Consigli Musicali Non Richiesti (129)

Se dovessi cercare un titolo perfetto a all’ultimo periodo, penso che “Valenza sociale della bestemmia nelle sue più molteplici affermazioni. Valore intrinseco o legato alla sola citazione ad alta voce?“.
Non ho una grande bibliografia a sostegno, ma direi che entrambe le espressioni possono essere corrette. La citazione ad alta voce è stentorea e permette facili abbinamenti che, nel segreto della vostra coscienza, siete ormai abituati a fare… ma a non dire. Esprimere ad alta voce cotali abbinamenti rende l’uomo molto più propenso ad una forma di pep-talk nei confronti di divinità ultraterrene.
Ci sono teorie contrastanti che dicono “tale pratica, pur un sentimento liberatorio accettabile nella solitudine della propria dimora, non può essere messa in atto in ambiente pubblico e/o in presenza di altre persone“.
Questa teoria trova supporto in diverse frange della popolazione locale, e non, castrando l’arricchimento lessicale del soggetto sottoposto a stress indicibile. Questa castrazione, letterale e di pensiero, fa perdere ricchezza alla lingua italiana e ai concetti più profondi del sentire popolare. La perdita di ricchezza denota una sclerotizzazione di una lingua che, citazione dottissima “sciacqua le sue parole nelle acque dell’Arno e le sue balle nell’acqua della fontana“.
Il soggetto, poi, sarà sempre etichettato come eretico e, di conseguenza, sarà portato a cercare nascondiglio dalla luce del sole. Se teniamo conto di questo fasullo senso di colpa, si capisce che non c’è scampo che non duplicare l’efficacia della bestemmia sportiva e ludica, tanto da rendere il soggetto meno propenso a subire i devastanti effetti mentali della “vergogna pubblica”.

Tutto questo per dire cosa?
Dark Funeral – 666 Voices Inside
(e che Thor li fulmini per i titoli in latino maccheronico).

Annunci

54 Replies to “Consigli Musicali Non Richiesti (129)”

    1. Ecco, vedi? Tu resci a trovare il lato etereo, fiabesco della bestemmia.
      Io ho cercato di trovare una ragione lessicale e, diciamolo, filosofica di tirare un bel porco quando serve (soprattutto in questo periodo ecco).

  1. Che cazzo sei andato a scavare! Che buco… (cit. cuckold) Guarda e suonavo il basso black prima che passasse il millennio… ho amato da bravo adolescebte ribelle tutto… nella scena italica mi facevano impazzire quei fascistoni degli HoH e quei pazzi dei necromass (un po’ più morbidi)… Il top però per me restano i norvegesi Darkthrone, i primi Mayhem ed i primi Emperor… Burzum mi ha sempre fatto cagare!

    1. Ho tirato fuori dal cilindro ‘sti cialtroni dei Dark Funeral… ok, forse non cialtroni, ma non sono mai stati il mio gruppo black metal preferito.
      A parte i loro titoli, sono un fan dei loro titoli alla cazzo di cane: pagassero uno per scrivere in latino de dio.
      La scena italica l’ho lasciata un po’ da parte, ad onor del vero, ho sempre preferito guardare a sud (Grecia) o a Nord (Francia/Norvegia/Svezia/Finlandia)… o direttamente in Sudamerica, che sono pazzi scatenati.
      Hai detto poco come gruppi che ti piacciono. Di Burzum mi piacciono gli album fino alla svolta “plin plin plin” con la tastierina Bontempi del carcere ecco.

      1. No proprio Burzum, forse per ultrasismo, non l’ho mai digerito…
        I darkthrone e gli emperor erano anche loro gentaglia pessima… ma mi piaceva come suonavano, soprattutto gli ultimi, molto, se vogliamo, lirici

      2. Burzum ha atteggiamenti che mi rendono nervoso, altri che mi fanno sorridere. Stiamo parlando comunque di tre band, quelle che hai citato, che non nascondono un certo… estremismo…
        Gli Emperor sono sofisticati, i Darkthrone molto più grezzi e black metal (all’inizio) e qualcosa metal dopo.

      3. Ahahahahaha… e sì che, come compositore, ne ha da dire il buon Varg… che poi tenga posizioni discutibili e abbia tesi difensive ridicole è un discorso diverso eheh.
        Anche a me piacciono e con la stessa sgrezzatura.

      4. Scrivo qui ma perché cosí leggete tutti e due.
        Con Burzum si riscontrano abissi patologici della psiche umana che danno fastidio ed imbarazzo al tempo stesso.
        Una tale pochezza di pensiero miscelata ad una totale vaghezza di idee, anche musicali, da stordire letteralmente.

      5. Burzum è un personaggio che è diventato conscio di esserlo e continua a portare avanti il vessillo di una contraddizione costante.
        Si possono persino i suoi tutorial su YouTube su come conquistare le donne hahahaha

      1. Mi fate scompisciare! sto per diventare follower anche di ysingrinus. Peccato sia gravemente latitante.. un saluto dalla doomster etrusca ;).
        P.S: Insomma Ys. non si palesa su fb? pensa io mi nascondo su fb in mille fogge..
        A presto signori.

  2. Allora, cialtroni sono cialtroni a mille, almeno per i titoli. Ma a me i piú cialtroni piacciono di piú.
    Grazie a te, Zeus, mi sto riavvicinando a questo genere, mi hai anche fatto conoscere quei pazzerelli colombiani che mi divertono molto.
    Ora in questo periodo je sto dando de Sulphur, per merito tuo.

    1. Cialtroni per i titoli… sempre bello vedere l’ignoranza di questi nordici con il latino.
      Ehhhh… sono uno spacciatore di gruppi che ti mettono la scimmia sulla schiena.

      1. Ehehehehe.
        La musica ti ringrazierà.

        Oggi sono filosofico.

        Scusa, adesso sono filosofico. Fra 2 minuti ritorno alla norma.

  3. La bestemmia ha un grande valore sociale ed emozionale,perché lanciare un porco aiuta a ingannare i centri del dolore… Sapessi quanto sto ingannando i centri del dolore ultimamente,amico mio… Scopriresti una nuova Penny scaricatrice di porto…

    1. Penny scaricatrice di porto… il nuovo prodotto Mattel per le ragazze che sanno cosa vogliono e che non hanno peli sulla lingua per ottenerlo 😀

  4. Zeus hai scelto propio la canzone che preferisco da questo album, che tanto è stato criticato ma che personalmente, è piaciuto e non poco. I Dark Funeral sono stata una delle band che veramente mi ha iniziato al black metal, quello più ferale se vogliamo. Nella loro discografia hanno album che nolenti o dolenti hanno segnato il black metal The Secrets Of The Black Arts su tutti. Comunque a proposito di testi in latino alla cazzo di cane come non citare il tanto acclamato Illud Divinum Insanus. Ritornando al black metal, parlando di Burzum beh a piace anche la svolta ambient/elettronica di Dauði Baldrs e Hliðskjálf, il brano Illa Tidani è semplicemente da sogno. Ora per subentrarci in un territorio non facile come quello dell’ideologia, beh vorrei riporare le parole dell’ex Emperor Mortiis : “It was part and parcel of the whole attitude. We were searching for the most extreme attitudes and ideologies we could find, and needless to say, once you get onto that parth right-wing ideas aren’t that far away. To be honest I was part of that whole attitude at the beginning, wa lla felt pretty distrusing and non caring toward normal society, always lookinf for the next extreme idea, record, piece of art, or whatever. I wasn’t politically aware person altough I made statements, but they were rash, illogical, and nowhere near researched. I certainly di (use this imagery) myself for some of the original art fo the (Mortiis) demo. Naturally I don’t think any of us are very proud of those mementos today. But hey, if the New York Dolls can do it, why not a few silly teens from Norway?”

    1. Parto per punti che mi hai fatto un gran commento.
      – i Dark Funeral non sono mai stati il MIO gruppo black metal. Della versione svedese del black amo i Marduk molto più dei Dark Funeral… questione di gusti, di approccio… non saprei. Logico che i DF sono stati comunque fondamentali per lo sviluppo di un certo di tipo di metal estremo.
      – Tu sbagli una cosa sai? Secondo me, di Illud Divinum Insanus, il titolo è la cosa meno sbagliata. L’intero disco è a cazzo di cane… ahahahahahahahahah. Giustamente poi ci hanno messo un titolo coerente.
      – Di Burzum apprezzo la prima parte elettrica, la seconda con le pianole non mi ha mai esaltato… questione di gusti, sia chiaro.
      – Sono convinto anche io che della mentalità estrema e destrorsa era, per più della metà di quella gente, solo una facciata. Niente più che un modo per essere ancora più estremi. Stronzate a valanga dette da ragazzotti ignoranti. Qualcuno ci crede, ci ha creduto e ha continuato a portare avanti un certo tipo di mentalità (non dico neanche Burzum che è una contraddizione vivente)… ma gli altri? Sono solo ubriaconi e drogati che parlano a tempo perso eheh… se vuoi trovare veri aspetti destrorsi o estremi (politicamente) non vai a cercare i sottotitoli nel BM… ti dirigi direttamente nel NSBM e ti soddisfi così (io non lo seguo, per esempio, perché non mi interessa proprio).

  5. Rispondo ai tuoi commenti. 1)i Marduk sono un grandissimo gruppo ho amato album quali Those Of The Unlights, Heaven Shall Burn e Plague Angel. Comunque se dovessimo parlare di black metal svedese ti consiglio di ascoltare, se non li dovessi conoscere, gli Armagedda e specialmente il disco Only True Belivers. 2) Non sono andato oltre su Illud perchè su dai e non si spara sulla Croce Rossa. 3) Come hai detto te son gusti 4) Per quanto riguarda il nsbm è un sottogenere che ripudio, ma ho acquistato il libro Come lupi fra le pecore, è stato un libro non facile, ogni tanto mi rileggo un capitolo perchè mi affascina il capire come delle persone possano immergersi in una filosofia così aberrante e delirante.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...