Ho messo un supereroe e mezzo, lascio? Civil War, la recensione

In questi ultimi tempi mi sto dedicando, in egual misura, a tre attività: cercare di finire le serie che sto guardando, tirarmi la mazza sui piedi con film ignobili e cercare di far andare in porto la storia che sto scrivendo.
Se nel primo caso la questione è solo “il tempo” e nel terzo è una questione di “logicità e correttezza nelle parole usate”, il secondo è masochismo dichiarato. Ho buttato a mare ogni residuo di coscienza e mi sono guardato, in successione, X Men Apocalypse (di cui potete leggere la recensione cliccando sul nome) e The Avengers – Civil War.
Questo secondo film ha una caratteristica in comune con il primo: tante star e una storia che incomincia ad essere sfilacciata, quando va bene, nulla, quando va male. L’importante è far entrare nel giro quanti più eroi possibili, così da rendere l’accozzaglia della trama poco più che secondaria.
Logico, c’è sempre Scarlett Johansson che tira fuori il lato becero del nerd, ma non possiamo puntare a voti positivi solo perché, qualche volta, si vede la Scarlett nazionale di profilo. Non si può.
si può

si può

La questione è sempre la stessa: da quando la Marvel (o DC) hanno incominciato a buttare fuori film sui supereroi in quantità industriale, la qualità di ogni singolo film è diminuita in maniera impressionante. Sono tutti concentrati su come vendere un singolo prodotto (la dentiera di Iron Man, il pannolone di Thor, le mutante di Black Widow – per il mercato giapponese, sia chiaro), che non c’è più l’interesse vero e proprio di creare un film degno di questo nome.
Paradossalmente, le serie televisive dedicate al mondo Marvel sono migliori dei film. Le trame sono solide, i personaggi non sono macchiette vendibili e ci sono tante cose positive che ti fanno dire: vabbeh, è un film che viene da fumetti, ma ci hanno messo un po’ di amore nel farlo.
Civil War cerca di portare un po’ del malloppone piagnisteo nei film Marvel. Cosa che non fa bene a nessuno. I film Marvel sono l’equivalente dei party universitari americani: tutta una sequela di azioni e battute ridarole. La divisione interna fra i gruppi di supereroi, il “dilemma” morale che percorre l’animo di Capitan America e gli altri… beh, francamente non ha profondità alcuna.
Sei un supereroe, per l’amor di Satana!!
Hai dei poteri che sono cazzuti, meglio di tutti… allora fai la cosa giusta: fottitene.
E non stracciarmi le balle.
Perché il combattimento davanti all’hangar (attenzione BOILER), per permettere la grande fuga di Cpt. America, dopo un po’ annoia. Ci sono un paio di botte, ci sono le battute di Spiderman (tirato dentro dopo x-mila film) e ci sono le esplosioni… ma non ti rimane dentro quella voglia di “datemi ancora qualche testata nucleare, ne voglio di più”. Niente. Finisce e tu aspetti che partano.
Che tutto vada in base alla trama.
Il colpo di coda è quello che manca.
Avete delle grandi cazzo di storie da cui attingere, mi dico, perché per il DEMONIO non prendete qualcosa di buono e lo sbattete sullo schermo!?
E lo dico io, che di fumetti non ne leggo.
RAT MAN a parte, sia chiaro.
Il fatto è che ultimamente i nemici sono talmente poco “terribili” da renderti la vita difficile: non sai se uccidere i buoni (come spesso speri) o se mettere fine a quel nemico analcolico che non ti da soddisfazioni.
Il grande nemico, il VERO NEMICO, è qualcuno che riesce a renderti gradevoli anche i buoni. Senza un VERO NEMICO, i buoni sono solo dei coglioni in calzamaglia. Con un VERO NEMICO, sono dei coglioni in calzamaglia con uno scopo.
Il tizio (occhio, BOILER!!!) che vuol far saltare tutto per vendicare la famiglia, Grande Capro, è talmente trito e ritrito che ti annoia. Inoltre non è pericoloso (anche se l’idea del lavandino è stupenda). Ma non ha profondità. Non ha niente. Lo vedi e continui a dire: quando c’erano i cattivi, i supereroi arrivavano in orario.
Adesso no.
In compenso ci sono le cartelle di Iron Man promosse da tizi di almeno 17 anni che fanno i fighi in un cantiere. Ok tutto, Satana vi divorerà. Questo è sicuro. Ad una certa età smetti di portarti la cartella con Iron Man e inizi a vergognarti del mondo.
Son stufo di berciare come una vecchia squaw, perciò vi saluto e vi lascio così. Con una foto a modo.

si chiama
si chiama “acchiappa-click”

Il film non vale la pena vederlo. Giuro.
Non perdete il vostro tempo. Lasciate a me questo compito ingrato.

Annunci

59 Replies to “Ho messo un supereroe e mezzo, lascio? Civil War, la recensione”

  1. sai cosa succede?…
    negli ultimi anni si tende a dare così tanto “spessore” ai cattivi, ad analizzarli, “perché è diventato cattivo, poveretto” ( poveretto immaginalo detto da HelloSpank), “cosa gli sarà mai successo da bambino?”, “com’erano i suoi genitori?”, ” che carino si innamora anche lui”… che alla fine ci possono anche piacere…
    Tutto questo per dire… i cattivi son così poco cattivi che alla fine, se va bene, vorresti rovesciare la televisione e massacrare i buoni di schiaffi ( andata e ritorno, sia chiaro)…perché si accaniscono su dei poveretti, diventando dei bullidimerda!
    Io rivoglio i miei vecchi, cari e stronzissimi cattivi e non voglio vedere in loro un briciolo di umanità… checcavolo!
    l’ho detto, uff… mi sento più leggera.

    1. Esatto.
      Rivoglio i cattivi lerci, sporchi, ignobili e veramente disgustosi.
      Quelli. Non la versione slavata che ci propongono adesso. Cattivi così teneroni che non sono cattivi, ma solo buoni difettosi.

      1. e i buoni? iniziano a starmi sul culo perchè non sei un eroe, figuriamoci SUPER… vatteneaffanculo che combatti contro dei peluche, pure io quando mi partono i nervi sono in grado di atterrarli!!

      2. c’è grossa confusione tra i ruoli….
        mi sembra il carabiniere che una volta fermata per eccesso di velocità ( eviterei di scendere nei dettagli) era mortificato e mi stava giustificando… e ho dovuto riprenderlo dicendo ” abbia pazienza, mi deve fare la multa… ne sia almeno convinto diamine!”

      3. ma scusa… già sono a dir poco incazzata che tra mille macchine che stanno arrancando fuori dalla città scegli me… che sono nella corsia tutta a sinistra e devo attraversarne due per arrivare da te, rischiando non ti dico cosa… mi devi ancora accogliere con ” mi dispiace signorina, davvero, io mi rendo conto che è tardi e poi subito all’ingresso della tangenziale non è il massimo…”
        vatteneaffanculo, preferivo un tombino apocalittico e due schiaffi!

  2. Ecco,ora sì che mi piaci!
    Il problema è che secondo me andrà sempre peggio se il regista di Thor Ragnarok dichiara che sarà un film comico… NO! NO! NO! Thor Ragnarok NON può essere comico!

      1. Tu non potresti mai uscire dalle mie grazie… Sei un Dio,mica un Dio si molla così su due piedi,altrimenti cosa sarebbe la fede? (o almeno così dicevano al catechismo millemila anni fa…)
        Lo so che aspetti qualcosa da me,ma volevo lasciarti un po’ di tempo per tu sai cosa aspetto da te. A questo punto… Obbedisco! *garibaldina mode ON*

      2. In realtà mollare un Dio per qualcosa di diverso, beh, è saggezza ehehehehehe.
        Fede? Mai sentita. Ma quando la trovo, ti avverto amica mia! 🙂
        In realtà mi sa che quello che aspetto io (Roooooooo….) è esattamente quello che aspetti te (Roooooooo….). Per l’altra cosa avevo già mandato tutto.

      3. No,quello che aspetto io da te è il racconto che stai scrivendo fino a dicembre,altrimenti non posso leggerlo tutto di fila! XD
        Ok,amico mio,noi due dobbiamo tornare a parlarci,altrimenti andiamo fuori di testa…

      4. Ahahahahahaha. Ok, quello che stai aspettando te è in produzione. Sto scrivendo ottobre, perciò ne mancano ancora tre (due e mezzo dai).
        Direi di sì… 😀

      5. Aspettare!? 😀
        ehehehehehehehehehe
        Io scrivo, ma non ero soddisfatto delle ultime versioni e allora ho cancellato diverse volte. Un brutto lavoro creare una storia.

  3. Io non l’ho ancora visto. Purtroppo lo farò per completezza. Piaciuto a tutti quelli che conosco io ho paura che conoscendo bene il fumetto di rimanere seriamente deluso perchè se ho capito bene è una storia d’amore tra Cap e Soldato d’inverno. Bah…ho perso interesse da dopo il primo avengers che per me resta il migliore tra cazzotti e comicità.
    Su Xmen invece lo voglio vedere. In un modo o nell’altro anche questa seconda trilogia mi è piaciuta e vorrei chiudere la storia. In questo caso chi la visto mi ha detto di lasciar perdere come per Batman V Superman e quindi sono fiducioso che mi piaccia. Ultimamente mi rendo conto di avere gusti tutti miei.

    1. Hai le tue opinioni, mi sembra un’ottima cosa. Non basarti sui miei giudizi, sia chiaro, io sono un cazzaro di prima categoria, con il gusto per il ridicolo. Mio e dei film.
      Batman vs Superman era orribile.

  4. Primo commento durante la lettura: io comprerei molto volentieri le mutande usate di Black Widow. Si dice che il veleno della vedova nera si possa adoprare per curare le disfunzioni erettili. Una curiosa coincidenza, non trovi?
    Piuttosto mi sembra di notare che non specifichi che le foto le prendi dal webz e non eri sul sets del films.

    1. In effetti ho sbagliato a scrivere una cosa: le mutande di Black Widow sono pensate per il mercato giapponese e per Ysingrinus. Errore imperdonabile. Sono una persona che si dimentica particolari per strada.
      Non ho specificato. Sono un mattacchione e volevo far credere che io… ehhhh…

    2. Vecchia squaw, Ortolani ha parlato lungamente nell’esalogia di New York il problema dei cattivi che scompaiono rendono inutili, come super-fluo, tutti i super eroi. E molti anni fa, sempre il Ortolani ci insegnava la differenza tra Uomini in calzamaglia e Super Eroi, i tempi della Seconda Squadra Segreta! Che tempi!!
      Satana li divorerà, ma prima li farà vergognare tremendamente per decenni, come è giusto che sia!

      1. Dove pensi che abbia tratto ispirazione per questa lunga sequenza di banalità?! Io prendo quanto di buono ha detto Ortolani e lo peggioro come solo io so fare!
        Satana Rules!

      2. Mi commuovo sempre pensando ai primi Rat-Man. Ed anche ai secondi e terzi. Alla fine con Rat-Man piango piú di quanto rido. Il numero 100 è da disperazione totale.

      3. La stessa disperazione che prova Ortolani quando a distanza di anni, dal primo numero, lo intervista due volte la stessa giornalista, però all’epoca aveva delle belle tette piene ed al numero 100 l’età ha giocato un tiro mancino.

  5. A me non è dispiaciuto.
    Il soldato d’inverno era un’altra storia, questo è ovvio, tuttavia anche Civil War l’ho gradito.
    C’è un po’ troppa caciare, avrei voluto vedere qualche calzamaglia in meno, magari poteva durare anche solo 2 ore. Insomma, i difetti ci stanno, è innegabile.
    Però non ci ho visto tutto questo schifo. Un cinecomic brutto è il primo Thor, un cinecomic pallos è il primo cap, un cinecomic orrendo è uno dei due The Amazing Spiderman. Civil War è un’altra roba, un altro livello, un altro tutto.
    Può non piacere, va da sè.
    Ma anche piacere. E in questio io non faccio testo giacchè ho sbavato pure su Man Of Steel e Bat Vs Sup 😀

    1. Ma io lo dico sempre: non so scrivere recensioni. Sono un cane.
      Io vado a pancia e butto fuori il peggio che c’è in me proprio con questi film. I film con Thor sono inguardabili e il primo Cpt America era noia pura. Gli ultimi Spiderman mi fanno venire la tristezza.
      A me Bat vs Sup mi ha steso. Non mi è proprio piaciuto.

      1. a me pare il contrario, che invece tu le sappia scrivere bene, anche perchè in un paio di passaggi stavi quasi per convincermi che civil war sia una cagata 😀

        sai, anche io vado sempre di pancia ed evidentemente ho più pelo sullo stomaco se ho adorato pure BvS ahahhaahah

  6. tranquillo Zeus, devo ancora vederlo e dopo questa recensione o quello-che-ti-pare-che-è devo assolutamente vederlo. Non che fossi troppo convinto perché Capitan America, da quando portavo io la calzamaglia, mi ha sempre annoiato. Capitan America mi ha sempre fatto tristezza tra tutti i super-erori (a parte Robim, che non è manco un eroe, è uno “de passaggio”).
    Non capisco nemmeno perché sto perdendo tempo a commentare qualcosa che parli di Capitan America…un saluto.

    1. Ma sai che tenerti incollato a parlare di Cpt. America senza la tua volontà è uno dei miei trucchi per aumentare la permanenza sul mio blog? Cosa che mi porta fantasmilioni di richieste di collaborazioni da parte delle migliori testate giornalistiche internazionali… come Il Corriere Della Bronza D’Oro o The Vegan Courier For Vegan People.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...