Cavallo di troia

Quanti avranno cliccato su questo link perché hanno letto le parole, in sequenza, “cavallo” e “troia” e ignorando di brutto il “di” in mezzo?
Ma non mi soffermo su questo particolare. Oggi, anche se è scritto ieri, vorrei… un secondo, se “oggi” è in realtà “ieri” come può essere realmente oggi? L’oggi è nell’occhio di chi legge. Penso. Doc aiutami tu.
Dicevo, oggi vi voglio coinvolgere in un test e questo test sarà così sottile che avrete bisogno di tutte le vostre capacità per riuscire a risolvere il busillis.
Finora la critica si è divisa su una serie di quesiti a sfondo morale che, a tutti gli effetti, sono stati devastanti per l’opinione pubblica. I quesiti, posti in rigoroso ordine logico, sono stati i seguenti e hanno sollevato moti popolari come neanche le rivolte in Spagna post-austerità. Mentre noi ridevamo felici, loro, armati di chorizo, scendevano in piazza e si facevano un culo tanto.
Mentre tu, ridendo, stavi ancora sul divano a guardare un programma a caso su una rete a caso. Renditi conto che tu, pur non essendo un pescatore provetto, hai un numero spropositato di reti. Inutili.
I quesiti che dicevo sono di storia e linguaggio ossessivo-compulsivo e vertevano su:

a) nonostante canti in una lingua incomprensibile ai più, Mina è l’uomo della mia vita;
b) non riesco a decidermi se preferisco sentire Clooney in italiano o calcolare i metri cubi d’acqua in un deserto;
c) la fuga di cervelli ha lasciato spazi liberi occupati subito dalle nuove merendine JoJo nei supermercati;

La qualità della domanda, tra l’altro, verteva anche sull’intonazione data alla stessa. Cosa che ha rovinato i piani di molti candidati visto che i quesiti in questione erano per iscritto. Una volta passato questa prima selezione, i candidati a sorpresa si sono visti recapitare una busta color carta da zucchero. Il colore non è “carta da zucchero”, è proprio la classica carta marrone utilizzata nei tempi che furono per imbustare lo zucchero: ecco il perché de “la carta da zucchero”.
Una volta aperta la busta, i candidati si sono trovati di fronte una seconda serie di domande, sempre diligentemente redatte in carattere Arial, basate sulla fonologia e sull’udito. Cosa che, essendo politically incorrect, non ha lasciato scampo a tutti i frequentatori abusivi di rave notturni. La questione greca, come è stata rinominata questa spiacevole coincidenza fra “mancato ascolto” e “domanda mal posta”, ha subito gettato nel panico il manipolo di candidati. Una rivolta era nell’aria ma non si è verificata, se non qualche picchetto alle strade sterrate di montagna.
Vanificare per rendere più importante la noce del discorso.
Sviare per ottenere attenzione è una delle armi utilizzate persino nella grande teocrazia del passato.

Sorpassato l’impasse, ecco che si sono srotolate le domande:
a) arriciarsi i capelli con il trapano potrebbe provocare una diminuzione del PIL dell’Australia;
b) scrivere può essere considerato un lavoro unicamente quando qualcuno ti legge. Leggere può essere considerato un lavoro solo se Saturno entra in sauna.
c) preferisco il suono a valvole, se non proviene dal cuore;

I candidati che hanno capito il tranello si sono lanciati subito nella risposta giusta, tracciandola con la penna d’oca intinta nelle Merendine Rondella, l’unica merendina che sa di ferro e grasso. Le Merendine Rondella sono state elette a sponsor ufficiale della manifestazione e, grazie all’equilibrato apporto di zuccheri e sali, hanno incominciato ad influenzare la giuria.
La quale ha posto domande di chiusura, un po’ come certificazione della capacità di comprensione del candidato prescelto.
Alcune delle domande, che dovevano essere espresse in forma scritta orale, vertevano su paventate questioni di elettrodinamica applicata.
Il test si è concluso con il lancio del cappello e il taglio dei baffi dei presenti.

Ma allora come fare a discutere su una proposta di analisi come: anche se vincenti, i perdenti rimangono sempre perdenti. Ma se riproducono il giusto verso, il perdente-vincente-perdente potrebbe riuscire a capire il busillis della questione?

Il silenzio fu uguale a quello di voi che hanno accolto l’aumento di tutto l’aumentabile godendovi un piatto di pasta.

Allora chiedo a voi, che siete sicuramente molto più preparati dei candidati, riuscite a risolvere il busillis? O, almeno, vi siete accorti del test in cui siete finiti?

Se avete capito il test, scrivete SI (ma in modo stentoreo) nell’apposito modulto sottostante.
Se non avete capito il test, potete scrivere un commento generico, indicando nell’intestazione Alla c.a. di Zeus. Non rispettare la formula comporta la mancata risposta e l’addebito di un virus telematico.

Annunci

28 Replies to “Cavallo di troia”

  1. Alla c.a. di Zeus
    Ho paura che ci sia dietro qualcosa di intelligente che mi impedisce di godere appieno delle cazzate che stanno davanti belle composte. Insomma non ho capito. Spero che questa mancata comprensione possa essere utile alla compilazione di test comprensibili anche ai menochedotati come me. Cordialmente, ivanof

    1. Grazie per aver partecipato a questo test ivanof.
      Terrò in considerazione la tua risposta quando creerò le statistiche risultanti dal test.
      Non posso gettare luce sul suo dubbio sulla presenza di qualcosa di intelligente dietro alle cazzate… ma lo faccio presente alla commissione.

  2. Alla c.a. di Zeus,
    è da parecchio che non frequento la corsia delle merendine nel supermercato. Mi sono reso conto che il mio salutismo parziale (perché compensato da atti inconsulti di insalutismo) mi rende ignorante

      1. Lo sto già approntando.Oh però è una cosa sicura? No perché già mi è andata male una volta, mi aveva scritto questa ragazza russa dicendo che Lei voleva entusiasto amore di Italia ragazzo-friendly e io avevo risposto e inviatole dei soldi per il viaggio. Oh non mi ha fatto sapere più niente!…Pensi le sia successo qualcosa?

      2. Ah ti ha scritto: io amore volere lungo lungo bello Italia? Pizza mandolino?
        Secondo me è stata trattenuta alla frontiera e sta aspettando un secondo pagamento per il bollo del visto d’espatrio. Mandalo senza problemi, che poi rimane sola.

      3. No preoccupa te. Io sapere qualcosa.
        Vuoi tu mandare altra ragazza? Bella bella, russa. Bionda. Vuole italiano. Alto/basso. Buono. Soldi. Ma anche casa.
        Non pretende molto.

        Figurati, se posso aiutarti…

  3. Non metto l’intestazione perché non ho assolutamente voglia di ricevere una tua risposta, mi è già bastato spendere 15 minuti del mio tempo a leggere il tuo delirante post. Mi sono fatto traviare dal “troia”…… ma…. la sintesi clorofilliana c’entrerà qualcosa? Mah….. mi rimarrà per sempre questo dubbio.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...