Una breve storia esplosiva

– Se fossi in lei, lo comprerei.
Voce profonda, posa tranquillizante e vestito pulito.
– Guardi, le ho detto di no. Non voglio niente da lei.
Voce dura, braccia incrociate sul petto. Mento in fuori.
– Lei non capisce la bontà di quello che Le sto proponendo…
Sorriso a tutti denti, smalto bianco che brilla al sole, occhiolino e mano che giocherella con la penna.
No, guardi, non insista.
Mano che si sposta e va in tasca. Sguardo evasivo.
Lei non mi sta ascoltando. Le sto proponendo un vero affare, un’occasione che prenderei io stesso… se fossi nei suoi panni.
– Allora comprala.
Passaggio dal formale lei al colloquiale e diretto tu. Tono arrogante e spazientito. Forse un velo di sudore che imperla fronte, sopracciglio e naso.
Non voglio insistere, ma sarebbe una pazzia per uno come Lei che…
Frase in sospeso con mille significati reconditi. Se non fosse ambiente di lavoro si chiamarebbe minaccia.
No, smettila. Se ne vada… Il tono si alza di un’ottava. I denti sbattono mentre scandisce le parole. Un principio di balbuzia fra la prima e la seconda frase… No, no, ma cosa sta facendo? No, aiuto! Aiuto! Aiutatemi. Vi prego. Ti scongiuro ho famiglia. Ti prego.
Lacrime che prendono il posto del sudore. Che prendono il posto dell’arroganza. Tutti diventano agnelli quando hanno una calibro .45 davanti al naso.
Stavamo dicendo… Le offro un’opportunità…
Non finisco la frase, tanto la pistola aveva già sparato.

Annunci

22 Replies to “Una breve storia esplosiva”

  1. Secondo me quelli che mi chiamano da casa, quando metto giù la cornetta mi lanciano maledizioni vudù. Il racconto è un mostrare gesti d’apertura e chiusura, fino all’epilogo definitivo. ^^

    1. Ecco, infatti. Ma c’è solo un gesto d’apertura… e un solo gesto di chiusura 😉
      La conclusione è sempre la stessa, violenza insensata. Come i miei racconti.

      1. Sì, hai ragione 🙂 il linguaggio corporeo era sottolineava quello che non dicevo.
        Non lo so. Mi piace questa cosa… eheheh

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...