[Both Sides Now] Here comes Johnny Yen again with the liquor and drugs and the flesh machine… Ovvero… T2: Scegli la vita,tirando avanti, lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai…

Vi eravamo mancati? Sì? No? Forse?
Comunque eccoci di nuovo sul luogo del delitto: Both Sides Now torna con una recensione di Trainspotting 2.
Buona lettura.

CineClan

Siamo tornati… Il saggio e divino Zeus e la vostra Penny Lane di quartiere sono tornati, perché non c’era altro modo di tornare se non con un “Both Sides Now” brutto, sporco e cattivo. Un “Both Sides Now” dove mettiamo in campo entrambi un pezzo di cuore e di pancia e di anima, ma lo facciamo talmente ognuno a modo proprio che sembriamo su due versanti opposti e invece… Invece… Invece scopritelo voi! E mi raccomando… Scegliete la vita!

Il problema con Trainspotting, amico mio (sempre che di problema si possa parlare…), sono i ricordi. Quel coacervo di passato, amore, lacrime e sogni che forma i ricordi. Trainspotting è legato a doppio filo alla mia vita. A quella privata che va a braccetto con quella professionale. Trainspotting è intrinsecamente Roma e un teatro a Trastevere. E’ la scelta di un salto nel buio. La scelta di far entrare nuovamente…

View original post 945 altre parole

Annunci

24 Replies to “[Both Sides Now] Here comes Johnny Yen again with the liquor and drugs and the flesh machine… Ovvero… T2: Scegli la vita,tirando avanti, lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai…”

      1. ATTENZIONE ATTENZIONE!!! DIO E PENNY SON TORNATIIIIIIII! FUORI DALLE FINESTRE! USCITE DAI PORTONI!… ALORA!!!!
        ;D

      2. in realtà oggi avrei tanta voglia di picchiare qualcuno o in alternativa battere la testa, ma forte forte, contro uno spigolo di cemento… ma non è il caso quindi che stupidera sia! 😀

  1. A me è piaciuto più il sequel dell’originale. Il primo Trainspotting aveva diverse scene disgustose e/o disturbanti, qua invece l’atmosfera è molto più leggera. E poi, anche la storia è molto migliore: nel primo film non succede nulla (a parte dei tossici che si bucano) quasi fino alla fine, qua invece c’è una vera storia che sorregge il film dal primo all’ultimo minuto. E questa storia è anche molto piacevole, e raccontata senza momenti morti.
    Riguardo a McGregor, per me il suo miglior film resta Jane got a gun (dove tra l’altro ha la parte del cattivo). Se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente.

    1. Mi dispiace wwyane, in questo caso siamo completamente in disaccordo.
      Trainspotting è un film su persone debosciate, negative e perdenti, non può essere ridotto ad una storiella leggera. L’atmosfera non può essere leggera! Per questi film, con i drogatini carini, c’è spazio in altre nicchie di Hollywood.
      Trainspotting (il primo) era anche la versione tranquilla e ripulita del libro – che è estremo in tutti i sensi ed è un gran libro – mentre questa è troppo soft e “per tutti”. Non c’è quella negatività, quella depressione tossica che deve esserci in un film di Trainspotting.
      Non concepisco il binomio Trainspotting – piacevole.
      Opinione personale, sia chiaro! 🙂

      1. Hai centrato il punto: il primo Trainspotting era un film che mostrava il mondo della droga in tutta la sua crudezza, il secondo invece è un film coi drogatini carini. È stata una mossa rischiosa cambiare la formula che era piaciuta così tanto negli anni 90, ma io l’ho apprezzata. Tu invece no, ma come hai detto tu è un fatto di gusti e opinioni personali.
        Comunque per me il miglior film con drogatini carini di sempre è The Counselor. A molti ha fatto schifo, io invece l’ho apprezzato molto più di altri titoli considerati dei classici del genere (come The Wolf of Wall Street: l’ho mollato per il disgusto dopo pochi minuti, e te lo dico da super fan di Scorsese). Grazie per la risposta! 🙂

      2. La stragrande maggioranza degli spettatori concorda con te, quindi probabilmente l’ho apprezzato solo perché sono un palato poco esigente. Comunque sono convinto che, se avessero dimezzato i dialoghi, ne sarebbe venuto fuori un cult. A presto amico mio! 🙂

  2. Belle entrambe le recensioni. Non penso che lo guarderò, anche perché devo ancora leggere Porno (lo sto dicendo da una vita, uff). Forse dopo la lettura del sequel cartaceo magari mi vedo anche il film… Ma non mi ispira, onestamente. Preferisco ricordarli giovani e perversi. I sequel mi hanno (quasi) sempre delusa (sì, ho un pregiudizio mio proprio) e solitamente quando si tratta di film li evito… I libri (sequel) solitamente li leggo.

    1. Grazie V.
      Guarda che T2 non ricalca quasi per niente Porno. Ne prende alcuni spunti, ma niente di più. Puoi vederlo senza problemi e senza grossi spoiler. I sequel sono sempre pericolosi, in questo caso è difficile superare il film originale. Non è un brutto film, sia chiaro, solo che non è all’altezza di Trainspotting.

      1. Ma più che altro sai cos’è… Vorrei proprio fare il confronto tra libro e film, di quelli beceri e banali : D Per questo quando posso evito il film prima del libro. Come hai fatto tu in questo momento, non in modo becero, ovvio : D

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...