per quella vena di pedanteria didascalica che mi perseguita, una cintura di coccodrillo, ovviamente ucciso con le sue mani nude ancora adolescente, e un anello da mignolo con uno smeraldo colombiano grosso come una noce di macadamia, sottratto all’ultimo re degli indios amazzonici durante l’estrazione dei giacimenti di olio di palma. L’unghia lunghissima del mignolo risulta molto utile per esplorare orifizi vari, spuntare sigari e come coltello d’emergenza. Si sa che dietro ogni dittatore il golpe è in agguato come un gatto!

    1. Mela, direi che hai aggiunto particolari importantissimi alla descrizione. Mi manca anche la bionda esplosiva che rimane ad arrostirsi al sole bevendo margarita.

      1. La trama si infittisce! Qui si rende necessario uno spin-off che prenda vita dalla costola come Eva dal povero Adamo!
        La bionda che arrostisce al sole sarà adeguatamente protetta dall’olio di palma? Sennò a breve tocca girarla che è cotta..

      2. La trama è fittissima come la capigliatura afro anni ’70. Spin-off? Devo mettere al lavoro i copywriter che scrivono al mio posto 😀 eheh
        Secondo me è coperta da olio di palma al punto giusto… significa che sta friggendo bene.

  2. Alla nutella, perché sia veramente distruttiva bisogna aggiungere della panna montata e pucciarci dentro dei biscotti al cacao e nocciole… senza tutto questa… può addirittura essere curativa.

      1. e se quel miscuglio lo fai strati ( biscotti bagnati nel latte, panna montata con nutella e via all’infinito) poi lo metti in frigo… faccia da Homer di fronte alle ciambelle assicurata!

  3. Tra le altre caratteristiche per diventare un dittaore citerei le seguemti:

    – iniziare la propia rivoluzione rubando dei panini con il tonno, facendo pagare i tuoi avversari quando ti prensentano il conto
    – far parlare la popolazione locale lo svedese anche se sei in uno stato dell’America Latina
    – far cambiare le mutande ogni trenta minuti e per essere sicuri che ciò avvenga le mutande devono essere indossate sopra i pantaloni

    1. Ammetto che questi punti sono intriganti, soprattutto la parte del “panino col tonno”. C’è una ragione particolare per il tonno!?
      Le mutande sopra i vestiti sono classe pura.

  4. Figo questo pezzo musical. E anche quello scritto. Io mi sto ingozzando di olio di palma, la crisi di mezza età per fortuna mi è passata e infatti ho di nuovo i brufoli adolescenziali. Sai, avevo evitato le schifezze per circa un mese… Poi ho ripreso a mangiare lo schifo e ne sono felice. Ah, mi hai ricordato che devo guardare la 2 stagione di Narcos.

    1. Piaciuti i Kyuss?! 🙂 bene bene, sono uno dei miei gruppi preferiti nel genere. Li ascolto da una vita, veramente.
      Hai apprezzato lo scritto!? Sei sotto l’effetto dell’olio di palma, lo so 😀
      La seconda serie di Narcos mi è piaciuta! 😀

      1. Molto e ne sono stupita. Sì, ho apprezzato, mi piace leggere la gente delirare ahaha e non nego di essere sotto l’effetto di olio di palma : D

  5. Il dittatore di una Repubblica (ex-Repubblica quindi) che esporta olio di palma affamando i campesinos e intossicando i gringos è un gran bel programma se non fosse che normalmente ha la vita media di una gazzella in una gabbia di leoni. La Nutella fa male almeno quanto una pallottola. E la pallottola non ha nemmeno l’olio di palma. Vergogna!
    Il post-psichedelico è un buon anti-ruggine per il blogger.

    1. Ovvio che il dittatore ha la vita corta, ma finché vive c’è di che ridere. Le pallottole all’olio di palma sono dannose per tutti i tipi di salute ehehe

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...