(n)Euro 2016 – Arrivederci Islanda (#23)

Siamo al The End della grande favola dell’Islanda.
Grazie mille ragazzi, ci avete regalato un’emozione in questo terribile, noiosissimo Europeo.

Do As I Say, Not As I Do

Ebbene sì, anche l’Islanda lascia Euro 2016. Ma diciamocelo: i francesi avrebbero anche potuto farne quindici, di gol. Ma il mondo continuerà a tifare per questi imperiosi vichinghi un po’ hipster. A voi il bel resoconto di Zeus:
LA FAVOLA È FINITA
Dopo la grande prestazione contro l’Inghilterra, l’Islanda finisce impallinata dalla Francia e saluta l’Europeo che l’ha vista come una delle grandi rivelazioni insieme al Galles.
Siamo tutti dei romantici. Ci piace sognare che lo sfigato, l’underdog, colui che non potrà mai vincere sarà quello che, alla fine, vincerà contro tutte le sfortune. Crediamo in questa cosa anche per uno spirito di rivalsa sociale e morale. Non sempre succede, e infatti per l’Islanda non è successo, ma per il Galles il sogno è ancora vivo.
Ma veniamo alla partita.
http://images.performgroup.com/di/library/GOAL/66/9/france-iceland-uefa-euro-2016_lj3qsy9ph06s1ddqh39f3pgua.jpg?t=-1309730019
La prima parte della gara vede il classico schema squadra grande – squadra piccola: Francia che attacca e Islanda che…

View original post 428 altre parole

(n)Euro 2016 – Solita sofferenza e rincorse rivedibili (#22)

Psicodramma italiano e tedeschi vincenti.
Tutti parlano del rigore di Pellé, nessuno della fortuna di esserci arrivati ai rigori.
Misteri.

Do As I Say, Not As I Do

E alla fine l’Italia venne eliminata. Ai quarti di finale, come ad Euro 2008, ma almeno senza fare figure di cioccolata, come era invece accaduto negli ultimi due mondiali. La qualità a disposizione era limitata, ma grinta e organizzazione hanno compensato parecchie lacune, a tal punto da portare ai rigori la Germania campione del mondo in carica.

È stato bello vedere Grazianone Pellé, non esattamente Gigi Riva, riuscire dopo 120 minuti a calamitare ogni palla lunga – e poi pazienza se il controllo non era proprio dolcissimo. È stato bello vedere De Sciglio giocare a calcio dopo più di due anni di anonimato, così come è sempre bello vedere San Gigi fare miracoli in porta. Certo, le palle roteano, perché perdere ai rigori non è mai piacevole, ma l’unica cosa che si può rimproverare a Conte – a mio avviso – è l’aver sostituito Chiellini con Zaza a 15 secondi…

View original post 587 altre parole