Un sapore di cammello e sabbia…. Kingdom Of Heaven (Le Crociate)

Sto trascurando il mio blog. Lo so e mi sento in colpa. Il fatto è che non ho ispirazione neanche a cercarla. Ma non voglio staccarmi da questo mio piccolo regno di bruttura e lordura, perciò rieccomi con una recensione (ma veramente qualcuno crede ancora alle mie recensioni?) di un film di un certo impegno: Kingdom Of Heaven, tradotto in italiano con il semplice Le Crociate.
Per la prima volta direi che gli italiani hanno tradotto senza troppi problemi… se non fosse che il Kingdom Of Heaven è una concezione/un’ideale del sovrano e non il mero “conquistare Gerusalemme da parte dei crociati”.
Traduzioni a braccia a parte, ecco i puntoni… che, come sempre, riusciranno a mascherare il fatto che non so cosa dire. Ho visto la versione super-mega-extended di quasi 3 ore… i contenuti aggiuntivi mi hanno permesso di capire che Eva Green è proprio una bella ragazzuola, anche quando si concia da gattara.

  • Il protagonista è sempre lui, il Principe dell’Accademia della Recitazione Canina ©: Orlando Bloom. Il buon Orlando è una vera colonna per tutto il film, nel senso che tutte le espressioni che ha nel film si possono ricondurre ad un’unica, grande, espressione attoriale. Orlando Bloom ha, perciò, quell’espressione tipica di chi sta pensando “cazzo, me la sarò fatta nei pantaloni?”. Tutto il film. Incredibile. Neanche a farlo apposta riesce a mantenere questa espressione di disagio per tre ore.
Son quasi certo di essermela fatta nelle braghe (foto da web – non sono andato sul set a scattare la foto… giuro)
  • Liam Neeson decide di camerare (gergo mio) e non volendo sbattersi più di tanto con cotte, spade, armature e caldo africano decide di farsi uccidere quanto prima. Scelta saggia, a ben vedere.
  • Stesso discorso per metà di altri comprimari inutili nella prima parte del film. Si vedono e poi muoiono (e, come sempre, il nero è uno fra i primi a lasciarci la pelle… incredibile, neanche durante le crociate hanno un momento di respiro).
  • Un film sulle crociate in cui si vedono si e no due scaramuccie e una battaglia accennata è da fucilazione per direttissima. Io quando voglio vedermi un film di guerra, guardo qualcosa dove il sangue è più dei protagonisti.
  • Eva Green ruba la scena a tutti. Ci si mette d’impegno con occhiate, movenze etc etc e lo fa. Anche perché, come controparte, ha Orlando “Recito Da Cani” Bloom e possiamo capire che non le sono neanche serviti i trucchi più infimi del mestiere.
  • Edward Norton recita dietro la maschera. Sì, il re lebbroso è proprio lui. Vorrei dire qualcosa di spiritoso, ma giuro che veder una recitazione compassata dopo tante caciaronate è un toccasana.
  • Non capisco perché bisogna per forza modificare le storie e i personaggi. I crociati erano attaccabrighe (ovvio) ma Reginaldo di Chatillon non era quella merdazza che hanno fatto vedere (come neanche Guido di Lusignano). Stesso discorso per Saladino. Capisco che siamo nella grande epoca del cerchiobottismo, ma dipingerlo come un santo forse è un po’ troppo? Grande condottiero e grande stratega militare, ma anche lui le faceva le sue belle porcate.
  • I discorsi di Balian di Ibelin (Orlando Bloom) hanno l’enfasi di un attacco di cuore.
  • Mi ripeto una seconda volta: ma perché Ridley Scott non ha tenuto un po’ di grana da parte (eliminando, per esempio, le scene stucchevoli di Bloom che fa l’agricoltore nella sabbia) e ha aggiunto un po’ di sangue, morte e distruzione? Una bella, grande e violenta battaglia ci sta sempre. Invece no, Ridley Scott ha deciso di raccontarci la storia, strappamutande, di questo fabbro della minchia e lasciare in secondo piano la battaglia.
    Ottima scelta. Bella, ma bella… merda.
  • Nella versione inglese, la voce di Jeremy Irons sembra essere il suono di una noce grattata su una grattuggia. Fantastica. Ti fa sembrare melodiosa qualsiasi altra voce umana (o disumana) che hai sentito fino a quel momento.
  • In questo film c’è, per la prima volta, un cambio di rotta sulla tendenza normale di Hollywood. In Kingdom Of Heaven, sia i crociati sia l’esercito di Saladino sono dei babbi di minchia. Perché? Perché sì. Lo dico io e voi mi credete perché lo dico io su un blog, il posto più autorevole dove prendere una posizione importante!
  • Si vede che sono privo di fantasia: un tempo avrei trovato dei difetti in qualsiasi cosa… adesso mi deprimo vedendo che Saladino non cavalca un dromedario da corsa (cosa che effettivamente gli ha permesso di sopravvivere).

Vi consiglio il film? Certo. Come sempre. Tre ore di bombazza con Orlando Bloom e poi vi potete iniettare un po’ di eroina e finalmente è il primo maggio (2024).
Ma no, non è vero. C’è anche Eva Green. Guardate il film per Eva Green, solo per lei. Gli altri vanno e vengono, lei rimane. E poi si concia da gattara e sembra sempre più credibile di quel cagnaccio d’attore di Bloom.
Un mistero che neanche la 70 crociata ha permesso di risolvere.
La crociata dei balordi hollywoodiani.

Annunci

29 Replies to “Un sapore di cammello e sabbia…. Kingdom Of Heaven (Le Crociate)”

  1. Amico mio,posso comprendere qualsiasi tipo di boiata,ma Le Crociate no! Non potevi mandarmi un messaggio prima di vederlo? Ti avrei risparmiato 3 ore di noia… E non solo…

    1. Ah, ma io le Crociate le ho viste diverse volte… solo che questa era la versione extended e volevo mettere tutti sull’avviso che anche nella versione PLUS il marcio rulla.

  2. In effetti è un film così interessante che lo vidi al cinema e dormii per quasi tutta la durata..ah…gioventù birbotta..e pensare che da adolescente ero innamorata dell’elfo mono espressione Legolas!
    Ad ogni modo ottima recensione, mi hai fatto ricordare perché mi ero annoiata tanto, un film sulle crociate senza la giusta dose di spade e salami, mazzate e sangue…che senso ha?!

    1. Gioventù birbotta ahahahahahahahahahh
      Grazie per i complimenti… e soprattutto per aver detto “giusta dose di spade e salami, mazzate e sangue” forse uno dei riassunti più esilaranti da leggere ahahahaha

      1. Ma grasssie!
        Tutti si dimenticano del contributo di “spade e salami”, ne vogliamo di più e soprattutto meno ammmore la dove poi non c’entra manco niente!
        Io intanto aspetto la prossima recensione 🙂

      2. Spade e salami… ahahahahahahahahah
        Mi fa morire… genere che non guardo, ci mancherebbe… troppi salami è brutto (ahahaha), ma più morte per tutti ci sta sempre.
        Prossima recensione? Appena il mio cervello si sveglia! 😀

  3. di base… è un film che non andrei a vedere…
    ma leggendo le tue recensioni…
    …alla luce leggera di una lampada, lanciato a svacco sul divano… sul tavolino accanto al bracciolo c’è una bottiglia di birra…
    Ad ogni minuto lui si agita e sbuffa… impreca e commenta….
    questo film non gli offre alcuna posizione comoda…
    spegne la tivvù… prende il gatto in braccio, apre la porta e lo fa uscire…
    spegne le luci… e smadonnando si trascina verso il bagno… per lavare via questa mmmerda dai suoi occhi… e buonanotte!
    🙂

    1. Mmerda proprio non era… ci sono film peggiori diciamolo subito.
      Ma senza una grande battaglia… lunga, sanguinosa e terribile, che gusto c’è a fare un film sulle crociate? Neanche una pestilenza? O altro… dai… qualcosina… su!

      1. ho capito… e concorda, per questo ti immaginavo girarti e rigirarti come una costina sulla griglia… come a dire ” dai, forza… adesso…NO!… eccheccazzo!… dai aspetto… su! adesso… FANCULO!”
        ( ho reso l’idea?)

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...