Consigli Musicali Non Richiesti (95)

Un pomeriggio di ritrovi sul balcone con Lord Baffon II, masticando foglie di palma e bevendo latte di tamarindo aromatizzato all’anice e, ridendo e scherzando, ti viene da parlare di musica. Chi fa chi e chi fa cosa. Ma hai sentito l’ultimo disco dei Paradise Lost? Ho scoperto che nel mio ITunes ci sono gruppi improponibili che non pensavo di avere e, soprattutto, le novità e i consigli.
Io anticipo che vorrei ancoltarmi quei deathster cangurosi di nome Portal e, nel mentre, penso che sono anni che non ascolto più i Theatre Of Tragedy. Mi ricordo questo disco dai tempi dell’università… me l’aveva passato un amico e mi era anche piaciuto. Essendo adoratori del riff supremo, però, il discorso vira su sonorità dove il riff la fa da padrone, dove c’è quel qualcosa che ti prende il collo e gli fa fare movimenti concentrici tali da rendere difficile la capacità di comprensione del dove e del quando. Soprattutto il quando, ad essere sinceri.
Con una guancia piena di foglie di palma e annusando radici di felce alla ricerca di quella che, al gusto, ha il sapore della liquirizia, arriva nei discorsi la musica che non avevo sentito: Paul Chain & Lee Dorrian.
Il discorso penso sia nato da una abile e spericolata congiunzione fra IL riff e i brani di King Diamond. Penso ci fossero anche i Mercyful Fate dentro. Non penso, è vero. Li ho citati io perchè sono fighissimi se vuoi una scarica di puro metallo fumante.
Io, lo ammetto con estrema sincerità, i Death SS non li ho mai seguiti più di tanto. Per questo motivo, di primo acchitto, Paul Chain è un nome nuovo per le mie orecchie.
Fatto presente questo particolare, Lord Baffon II mi svernicia le orecchie facendomi un bignami veloce veloce su Death SS e Paul Chain, sia lode a lui. Partendo da qua, ecco che arriva a dirmi il perchè, sia lodato il riff e anche il Demonio che ci procura il riff, il discorso è caduto su Paul Chain e Lee Dorrian (conosciuto ai più come leader dei Cathedral ed ex cantante dei Napalm Death).
Il buon Paul Chain, stufo delle sonorità della band madre – i Death SS -, ha ucciso il personaggio Paul Chain e ha lanciato un progetto votato al doom. Il doom, capite? Il DOOM!!! Ecco. Dopo che l’ho ripetuto tre volte prima del canto del gallo sono felice.
Il disco è una vera bomba e si chiama ALKAHEST.
Visto che siete arrivati in fondo senza spararvi, godetevi questo pezzo e scoprite tutto il disco.

* Ogni ascolto, o like, porta in dote un ringraziamento speciale e personale al grande Capro che ci ha donato il RIFF… che noi tutti adoriamo *

Annunci

54 Replies to “Consigli Musicali Non Richiesti (95)”

      1. Ahahahahaha 😀 certo certo.
        Ti mando, con un Boing 747, un carico di tachipirina, tachiflu e sciroppo per la tosse ehehe

      1. Stessa cosa che, a quanto mi ricordo, era piaciuto a me… atmosfere e canzoni in inglese arcaico.

        Ps: intanto mi sto guardando Cobain – Montage of Heck.

      2. Ti faccio sapere cosa ne penso 😉 al momento mi piace… ammetto anche le parti in cartoon… forse il modo migliore per raccontare parti che nessuno poteva vedere.

  1. Sto cercando di immaginare quel momento di estasi musicale al sapore di tamarindo e anice, ma non ce la faccio. Vedo solo pinguini che danzano in cerchio!
    Tutti i gruppi che hai citato li conosco, o almeno ricordo di averli ascoltati. Il brano mi è piaciuto e mi sa che recupererò il disco – per curiosità.

      1. I pinguini li immagino più facilmente: anche se è un’immagine che mi provoca sofferenza perché sono al freddo.
        Te e il tuo amico devo sforzarmi: due sagome di cui uno ha la maglietta dei Black Sabbath e le scarpe da tennis e l’altro i baffi.
        Il disco. Soulseek.

      2. Eheheeh. I pinguini meritano sempre… il freddo non è un problema. Soprattutto visto il caldo che mi sta uccidendo.
        Per quanto riguarda le due sagome, si, ci siamo… anche se non c’erano maglie dei Sabbath eheheh 😉
        Ottimo, brava. Bel disco con sonori riff che lasciano un buon umore.

      3. Sono sagome. Non è che spiccano i dettagli. O_o ci ho preso per i baffi!?
        No, io voglio il freddo. Sto già morendo di caldo così… figuriamoci quando si alzeranno le temperature. Penso anche al rallentatore.
        Io trovo tutto. Sono un segugio. XD

      4. I baffi più o meno (non miei, però).
        Io sto bene in primavera. Ecco. Diciamo che mi ci trovo a mio agio.
        Fai bene, fai bene. Il disco mi è piaciuto molto.

      5. Ehehehehe. Anche se come Zeus, sai… il barbone enorme ci dovrebbe essere. Una sorta di “must have”.

        Ecco, siamo d’accordo!

  2. I consigli musicali piacciono quando c’è di mezzo il grande Capro. Non so come mai.
    Comunque che bello avere sempre una ottima colonna sonora che mi accompagna la lettura. Oltretutto, come ben sai, andando a ritmo leggo anche di conseguenza. 😀

    1. Ah, il Grande Capro ringrazia sempre quando si levano lodi per la sua opera.
      In questa canzone, che non conoscevo e che Lord Baffon II mi ha svelato, c’è tanto RIFF, c’è tanto Capro.
      E ci piace.
      Andando a ritmo ci avrai messo un bel po’ a leggere ehehehe

      1. No, a dire il vero il tono concitato tra uno slang e l’altro dava un buon ritmo alla lettura. Anzi, sta dando, visto che mi è partito l’album (dal youtube, shhh).

      2. Dove pensi che l’abbia ascoltato quel disco? 😀 eheheheh
        Lo slang ci sta sempre, dona spessore e aromi veraci.

      3. E nota che non so di cosa sto parlando in termini musicali (totale ignoranza a riguardo, chiedo venia) parlando di slang. Che penso di essermi appena inventato.

      1. Ci sono leggende che narrano che i Death SS portino male. Che i nomi dei componenti portino male. Che ascoltare la loro musica non sia pericoloso ma che andare ai loro concerti lo sia…
        Leggende metropolitane di metallari metropolitani.

      2. Ahhhhhhhh … ok ok, adesso ti ho capito e conoscevo anche io queste leggende metropolitane.
        Non ho mai ascoltato i Death SS e perciò non saprei dirti se portano rogna. E non li ho mai visti dal vivo.
        Sono molto ignorante su di loro… eheh

      3. Addirittura è meglio scrivere che pronunciare e dire i loro nomi in italiano.
        Io ci ho scherzato su sulle scale mobili e queste si sono fermate. Forse sono solo coincidenze…

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...