Music Wizard (175)

Il tempo scorre inesorabile.
Il tempo, pur essendo in quantità infinita, è finito per natura. Anche perché, senza noi che ne scandiamo il passare dei minuti, ci sarebbe un’eterno presente. La memoria che abbiamo, la memoria del passato, è offuscata dal processo, inesorabile, del cervello per renderla più attuale, per cambiarla, adattarla e renderla più “viva” (?) o “ricordabile” (?).
Non ho idea di come lavori il cervello.
Bisognerebbe chiederlo a qualcuno che, di questo, sa qualcosa di più e non ad un blogger scapestrato come il sottoscritto.
Siamo in preda a ricordi che si sfaldano come brioche secche ed un futuro che è intangibile e vago. Viviamo al momento, sorretti da una forza incredibile.
Perché, possano dire quello che vogliono, sopravvivere adesso, nel 2017, è un atto di eroismo.
Lo so, uso la parola eroismo un po’ a sproposito. O in senso troppo lato.
Ma fateci conto: fra lavori che finiscono, pochi soldi, rifiuti, calamità e tutto quello che c’è, arrivare a fine giornata/settimana/mese/anno è un vero lavoraccio da eroi.
Lo vedo ogni giorno sul lavoro io, che come sapete gestisco una banda di dei incasinati. Finire la giornata e non provare disgusto, è qualcosa di simile all’eroismo.

Forse è un po’ esagerato, ma guardiamo l’eroismo in grandi gesti o grandi azioni. Io guardo l’eroismo anche nelle piccole cose. In certe quotidianità. In certi momenti della vita.
Il silente combattere ogni giorno per arrivare in maniera dignitosa a sera.
L’orgoglio di una vita onesta.

Quanta epicità in questo blog.
Troppa.
Il mese di gennaio mi sta portando ad una rivalutazione di certi aspetti spazio-socio-temporali. Forse sto invecchiando.
O, come mi hanno detto un giorno bevendo ambrosia: “Forse sei solo stanco. Finire un anno e avere la prospettiva di iniziare quello successivo da zero e ricostruire tutto, stroncherebbe anche il più forte”.
Forse è quello.

Annunci

18 Replies to “Music Wizard (175)”

  1. E qui ci starebbe da Dio quale tu sei, il grande Duca:”We can be heroes just for one day”. Un giorno da eroi possiamo accontentarci. Poi citando un altro mio personale “eroe”, 50 giorni da orsacchiotto potrebbe fare al caso nostro (Troisi docet)

    1. Ehehehe. Già, in effetti la scelta del Duca non sarebbe stata fuori luogo. Ammetto che potevo prendere quella come canzone del giorno e non la Black Label Society…
      Ottimo spunto redbavon, ottimo spunto.

  2. Secondo quanto hai scritto io dovrei essere una persona molto coraggiosa! Ho un rapporto difficile con il Tempo. Lo rispetto profondamente e ne sono quasi ossessionata. Ciò che più mi ossessiona del tempo è la sua dimensione, il fatto che non possiamo essere coscienti di due istanti contemporaneamente, ma che in un’ipotetica visione assoluta del Tempo noi siamo infinito.

      1. “Anche io ho un rapporto difficile con il Tempo”
        Se non ricordo male Esiodo, il Tempo era tuo padre e ha cercato di mangiarti….. tutto torna amico mio! 😉

  3. Ma pensa… Anche qua si parla di tempo… E come poi? Splendidamente come sempre, meravigliosamente cazzaro come solo tu sai essere…
    E con queste righe ti vedo seduto sul tuo trono, un fulmine in una mano, nell’altra una nuvoletta appena grigia… In bocca una pipa e sul tavolino accanto un bicchiere di uischi… A guardare oltre le montagne…
    Siamo epicamente eroi, ogni giorno, in ogni vita…

    1. Penso di aver tratto ispirazione dal tuo disegno. Credo. O forse era un post che dovevo scrivere e il tuo disegno è venuto giusto “in tempo”? 🙂
      Ecco, siamo epicamente e cazzaramente eroi 😀

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...