Soundtrack of the day (59)

In questi tempi sto correndo. No, meglio, sto rincorrendo la luce davanti a me. Seduto sulla bicicletta vado e giro cercando di portare me stesso per la città. Non sono mai stato un grande fan della bici, anche da piccolo, quando tutti mettevano il culo sulla Bmx, io preferivo correre. Non chiedetemi perché, devo avere delle turbe psichiche. O, forse, ho visto una volta di troppo Fantozzi e la Coppa Cobram.
La situazione socio-economico-cultur-amatoriale (non avevo altre parole in mente) mi ha costretto a prendere fuori questo infernale mezzo di trasporto (pagato la bellezza di 40 euro) e farmi volare come il vento. No, scusate, il vento lo prendo nei denti ed è anche freddo.
Se vi stavate aspettando qualche grande rivelazione, un commento sprezzante o qualcosa di supremo… siete sul blog sbagliato. Chi mi conosce lo sa, non sono più carabiniere (cit. A. Tomba). E, soprattutto, ho finito le grandi frasi in qualche post passato.
Al massimo mi è rimasta incastrata in testa, come un pezzo di prosciutto fra i denti, questa considerazione:

Sto raccogliendo così tante parti di me in giro, come conchiglie sulla battigia, che mi chiedo cosa ne resterà del sottoscritto quando avrò finito la collezione.

Non è niente di che, ammettiamolo. Non è che ogni volta che uno tira fuori una frase così debba scrivere una super figata, no? Io meno di altri. Ma ha il suo charme perché dice tutto e non dice niente.
Potenza della parola fumosa.
Per qualche motivo ho scritto tutto questo pippone, vi chiederete voi. La risposta è semplice: chi è arrivato fin qua ed ha assorbito le parole che ho scritto (quelle di sta frase che funziona bene come digestivo e diuretico), ha capito che in ‘sti tempi sono diventato atletico e, perciò, sono ringiovanito di diversi anni, sarà anche ansioso di sentire che canzone voglio mettere oggi.
Vero?
Vero?
Non è vero.
Anche perchè mi sta finendo la fantasia su cosa postare (falso). In realtà la canzone è nel mio cervello da diverso tempo e voglio postarla oggi, martedì 13 gennaio dell’anno del Caprone.

Perché i Morbid Angel avranno tirato fuori una porcheria atomica come ultimo disco, ma al tempo spaccavano il culo. E molto.

Annunci

2 Replies to “Soundtrack of the day (59)”

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...