Dirty Grandpa (no, non è un un post porno… ma una recensione)

Sulla scia della mia più totale ignoranza filmistica, mi sono gettato come un pesce nella pastella su questo Dirty Grandpa. Il fatto di avere dentro Robert De Niro mi aveva fatto temere il peggio, ma non pensavo di vedere una così sublime rappresentazione del male. I più arguti di voi (e sono molti) potranno subito levare la mano e dire: ma, Zeus, c’è Robert De Niro!!! Ha recitato in Taxi Driver o Toro Scatenato… Ha recitato in Ronin.
Vero, ma ha recitato anche nella tripletta di film con Ben Stiller. E questo fa male al cuore. Lo sappiamo tutti: quando De Niro si getta nella commedia, questa esce pecoreccia. C’è poco da fare.
Con i migliori presupposti mi sono dedicato a guardare un film con la sicurezza di trovarmi di fronte alle classiche faccette del De Niro commedioso, a Zac Efron (e già so che le più giovani delle mie lettrici staranno già incominciando a scandagliare il web per vedere cosa fa questo Zac Efron), pattume vario e topa in abbondanza.
Una volta partito il film, signori e signore, il mio spirito si è illuminato. Ho trovato un nuovo motivo per vivere sereno. Mi sono sentito come Budda sotto l’albero (era un albero? Non go voglia di vedere su Google… in caso di errore sostituite con la cosa giusta e non venitemi a scassare la minchia) e ho capito che c’è del buono nel mondo.

  • Robert De Niro fa una serie di faccette da farti venire voglia di alzarti e prenderlo a pigne in faccia finché non ti vien mal di schiena. In compenso riesce ad umiliarsi venendo ripreso mentre si fa una pippa davanti ad un film porno. Incredibile.
  • Zac Efron, a quanto leggo su Wikipedia, è un fiero rappresentante della Accademia di Recitazione Canina. Posso capire che le giovani si sciolgano come ghiaccio al sole vedendolo, ma vederlo recitare produce una sonora orchite.
  • Il film è inutile e, cosa più interessante di tutto, cerca persino di darsi un tono mettendo una morale finale. La cosa mi ha deliziato. Un po’ come servire una merdazza al ristorante tre stelle Michelin e, per mascherare la merdazza, la si decora con una bellissima struttura di zucchero. Ma non vorrei essere troppo catastrofico, perché poi vengo accusato di snobismo e vi dico subito che ci sono comunque delle cose interessanti in questo film.
  • a) prima cosa interessante: la quantità di topa in questo film supera di gran lunga la qualità media della recitazione. Anche se, permettetemi di spaccare un femore di qualcuno in favore di Roberto De Niro: recita di merda e fa un ruolo idiota… ma è meglio di tutti gli altri messi insieme.
Ovviamente è una foto da internet… anzi un fotogramma da youtube, per essere precisi.
  • b) altro momento topico. Nel film ci sono alcuni personaggi inutili ma che fanno contorno. Chi? Pam (un drogatone schizzato che non serve veramente a niente in tutto il film e che ha il solo scopo di far dire: “ah, il solito Pam”) e i poliziotti ignoranti come un idrante.
  • ATTENZIONE BOILER: il cugino che si bomba la promessa sposa del protagonista è un classico. Ma riesce a raggiungere vette inaspettate quando esprime a tutti, prete compreso, il suo personale piacere nella cinofilia estrema. In questo caso non è recitazione, ma servizi manuali di piacere per cani.
  • I bellocci americani sono ignoranti come le mie scarpe. Stupendo. Li vedi che sciamano nelle strade della Florida come bufali storditi e capisci che la, tu, Europeo e perciò vecchio, ti sentiresti quasi un’intellettuale. Questi ignorantoni con testosterone a mille e cervello sotto sale vogliono essere protagonisti. Un po’ come i neri, stereotipati al massimo, cattivi e rapper. Ormai non so più cosa dire io nelle mie recensioni… ci pensano già i registi ad umiliarsi da soli.
  • In compenso c’è un sacco di topa. Oh, dovevo dirlo, solleva il morale in un film come questo.
  • Il nostro cagnone Zac Efron, ATTENZIONE BOILER, si innamora di una sua ex compagna di corso di fotografia che, ovvio, gli ricorda un periodo felice della sua vita. Solo a scrivere questa cosa mi sono dovuto stringere il cilicio sulla coscia. Sto soffrendo.
  • Il regista, per evitare buchi nella trama, ha optato per la soluzione “uomo ombra”. In cosa consiste questa abile tecnica cinematografica? Non mettere la trama. Dirty Grandpa rivoluziona un detto pubblicitario: il buco con il film intorno.
  • Per salvaguardare un briciolo della dignità di De Niro, che ormai si è fumato per tutto il corso del film con una parlantina da Drive-In e programmi italiani di serie Z, gli fanno fare anche una scena di sesso con la tizia che vedete nella diapositiva sopra. Ovviamente anche qua perde dignità a fiotti, ma gli fanno tenere su i mutandoni. Anche a lei. Non si capisce come hanno fatto a far sesso.
    Scrivo a Cioè per risolvermi questo dubbio esistenziale.
Ah, ovvio, non ero in camera anche io. Questa foto è da internet.
  • Ho capito che la tristezza, e la gioia intima, che ti provoca vedere queste porcherie ha un fine ultimo. Quale? Tutto il film serve solo per una delle scene che anticipano il finale. In questa scena, ATTENZIONE BOILER, ci sono le diapositive del weekend “pazzo” che Zac Efron e De Niro hanno passato insieme. Che matti. Che simpaticoni. Che burloni. Che film demmerda. Ma, nonostante tutto, quest’ultima scena fa anche ridere. Giuro. Ho sorriso…

Alla fine questo film è un capolavoro. Lo so, non ve lo aspettavate.
Premiato all’Accademia Canina 2016 e vincitore di numerosi premi fra cui il Pecoreccio D’Oro 2016 e il Membro di Segugio 2016, Dirty Grandpa vincerà a mani basse anche da voi. Perché ci vuole voglia per vedere un film premio Oscar, ci vuole impegno per vedere un grandissimo film di un regista importantissimo… ma ci vuole incoscienza, un fegato di ferro e un cervello distrutto dall’elevato consumo di trielina a colazione per vedersi questo capolavoro di neorealismo americano.
Io lo consiglio a chi, come me, è una persona che non deve chiedere mai.

Annunci

35 Replies to “Dirty Grandpa (no, non è un un post porno… ma una recensione)”

  1. Ho messo via il cilicio per l’estate per cui è matematico, anche geometrico se vuoi, che non andrò a vedere questo film, ma questa recensione sicuramente valeva la pena di essere letta. Mi risolleverebbe la giornata persino se a vederlo ci andassi davvero 😀

    1. Grazie mille.
      In effetti meglio tenersi il cilicio, fidati, che vedersi sta porcata.
      Ma io la guardo comunque… masochismo? Voglia di stroncare film? Decidi te!

  2. Mi chiedo però perché ti ostini a farti del male. Forse perché è più divertente scrivere stroncature? Beh, è più divertente anche leggerle, direi.
    Ciao ciao 🙂

  3. Zacchefron te lo consiglio in un film assolutamente di livello (che tipo di livello deciderai tu), We are your friends, dal regista del duo di Catfish (quelli di emtivi che andavano a beccare i personaggi ambigui su Facebook nella vita reale) e con attori del calibro di Emily Ratanov… non ho idea di come si scriva, ma pare sia la gnocca della pellicola, e Wes Bentley. Sono un gruppo di debosciati che vogliono arricchirsi nel racket delle serate in discoteca, finendo con il boh, morire, farsi, ballare, fare roba, visitare dj falliti/alcolizzati. E uno di loro si chiama Scoiattolo! ok, si chiama Squirrel, ma non riuscivo a non pensare all’omonimo animalino ogni volta che pronunciavano il suddetto nome. Preparati, musica tamarra come se piovesse e una moderata quantità di gnocca.
    Tornando a nonno zozzone, volevo vederlo non fosse altro per rendermi conto dell’abisso in cui è sprofondato De Niro dai tempi del glorioso Sfigatto. Da quello che scrivi, sembra peggio di quanto stessi pensando, per cui la cosa mi interessa parecchio.

    1. Tu mi riscaldi l’anima citandomi film ignobili ed ignoranti. Se è tanto brutto quanto me l’hai descritto, penso che farò un salto a trovarlo. Non posso giurare di pagare il cinema per vederlo, ma devo recuperarlo. Così posso morire dentro ancora un po’ guardando film inutili e ignobili.
      Che stupenda cosa.
      E Emily R. (io abbrevio per ignoranza) ha il suo perché, a quanto vedo su Google (non la conoscevo prima). Perciò il film non può che brillare di recitazione canina.
      Nonno zozzone va visto. Te lo dico perché mi sembra che hai il palato buono! Sai cosa cercare di bello nel mondo del cinema.
      Ps: senza dire niente di spoiler, ma De Niro fa (DI NUOVO) l’ex marine. Incredibbbbile.

      1. Ci sono questi attori che fanno sempre le stesse cose, ma non tutti reggono certe prove… penso a Clint Eastwood costretto con la forza a interpretare uomini duri allucinanti, ma guarda Gunny, una specie di commedia o quasi, fatta bene. L’ex marine debosciato, oddio… si va oltre il semplice “non prendersi sul serio”, qui ci si prende per i fondelli direttamente. Nemmeno Mario Carotenuto era macchietta a ‘sti livelli 😀 oddio, vabbé…
        Mi dirai su We are your friends e soprattutto sulla sua stupendissima colonna sonora! io intanto mi cerco di vedere questa profonda prova di recitazione abbaiante 🙂

      2. Clint Eastwood ha il mio supporto perenne. Non posso dire niente, né su di lui, né sul fatto che recita con i denti stretti. Incredibile, ha la stessa capacità di fornire emozioni di Springsteen… e tutto a bocca chiusa.
        Non so se hai notato (e a me, Springsteen, piace), ma il Boss canta con i denti serrati.
        De Niro ormai ci ha lasciato per paradisi dorati e da soldoni facili. Ci metterà mezzo minuto ad imparare la parte e mezzo per recitarla, il resto, spero per lui, lo sfrutta per droga e sesso. E sì che aveva fatto anche un film decente come Lo Stagista con quella cagna recitante della Hathaway…
        Ovvio che lo guardo ahahaha… sto già preparando le crocchette per i cani e i fuochi d’artificio per festeggiare la bruttura suprema.
        Io aspetto un tuo parere a caldo, allora 😀

      3. Appena lo vedo ti faccio sapere!
        Come potrai immaginare Clint è uno dei miei attori preferiti, ma gli voglio bene anche come regista, s’intende 🙂 piango al solo pensiero di Million dollar baby, ma lasciamo perdere. Non ho fatto caso al modo in cui canta Springsteen, sai, ma non sarà un peso riascoltarlo in qualche performance dal vivo.
        De Niro, ormai avrà voglia di divertirsi, dopo tutta questa serietà vorrà andare in pensione da attore figo con stuoli di gnocche e il modo migliore è stare sul set a far finta di lavorare in film con alto afflusso di belle donne. Come dargli torto, insomma.

      4. Idem per Clint. Come attore e come regista (a parte Afterlife che, a me, proprio non è piaciuto… anzi…ma forse devo rivedermelo) è sempre piaciuto. Con MDB mi prendi alla gola, quel film mi uccide.
        Guarda guarda, che è sempre una cosa interessante (ma lo senti anche su CD che canta a denti stretti).
        Io faccio il tifo per questa scelta di De Niro. Ho fatto Taxi Driver? Sì. Ho fatto film enormi? Sì. Sono un attore conosciuto e venerato per i ruoli drammatici? Sì.
        Allora adesso svacco tutto, piglio soldi, incasso, pippo coca e mi godo la vita con le gnocche. Tanto nessuno si ricorderà di questa seconda parte della mia carriera.
        Io (De Niro), invece, sì.. e mi sbomballo di brutto ahahah

  4. io me lo sono guardato in streaming….onestamente andare al cinema e spendere dei soldi per sta cagata mi sembrava troppo, alla seconda birra ed alla terza canna peró mi ha strappato un sorriso…..era piú o meno verso la fine.😓

  5. Con tutti questi riconoscimenti dall’Academy Dogs dev’essere un film di razza, o una razza di film!
    De Niro avrebbe bisogno di assistenza, è evidente, qualcuno dovrebbe impedirgli di partecipare a queste cose.

    1. Come ho già detto in qualche altro commento: secondo me De Niro si sta godendo la vita… droga, sesso, alcool… chissenefrega del resto. Tanto la storia del cinema l’ha già fatta eheheh

  6. Una sola domanda,amico mio… Perché?! Perché?! E poi la gente si lamenta perché insulto De Niro… Io je vojo bene a Bob,ma come fai a non insultarlo quando fa certe cose?!

  7. ahahahah!….. m’è uscita una dermatite pazzesca la prima volta che ho visto il trailer…. adesso so che non era il bagno di ortiche!!…
    come ammazzi tu i film non lo fa nessuno e ti sono infinitamente riconoscente per questo lavoro, fatto per il nostro bene… fai solo attenzione al fegato… si rovina troppo così 🙂

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...