Mood Music Tag

Iniziamo con i ringraziamenti. Voglio citare due blogger che hanno deciso di spendere il mio nome per questo Mood Music Tag: Angel Cage e Topper. Siete dei grandi voi due. Se non avete mai letto niente, male. Leggete.
Adesso partiamo con i classici step:
– Per partecipare devi essere stato taggato almeno una volta.
– Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo.
– Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati.
– Cita il mio blog all’interno del tuo articolo con link diretto o esteso: GHB Memories – https://ghbmemories.wordpress.com, scrivendo che l’idea è partita da qui.
– Se vuoi spiega anche brevemente perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre.

Non so restare nelle cinque canzoni, perciò sforo senza problemi.
Il bello è che mi chiedono emozioni o stati d’animo al positivo, sarà una grande rottura. Fidatevi. Provo persino a non mettere metal estremo… vediamo. Cerco qualcosa di nuovo (anche se alcuni brani, forse tutti, son già stati citati).

*) DIRE STRAITS – CALLING ELVIS:
Forse la canzone che ho sentito di più nella mia infanzia. Non avevamo l’autoradio in macchina e perciò dovevamo utilizzare un walkman con l’altoparlante e ascoltare qualcosa tramite quello. Cassette di musica da macchina non ne avevamo e perciò un mio amico d’infanzia ci ha creare una cassetta di musica. Ho sempre pensato fosse un mix, ma in realtà era solo un disco dei Dire Straits e Calling Elvis era quasi sempre la preferita da far partire.

*) MISFITS – DIG UP HER BONES:
Questa canzone dei Misfits mi ricorda i primi viaggi con la band (io ero il road/tour manager). Dig Up Her Bones era la canzone della partenza, quella per caricare gli animi, una sorta di rito propiziatorio e di scarica d’adrenalina. Ci sono quelle canzoni che hanno quel ruolo, non sono dei capolavori ma sono perfette per lo scopo.


*) NIRVANA – WHERE DID YOU SLEEP LAST NIGHT:
La canzone non è dei Nirvana, lo so anche io. Where Did You Sleep Last Night mi ricorda l’adolescenza, l’essere liberi da ogni dovere, responsabilità, problema. I Nirvana (e l’Unplugged) significavano il fottersene, l’essere felici. Musicalmente non mi rappresentano più, sono passato oltre, ma al tempo erano LA band che dovevo sentire, quella che scriveva la scaletta del mio umore. Where Did You Sleep Last Night l’ho conosciuta per caso, ascoltata su un walkman di un amico; non sapevo bene chi stesse cantando cosa, sapevo solo un verso “My girl, my girl, don’t lie to me, tell me where did you sleep last night…” e mi ha tormentato per mesi.

*) KISS – I WAS MADE FOR LOVING YOU:
Giuro, non sono così svenevole da dirvi che questa canzone dei Kiss mi ricorda una ragazza. Infatti non mi ricorda una ragazza, ma viaggi in macchina. Come Dig Up Her Bones, anche I Was Made For Loving You è una canzone fottutamente da auto. Perché? Perché è ‘na cagata micidiale, ma ha groove, voci in falsetto, testo da ridere e l’attitudine perfetta per essere usata come Karaoke. IWMFLY (la accorcio) è la canzone di partenza per certi viaggi, il momento topico in cui parte l’acuto e tu, svociato come una pantegana che fa fumato troppo, cerchi di raggiungere Stanley (con risultati al 98% delle volte ridicoli… ma quando azzecchi l’acuto, fanculo, il mondo è ai tuoi piedi).

*) CORROSION OF CONFORMITY – ALBATROSS:
Altra canzone da macchina. Sembra proprio che i miei ricordi coincidano con l’avere il culo sul sedile di un veicolo. Ma non mi preoccupo della cosa. I COC sono una grande band e Albatross ha un cazzo di riff che ti si ficca in testa in meno di mezzo secondo. Ci sono altre canzoni Clean My Wounds, Zippo, Broken Man etc… ma questo brano ha qualcosa in più. Forse il fatto di essere hard rock ma anche vagamente catchy. Non lo so. Ma Albatross è una canzone da buoni sentimenti, da gomito fuori dal finestrino, da risate e un vaffanculo al tipo che ti continua a sfanalare alle spalle.

*) BRUCE SPRINGSTEEN – FURTHER UP ON THE ROAD:
Il Boss è il prototipo del cantante che vorresti avere quando parti e lasci le tue cose alle spalle. Lui ti racconta di amori, di fughe, ti tradimenti e di un’America diversa da quella che cantano molti artisti più titolati. Lui racconta storie di persone ai margini. Further Up On The Road non proviene dai primi dischi, ma da quel The Rising che ha visto la reunion di Bruce con la “sua” E-Street Band. Un disco un po’ schizofrenico (nel senso che mescola tanti stili e input) e perciò non sempre della qualità suprema che ci si aspetta dal Boss, ma ha dentro canzoni epocali. Further Up On The Road mi ricorda Monaco di Baviera, mi ricorda passeggiare da solo nell’Englischer Garten e sentire il sole sulla faccia, guardare la gente che passeggia o gioca a calcio sui prati. Mi fa venire voglia di prendere e andare a bere una birra.

*) IN FLAMES – COME CLARITY: 
Premetto subito una cosa: gli In Flames non mi piacciono granché da… che ne so… i dischi dopo Whoracle. Clayman lo ascolto ancora, ma non riesce a raggiungere la bellezza di The Jester Race o Whoracle stesso. Colony, il disco successivo a Whoracle, mi stufa un po’. Fatta la premessa, arriva subito l’eccezione. Come Clarity mi ricorda una stagione piena di concerti, viaggi e scoperte. Mi ricorda tantissime cose, fra cui anche aver letto, per la prima volta, il Kalevala (e da qua il mio grande amore per i territori nordici – già presente, ma amplificato da quel momento in avanti).

*) OZZY OSBOURNE – CRAZY TRAIN
Per una volta non cito i Black Sabbath, ma solo il folle e carismatico cantante Ozzy Osbourne. Uscito dalla band, il buon Ozzy ha tirato fuori una serie di dischi eccellenti, fra cui i primi due. Nel primo c’è una perla come Crazy Train, suonata in maniera energica dal compianto Randy Rhoads. Quando ho visto Ozzy dal vivo, il Madman aveva Zakk Wylde alla chitarra, Mike Bordin alla batteria (sì, quello dei Faith No More) e qualcuno al basso (penso Blasko). Crazy Train mi fa venire in mente l’eccitazione di vedere, finalmente, Ozzy dal vivo. Sentirlo cantare, svociato, mentre si aggira per il palco divertendosi. Perché questo è il sentimento che ti arriva quando lo vedi suonare dal vivo: il divertimento. La gioia. Avrà tonnellate di soldi, ma quando è sul palco ti dona felicità e si diverte.

Finita la carrellata di musica, vi indico alcuni blogger che dovrebbero proseguire questo ingrato compito. Non per il gusto di far andare avanti la catena (che è una rottura), ma perché la musica arricchisce tutti e più ne sentiamo, più cresciamo.

Viaggi Ermeneutici

Tirai una freccia la vento

TangledUp 

Una Pasteis Per Bene

Cineclan (potrebbero essere canzoni da film… che ne so io)

65 pensieri su “Mood Music Tag

      1. Sì, sei stato molto commerciale. Ma è giusto così, l’intento era d’inserire nella top five pezzi che ascolterai ancora fra 50 anni ed hai inserito un pezzo dei KISS che ne ha già compiuti 35 anni. Per la cronaca Dynasty è stato il primo LP che ho comprato.

      2. Ne ho lasciati fuori non so quanti (uno su tutti? Lynyrd Skynyrd, vabbeh). Il pezzo dei KISS l’ho inserito per la sua valenza da auto, non lo ascolto mai a casa… quando parto in viaggio invece è il primo brano ad entrare nel lettore.
        Dynasty? eheh… non mi ricordo il mio… anche se penso uno di M. Jackson….

      3. Fossero solo loro!! Io avrei voluto inserire anche i Clash, Elvis, Joy division, Simples Minds, Smith, Johnny Cash, Greenday, Faith no more, U2, Placibo, Lacuna Coil, Aerosmith, Linking Park, Off spring Escape the fate, Foo fighter, Led Zeppelin. Eagle, Deep Purple, Doors……. ma quanti ce ne sono??? E i Beatles e Rolling Stone? E’ la scelta di Sophie……..

      4. Esatto. Ecco, avrei inserito una carrellata di musica… ma volevo evitare di ripetere quello che faccio di solito nelle mie rubriche musicali.

  1. – mi sto chiedendo perché non ho inserito nella mia lista anche I was made for loving you, che credo canterò al mio matrimonio al povero disgraziato che mi sposerò, se mai mi sposerò un giorno;
    – in effetti come clarity sta al secondo posto dopo whoracle secondo il mio modestissimo parere;
    – Where did you sleep a me mette malinconia quindi non avrei potutoinserirla.
    bell’elenco (come mi aspettavo d’altra parte)!:D

    1. Ahahahaha. I kiss sono totali in auto. Fai karaoke con Paul Stanley, la tua guida migliorerà. Io sono per i primi 3 dischi degli In Flames… Come Clarity mi ricorsa certi eventi.
      Mette malinconia e gioia… non so spiegarmi…
      Grazie mille!!

    1. Ci mancherebbe che non ti nomino eheheheeh.
      Ho cercato, per una volta, di dire anche perchè ascolto una canzone… motivazioni più “intime” ecco.
      Attendo risultato

      1. I corrosion of conformity non avevo avuto mai occasione di ascoltarli e mi sono piaciuti. E poi ozzy ne ho ascoltato troppo poco e troppo presto… oggi mi ha fatto un effetto diverso e mi sono ripromessa di riascoltarne di più 🙂
        Ammazza è un compito difficilissimo per me,ma prometto di lavorarci! 🙂

      2. Ottima cosa. COC e Ozzy. Grande grande cosa. Sono molto felice di questo. Fammo sapere cosa ne pensi quando hai sentito meglio.
        Attendo il tuo lavoro allora!!

  2. Perché leggo solo ora cotanta citazione? Ah, sì, forse perché Sirius, il mio PC, è morto suicida dopo 11 mesi di superlavoro… O forse perché sono stata all’anteprima del film che più ho amato fare… Btw, amico divino sono onorata e commossa e potrei farti la compilation anche adesso… E il fatto che siano tutte tratte da film è puramente casuale..

    1. Amica mia. Un requiem per Sirius (Black!?). Per questo ti ho nominata, perchè sono sicuro che riusciresti a sorprendermi con qualche buon pezzo. Attendo fiducioso

    1. Io sono legato ai primi dischi (fino a Whoracle), dopo si sono spostati in un genere che non mi è più molto congeniale…. ma Come Clarity è un brano che mi ricorda alcuni momenti, alcuni periodi ecco.
      Grazie mille.

      Anzi, ti lancio una “sfida” (chiamala così), vai anche te con questo Mood Music Tag. Vedo che fai già delle classifiche di musica… perciò…

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...