Soundtrack of the day (55)

Perché, per quanto ci sforziamo e combattiamo col sangue che filtra fra i denti, siamo nati perdenti.
L’ironia di questa considerazione è stata espressa nella maniera più geniale in una vecchia canzone degli Iron Maiden: there’s a time to live but isn’t it strange / That as soon as you’re born you’re dying / And reborn again?
Sembra che non ci sia quasi nessuna chance di ottenere qualcosa di durevole, se tanto nel momento stesso in cui nasci incominci pian piano a morire.
Sarà così? 
Sono convinto che ci sia un mezzo per riuscire a travalicare questo concetto: questo mezzo è l’arte. Pittura, scrittura, fotografia, scultura… sono veicoli per espandere il proprio concetto di mortalità. Un modo per determinare l’immortalità, se non della carne, sicuro del pensiero.
L’arte fornisce quella ricompensa che ci permette di dare un senso compiuto ad una battaglia che siamo destinati a perdere.

The purpose of art is washing the dust of daily life of our souls (Pablo Picasso)

Annunci

31 Replies to “Soundtrack of the day (55)”

  1. Vero.
    “Tutti stiamo lentamente morendo” (cit.), e questo è un motivo che incoraggia maggiormente a voler lasciare un segno di noi, del nostro intelletto…altrimenti cosa serviamo a fare?!

      1. Questo commento è approvato con il suono delle fanfare e lo scoppio di petardi.

        Tieni, ti regalo quasi nove minuti di depressione e disperazione ah ah ah.

      2. Regalo come sempre stragradito!
        Tutta questa disperazione mi fa prendere bene (non sono Maga Magò..forse)..allora mi sento di ricambiare la depressione con un pò di angoscia 😉

        Chi ci legge ci prende per matti. Mi piace.

      3. Non lo conoscevo. Ottimo. Mi piace sempre scoprire artisti sconosciuti (a me, ovvio).
        Mette una bella ansia, che ci sta da dio con questo tempo.

      4. Uh allora ti dico una curiosità croccante su questo vispo settantenne, che secondo me ti piglia bene;)
        In questo album “The Drift” in alcuni pezzi quella che sembra la cassa di una batteria non è proprio quello che sembra…in realtà si tratta di pugni tirati a delle carcasse di non so quale animale appeso in mattatoio, registrati e mandati in loop.
        Quest’uomo è un fottuto genio!

      1. I primi album sono bellissimi, poi hanno avuto un picco altissimo con Fear of the Dark e poi sono crollati definitivamente.
        Hanno la peculiarità di scrivere tutte canzoni uguali ma che per qualche oscuro motivo riesci a distinguerle.

      2. Sì, sono crollati perché Dickinson non ha più la voce di un tempo e si sono intestarditi a scrivere canzoni noiose di 10 minuti cadauna. Il problema è che queste funzionano se c’è ispirazione, se no è un vero tormento.
        Hanno dei grandi pezzi comunque. Non posso criticarli troppo, sono uno dei padri del metal… hanno e avranno sempre un ruolo importantissimo.

      3. Io li stimo profondamente e mi limito a non ascoltare i loro lavori piú moderni.
        Ma apprezzo anche il vecchio Paul, non c’è solo Bruce. L’altro che non mi ricordo mai come si chiama invece nella mia somma ignoranza non lo prendo mai in considerazione…

      4. Con Paul hanno gettato le basi che poi sono state riprese con Bruce. Forse solo grazie a Bruce hanno fatto il salto di qualità (anche se sono sempre stati gentili con il buon Bruce, spesso finiva i concerti con l’ossigeno attaccato e afono.. ma anche le Sirene Antiaeree perdono energia aha). Forse con Paul c’era più urgenza di Bruce ma…
        Il buon Blaze Bailey ha avuto sfiga. I Maiden volevano e non volevano Bruce e hanno costretto Blaze a fare un lavoro che assomigliasse a Bruce. Ovviamente ha fallito. E così, come da grande tradizione delle band, ritorna il vecchio cantante per tour celebrativi (dopo essersi sparati merda a chili) e dischi uno più floscio dell’altro…

      5. Bruce ha sicuramente portato i Maiden dove non sarebbero potuti arrivare con con Paul e sicuramente Blaze non poteva fare quello che faceva Bruce, trovandosi cosí in un contesto sfortunatissimo, tanto sfortunato che non riesco mai a ricordarmi il suo nome.
        Adesso però mi sa che mi riascolto Phantom of the Opera e Wrathchild!

      6. Già. Forse perché i pezzi sono più catchy o solo molto più pubblicizzati o più belli, non saprei dirlo. Blaze ha avuto sfiga e non poteva fare molto per cambiare il tutto… anche perché tanto scrive tutto Steve..
        Io continuo ad andare sulla musica un po’ più pesante… i Maiden sono troppo leggeri eheheheh

      7. In questo periodo ascolto molto Pink Floyd ed i primi due album di Battiato.
        Adoro il prog italiano e straniero, canticchio continuamente Il Barbiere di Siviglia di Rossini, credo sia l’opera che conosco meglio in assoluto, ma generalmente Rossini mi piace, cosí come Mozart e Beethoven. Per mia ignoranza non conosco Verdi ma non per mia ignoranza ascolto sempre volentieri Wagner.
        Semplifico: ascolto musica sinfonica, da camera ed operistica, jazz e rock, apprezzando piú o meno le rispettive varianti. Non ascolto per niente Ska, Reggae, Rap, escludendo pochissimi artisti e non in maniera completa (Verba Manent e La Morte dei Miracoli di Frankie Hi-Nrg per esempio).
        Nello specifico “metallico” mi piacciono molto i primi Iron Maiden, i primi Metallica, un po’ di Sepultura, un po’ di Slayer, i Tool, i Between the buried and me, gli Anathema.
        (faccio un discorso a parte per i progetti di Patton che credo di apprezzare in ogni loro sfumatura)

        Ci sarà altro che ascolto o che ho ascoltato ma ora non mi viene in mente. Tipo i cantautori italiani come De André, Guccini, un po’ De Gregori etc etc 🙂

      8. Interessante. Hai uno spettro musicale abbastanza diverso dal mio, anche se ci sono diverse cose in comune (grande per gli Anathema Ottimo gruppo).
        Anche io evito come la peste Ska, Rap, Reggae etc… non lo so. Non sono la mia “cup of tea”, se vogliamo dire così.
        Grazie per la spiegazione musicale. Mi rende sempre curioso questa parte 😉

      9. Io sono sempre restio a parlare dei miei gusti musicali, perché essendo molto variegati sembra che mi stia vantando e che in realtà ascolto solo Masini, che invece ascolto solo per far fare figuracce agli altri. 🙂

      10. Ma figurati. Io apprezzo se qualcuno ascolta molta musica, generi diversi e si appassiona a quello che ascolta. Anzi, preferisco così. Non deve per forza essere musica che apprezzo, anzi…
        Se fai conto che io, che sono una capra, mi sono mezzo addormentato all’Opera ahahaha

      11. Ahahah! Ma dipende da cosa si va a vedere e con quale predisposizione ci si va!
        Tra l’altro ho dimenticato di citare i Nanowar tra quelli che di tanto in tanto ascolto (lo dico perché se ricordo bene la pagina di Wikipedia, i Manowar dicono di essere ispirati da Wagner, cosa che imbestialire i parenti del suddetto… 😛 )

      12. Io ci sono andato con lo spirito del pioniere. Accompagnavo la mia ragazza… un’opera di Verdi (l’Aida)… e dopo il secondo atto sono crollato. E prima canticchiavo la Black Label Society per tenermi sveglio ahahahahahahha.

      13. Il problema è che stavo cascando dai gradini dell’arena ahhahahah. Che figura di legno. Mi ha tenuto seduto a bracciate ahahah.

        (eh, ci credo. Se non apprezzi la musica più heavy…)

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...