Purificazione

Una fiamma che balugina davanti a me
non scalda
Più fiamme che danzano intorno a me
non illuminano
fumi d’avorio che escono dalle dita
essenze di vaniglia
l’aroma di fiori di mandorlo;
guardando l’oscurità che sale dai bronchi
mi immergo fino alle spalle
annegando nell’ultimo infinito

Sono nuvole d’inchiostro che lasciano
impronte digitali bluastre sulla pelle

Foglie d’alcantara
arrotolate in reticoli d’amianto;
soldati di fuoco che marciano
col passo dell’oca
e scendono lungo la gola ardente
lasciandosi alle spalle bastioni di zinco
calcio e fluoro

Sono ustioni rossante quelle che
spogliano la pelle dalle imperfezioni

Ogni volta che la fiamma si consuma,
ripenso che non mi sono mai sentito così vivo
come quando stavo morendo.
Più la luce brilla,
più sento un pezzo di vita che scivola fra le fiamme,
abbracciandomi gli arti,
mordendomi i pensieri,
lacerando quel velo d’immortalità
che mi copriva le spalle.

Sono tentativi disperati di evadare
da un corpo che è diventata una prigione

Annunci

22 Replies to “Purificazione”

  1. Complimenti è davvero bella….c’è un misto di tante cose…riti orientali, guerra, scrittura, paura e coraggio insieme, ma soprattutto….le contraddizioni del nostro essere e della nostra anima 😊
    p.s.
    questa è la sensazione ma forse non ho capito nulla 😛

    Date: Tue, 20 Jan 2015 11:01:45 +0000
    To: silvia-1959@live.it

    1. Grazie mille Silvia.
      Guarda, non voglio sbilanciarmi sul suo significato… anche perché ognuno ci legge dentro quello che prova e sente. Tu ci hai letto questo, le contraddizioni, paura, coraggio, guerra… ecco.
      Mi piace la tua interpretazione.

      1. oh beh… presumo, peccando di presunzione, che si tratti di una fumata di cubano mentre si sta immersi in una vasca da bagno ricolma di sali sanguinolenti e sorseggiando a canna da un bottiglia di buon gin; il tutto avviene dobo una battaglia all’ultimo sangue con una quotidianità spesso vuota e se non vuota ricolma di significati brutali e insignificanti. Ci tengo poi a dire che in particolare mi riconosco nella chiusa, avendo la schiena a pezzi, un dente rotto e la smaniosa voglia di lasciare questo corpo per cercarmene un altro meno dolorante. Ma è un’interpretazione, mica c’ho tutte le chiavi di lettura in mano… questo mai!

      2. Sai che la visione della fumata di cubano potrebbe non essere completamente errata?! Osservo spesso la gente che mi sta intorno o mentre vado al lavoro guardo la gente che mi passa accanto o sta seduta sulle panchine e potrebbe essere che mi abbia influenzato un’immagine così, forse un gioco di luci e ombre. Non so dirti. Ma mi piace anche la tua.
        Non è paraculismo (visto che ho detto che mi piace anche quella di Silvia), ma proprio mi piace il fatto che ognuno ci legga qualcosa di proprio, di personale in quello che scrivo.
        Che sono, poi, solo rigurgiti e parole.

    1. Ciao Claire!
      Mi farebbe molto piacere darti leggerezza… da me non ne trovi molta, per come scrivo c’è sempre qualcosa di drammatico o oscuro.
      Ma forse è catartico… 😉

      Grazie Claire

      1. E’ l’idea che mi è rimasta addosso leggendo, che è mia di fondo in questo periodo. Ma è come se fosse anche il senso di queste tue parole, del resto la purificazione … alleggerisce …

      1. Sì!!!!! Sai immagino lui alle feste greco-orientali che guarda i ballerini pieni di olio e di ornamenti dorati, tantissime candele e vino, ma il pensiero va sempre ad Efestione.
        Complimento meritatissimo sallo!=)

      2. Grazie mille. Che bello essere riuscito a crearti questa visione. Oltre a provare a creare una sorta di “musicalità” nel testo, l’effetto visivo è altrettanto importante per me.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...