Welcome To Our Nightmare – Cineclan & Zeus 30 days Calendar [Giorno 21]

Ci sono errori da non fare! Ve lo giuro. Ci sono errori madornali. Quali? Come quali? Andare da Cineclan e Zeus e chiedere: “cosa ne pensate del Rock’n’Roll?”. Ecco, questo è un errore o un’opportunità. Dipende da come intendete concepire l’apertura delle porte dell’Inferno. Quando parliamo di rock, ohhh ragazzi, quando parliamo di rock è qualcosa di diverso, esce l’anima profonda, oscura, quella che, per l’immortalità, abbiamo venduto ad una figura oscura ad un incrocio sulla strada.



WELCOME TO OUR NIGHTMARE

GIORNO 21 ­ IT’S ONLY ROCK’N’ROLL… BUT I LIKE IT

Quando sul piatto è finito il tema Rock’n’Roll, per un secondo, ho pensato che scherzassi. Venire da me e proporre il rock come tema… significa scatenare l’inferno in terra. Cosa che, in effetti, è anche gradevole. Non ci sono mezze misure in questo, amica mia. It’s only rock’n’roll, but i like it racchiude tutto quello che mi esalta. Perché forse non ha l’aura intellettuale della musica classica, ma dannazione ha quell’idea che tutto, dopo, potrebbe cambiare. Perché il rock, quello vero, quello sanguigno, è foriero di questo: è un genere che ti fa pensare che potresti realmente farcela a cambiare le cose.
Catartico? Sicuro. Non ha la contundente, e glaciale, percussività della musica tecno o la stucchevolezza dei pezzettini indie, non sarà raffinato e da bar fumoso in periferia come il jazz e, sicuro, non ha quel plasticoso retrogusto alla fragola chimica del pop da classifica, il rock è altro.
Rock è attitudine. Perché o sei rock (e con esso le derive più dure dell’hard rock o il fratello “brutto e cattivo” che è il metal) o no. Rock’n’roll significa versare soldi, lacrime e sangue su strade, dischi e palchi. Rock’n’roll significa prendere la macchina e farsi centinaia di chilometri per sentire la tua band preferita o decidere di passare le tue vacanze in un festival metal/rock. Rock è supportare la propria band nella buona e nella cattiva sorte, perché ti potrà anche deprimere ogni volta che uscirà un disco, ma dannazione è pur sempre la TUA band e non puoi privarla del tuo supporto.
Rock’n’roll significa sentire musica sempre, ma non con le orecchie: significa sentirla con il cuore. L’adepto del rock fa proseliti. L’adepto del rock parla di alcune band oscure che ha trovato e vuole proprio fartele ascoltare perché secondo lui ti potrebbero piacere. L’adepto del rock non è colui che resta la bar e non va al concerto, lamentandosi che non c’è mai niente in giro. Il rock è sempre, e lo sarà, il bullo dal cuore buono. Sarà sempre visto con disprezzo dai grandi, perché il rock è pericoloso e, in effetti, nessun genere (metal a parte, ma è, paradossalmente, troppo di nicchia) è considerato veicolo di rivolte come il rock. Perché fra i Beatles e i Rolling Stones, quelli brutti, cattivi e drogati sono (e saranno) sempre i Rolling Stones. Perché fra i Beatles e i Rolling Stones, nonostante la quantità smodata di drogata usata da entrambi, gli outsider resteranno sempre i Rolling Stones. Per me il rock è sinonimo di ribellione. Una ribellione senza età, senza sesso, senza distinzioni di razza o religione. Puoi essere rock anche a 70 anni e molti, sul palco, lo dimostrano senza problemi. Non c’è una data di scadenza se ce l’hai tatuato addosso quel marchio: Rock’n’roll.

Che grande cosa. Mi fa sentire meglio solo a nominarlo.

Non so, ma questo genere, più di molti altri, dà una sensazione strana: doveva essere inventato. Non ci sono altre storie. Il rock doveva essere suonato, doveva nascere così com’è. Spinta sessuale, liberazione, musica ad alto volume, chitarre e un grande vaffanculo all’ordine costituito.

Long live rock and roll
Long live rock ‘n’ roll
Long live rock and roll
Let it live
(Long Live Rock’n’Roll – Rainbow)

—–
Rock’n’Roll Cineclan!!!
—–

Ricordi una delle mie citazioni preferite? Ok, te la ricordo io a scanso di equivoci… “Io non credo in Dio, ma se ci credessi sarebbe nero e mancino”… E tu SAI chi è questo dio d’ebano che faceva tutto al contrario, che faceva l’amore con la sua Fender Stratocaster e la suonava con i denti, le dava fuoco, la distruggeva… Uno che ha preso un pezzo di Bob Dylan e l’ha fatto diventare distorto, psichedelico… tutta un’altra storia… Ecco, mi sparo All Along The Watchtower per entrare nel mood e continuo a pensare che se non avessimo parlato di Rock’n’Roll sarebbe stato un peccato mortale e lo zio Jimi mi avrebbe rinnegata e scacciata dal tempio del suo culto sul cui altare mi sono immolata anni fa… E nessuno mi convincerà mai che Little Wing non sia una delle più belle canzoni d’amore che siano mai state scritte! Io che all’età di tre anni suonavo una chitarra immaginaria sulle note di Money e a 16 anni mi sono infatuata di un tizio solo perché sapeva suonare Wish you were here dei Pink Floyd. Sai che sono una cloaca musicale… Ascolto tutto, passo dai capolavori al pop più abietto, ma il Rock… Cazzo, il Rock avrà sempre il primo posto. Il Rock è il porto sicuro, quello dove approdare per trovare quello che stai cercando anche se non hai la più pallida idea di quello che stai cercando. Il Rock è la costante. Quello che ascolti svaccata sul letto fumando una sigaretta. Quello che ti culla mentre guidi di notte. La colonna sonora per tutte le occasioni… L’amore, il dolore, il sesso, la vita… Perché il Rock è vero, è vivo, pesta forte su quel grumo di emozioni e sensazioni che si deposita sul fondo del cuore e si accumula sino a scoppiare. Dicono che il Rock sia brutto, sporco e cattivo? Che la deriva del mondo sia sesso, droga e rock’n’roll? Per me va bene, compro tutto il pacchetto a scatola chiusa se questo vuol dire tenermi stretta Jimi Hendrix, Janis Joplin, Chris Cornell, i Pink Floyd, David Bowie Lou Reed e i Velvet Underground, i Black Sabbath e i Lynyrd Skynyrd, gli AC/DC, i Beatles, i Rolling Stones e i Led Zeppelin… Ma anche gli HIM e Bon Jovi, perché ricorda… “Bon Jovi rocks… on occasion”! (te prima o poi devi vedere Supernatural!) Non potrei mai rinunciare a tutto questo e tanto altro che non sto qui a nominare, altrimenti facciamo notte, tanto la sostanza resta sempre la stessa… Il Rock è fare un giro dalla parte selvaggia e naturale della vita. E’ conciliazione degli opposti. Sono i Beatles che creano Something e Don’t let me down e i Rolling Stones che ti trafiggono l’anima con You can’t always get what you want e Angie con un Mick Jagger di bianco vestito prima di Tony Manero… Il Rock è trovare simpatico il diavolo e comprare una scala per il paradiso… Il Rock è tatuarsi heartagram e triskell e andare in ufficio con una maglietta con la lingua più famosa della Storia… Il Rock non si può descrivere, bisogna viverlo… E tra Beatles e Rolling Stones vincono sempre lo zio Mick e lo zio Keith…

Annunci

13 Replies to “Welcome To Our Nightmare – Cineclan & Zeus 30 days Calendar [Giorno 21]”

    1. Il rock è la stella polare. Ho fatto una scelta molti anni fa… ed è quella di seguire questo genere.
      Poi devio e ne sono contento, ma è il rock (insieme ai fratelli brutti e cattivi del metal, hard rock etc) che è sempre presente.

  1. e penso rock penso concerti… e quella è una delle cose più belle che l’essere umano sia stato in grado di creare!
    la musica ti entra dentro e non distingui più il battito del cuore e quello dei suoni… tutto diventa una cosa unica… è una carica migliore di qualsiasi sostanza sintetica… secondo me
    e quella gioia smisurata inizia già al solo pensiero di parteciparvi, cresce on the road e continua ancora per giorni dopo il rientro….
    ( vi adoro)

  2. L’ha ribloggato su CineClane ha commentato:
    E con un mal di testa da urlo e dopo il quinto caffè della giornata, oggi parliamo di rock’n’roll, folks!
    Zeus ne sa a pacchi, io arranco, ma non mollo… Sono Penny Lane in fin dei conti!

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...