The Apage Jukebox Satana (152)

Sto riducendo il mio contributo sul blog al minimo indispensabile. Sprazzi, indizi e niente di più.
Disaffezione? Carenza di idee? Mancanza di stimoli?
L’indicatore è sempre lo stesso, io scrivo meno, il blog latita e prende polvere. E non c’è neanche la Signora Delle Pulizie a rassettarmi il blog e perciò, quando ritorno, sembra una discarica.
Pazienza. Ci saranno momenti migliori.
Visto che mi sto arrotolando su me stesso con le parole, ecco che vado subito alla musica.

Rotting Christ – Apage Satana
Un disco, Rituals, che mi piace. Non è uno dei migliori in assoluto della band greca, ma si fa ascoltare e, rispetto al precedente Kata Ton Daimona Eaytoy tutte le tracce mi garbano assai (nel precedente alcune le ascolto, ma aspetto la successiva).
In un disco dall’attitudine tragica (nel senso proprio di tragedia greca), Apage Satana salta fuori per la sua componente sciamanica. Meno chitarre, più percussioni e la retta via è stata tracciata.
Sakis Tolis dice che Rituals sarà il trampolino di lancio del futuro sound della band.
Vedremo… intanto ascoltatevi Apage Satana dal vivo.

Annunci

43 Replies to “The Apage Jukebox Satana (152)”

      1. Farò finta di prenderlo come un complimento… Oggi la Ale mi ha dedicato una frase di Sick Boy,quindi copro tutte le branche dello “scibile” umano oggi XD

      2. Ok,amico mio…Se lo dici tu! XD
        E pensare che un tempo ero quello che mai sarebbe stata associata a sesso,droga e rock’n’roll XDDD

  1. allora, a far le pulizie stoammerda ( non per nulla casa mia si chiama come si chiama…) ma vediamo di rimetterci in sesto….
    “… la porta si spalanca e all’ingresso, con grembiule da nonna a quadretti bianchi e blu, dalle tasche escono tubetti per fare bolle, in testa un foulard rosso a pallini blu, in una mano il secchio con spazzolone, scopa e paletta… nell’altra stracci di ogni colore…. e via! spalanca le finestre….
    – muoviti DiodiUnDio! accendi la musica e mettila appalla, BioParco! ( ops!… forse anche meno)
    dalla tasca destra estrai un secchio di colore con pennello ( scegli il colore ma mannaggialavaccanondirenero!)
    nubi di polvere saltellano da ogni dove… ma la polvere non si spreca, MAI!… dalla tasca sinistra tira fuori un barattolo e la mette lì… quando chiude il coperchio la polvere diventa colorata…
    – Tieni, questa fa da lanterna… avviti e sviti il tappo per avere più o meno luce…
    Continua a correre in ogni angolo della casa con la velocità di un topolino di campagna che corre da biscotti seminati in giro…
    Lui in un angolo, vestito di nero ( e con questo caldo non è che sia il massimo…), seduto su uno sgabello selaridedigusto ( spero, altrimenti vuol dire che mi caccia a colpi di scopa!)
    Passa velocissima saltando sulla scrivania, facendo volare tutti i fogli e le penne… che magicamente scendono in ordine e sistemati…
    Ultima corsa….. e in scivolata salta fuori dalla porta SBAM!
    ( e per questa volta non ti faccio pagare ma ti avviso, le prossime pulizie le paghi!)
    😀

      1. ALLLEEEEEEE!!!!
        ( detto saltando in piedi con le braccia al cielo!) corro ad affettare il pane, alla carne pensaci tu!
        apro due barattoli, crema di peperoni, salsa di pomodoro piccante e zucchine in carpione… va bene?

      2. non sai cosa sia il carpione? ( ci sta… forse lo facciamo solo qua…)
        ( tu hai fame?… se solo riuscissi a superare il fastidio del “devo farne”…. potrei mangiare anche la casa!)

      3. spiegazione veloce, perché sono come il cucchiaio di latta per la cucina…
        roba ( la qualsiasi) fritta e poi cotta e conservata in olio e aceto di vino con salvia e aglio…. si mangia freddo ed è uno sballo ( le bistecche impanate – si dice così?)
        – bava alla bocca come Homer di fronte alle ciambelle…

      4. Minchia! Tanta cosa.
        Secondo me funziona… mi piace. Le bistecche impanate sì. Ma mi vengono in mente, zucchine a parte, melanzane etc.
        Ho una famazza da urlo. Arrivo a casa… no, anzi, vado a caccia di elefanti qua in zona! 😀

      5. Buona caccia allora! 😀
        È visto che ti piace cucinare:
        Prendi le bistecche, le impani e le friggi… A parte fai soffritto di aglio tagliato a fettine ( anche spessotte) e salvia… Poi ci aggiungi acqua e aceto di vino bianco in parti uguali ( il tutto deve bastare per coprire le bistecche messe in un contenitore) chiudi e metti in frigo ( procedimento base e veloce e friggi tutto ciò che vedi!)

      6. no! è una cosa da pic-nic estivo!… ci si sbatte un giorno a cuocere e per il tempo successivo lo sbattimento più grande è aprire il frigo!

    1. Hai ragione.
      Si fanno i fatti degli altri però.
      O troviamo un Donno… nerboruto come un uomo ma con la sensibilità femminile. Una Miss Doubtfire con chili e chili di muscoli di più!

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...