(n)Euro 2016 – Di exploit italici e nasi onnipresenti (#09)

Ieri eravate via?
Non avete sentito la novità? C’è stato un pareggio fra Irlanda e Svezia.
Ah sì… scusate… anche l’Italia ha vinto! E il (N)Euro Team 2016 è sempre, SEMPRE, sul pezzo.

Do As I Say, Not As I Do

Siamo sinceri: nessuno dava mezza possibilità all’Italiaccia di questo Europeo. E invece… Colpoditacco e Gintoki raccontano come è andata ieri sera (alla facciazza del repsonsabile marketing della Jupiler).

IRLANDA BENE, MA NON BENISSIMO
L’Irlanda è tra le Nazionali che in genere suscita più simpatia, sarà perché i suo giocatori ci mettono sempre tanto cuore in campo raccogliendo però poco e niente. È andata così anche contro la Svezia: nel primo tempo gli Scandinavi sembravano disorientati dalla pressione degli irlandesi come noi poveri mortali quando dobbiamo montare i loro mobili. Ibrahimovic non pervenuto, era impegnato a indire conferenze stampa in cui sbeffeggiare un po’ chiunque. Hendrick, Brady e di nuovo Hendrick ci provano dalla distanza sparando dei missili terra-aria: quello di Brady si porta via un pezzo di traversa e il bianco dai boxer del terrorizzato portiere svedese Isaksson.

Nel secondo tempo la musica è sempre quella di un violino irlandese…

View original post 815 altre parole

Annunci

(n)Euro 2016 – Löw e la ricerca della felicità (#08)

Arrivo con un po’ di ritardo… ma arrivo.
Non ci sono più i reblog di una volta. Perciò leggetevi cosa il (N)Euro Team 2016 ha capito della sfida Germania – Ucraina!
Poco, per la verità. Ma c’è Löw che fa spettacolo e ci sono foto di tifose discinte.

Do As I Say, Not As I Do

In attesa che il Belgio impallini l’Italia in serata, oggi lo spazio quotidiano di (n)Euro 2016 è dedicato alla Germania: ai titolari, agli assenti e… a chi non sa di essere in mondovisione.

TEDESCHI SENZA PROBLEMI
Prima partita della Divisione Panzer tedesca e si va subito contro gli ucraini e, contrariamente a quello che dice il risultato (2-0 per i teteski), il match non è stato a senso unico.
Le motivazioni vanno ricercate in due punti:
a) la Germania giocava, forse, al 40% delle proprie potenzialità;
b) Götze, come falso nueve, è inutile e irritante. Avessero un centravanti piedi di legno ma gol nel sangue… oddio, c’è Gomez…ecco, ho un dubbio amletico.
Ma così non è e la partita è andata avanti a strappi, contropiedi e azioni svanite negli ultimi metri come nella migliore tradizione di Pro Evolution Soccer. Il match vede contrapposte due filosofie: le divisioni tedesche pressano…

View original post 466 altre parole