Dracula Untold

* L’unico blog che puzza di umido perché non ho aperto le finestre*

[chiacchiericcio indistinguibile]

… ed alla fine sono andato a vedere anche Dracula Untold“.
E….?
E… cosa?!
E com’era?!
Com’era il cinema?
No, idiota, com’era il film

Il che mi porta a dire subito una cosa. Il film Dracula Untold è abbastanza ‘na cagata. Svelato il mistero. Quello che c’è di Untold è che ‘sto film è proprio ‘na mezza cagata. Possiamo anche andare a cercare delle cose di pregio, ma poi finiamo a disquisire sul nulla. Perché mi sta bene dare un taglio tipo prequel (no, non è vero…), ma stravolgere in maniera completa il personaggio di Vlad Tepes mi sembra quasi esagerato. Nel film, il buon vecchio Vlad l’Impalatore (e non per difficoltà nella pronuncia di Imperatore) sembra un tipo a posto, uno ok, con un passato un po’ burrascoso, ma poi diventa un Orsetto

L’Orsetto Pelosotto a sinistra con il figlio

Pelosotto (non so come descrivere il rigurgito d’odio che mi è venuto a vedere questa cosa). Il vecchio Vlad non avrà passato tutti i giorni della sua vita a mettere in pratica (con variazione brevettata) il vecchio adagio: “è più facile che un cammello passi per la cruna dell’ago… etc etc”, ma non mi sembra che fosse un zuccheroso prototipo di supereroe. Anche perchè, fosse vivo, pretenderebbe (a ragion veduta) i diritti su: “ma l’hai vista/o come si atteggia? Sembra che abbia un palo/una scopa nel culo” (chiedo perdono per l’utilizzo del termine scopa).
La decisione di diventare Vampiro Co.Co.Co. (so che ci sono le Agenzie Interinali per diventare Vampiro, Zombie, Mummia etc), con tassazione agevolata, contributi pagati, orario di lavoro flessibile per quanto solo in fascia notturna, è una delle pieghe da americanata che anticipano il momento della “grande cagata”. Questo momento topico arriva verso la fine, prima della grande battaglia in cui Underworld prende il sopravvento sulla trama di Dracula.
C’è la sospensione dell’incredulità. Il momento in cui la visione del film viene interrotta dal passeggero della quarta fila in fondo sulla destra che, destastosi dal semi-abbiocco dato dalla pellicola, si erge nella sua poderosa altezza e tira un paio di sacramenti cabriolet e panati che lasciano gli altri spettatori attoniti. Diciamo che l’effetto è quello di Tyler Durden che inserisce peni all’interno delle pellicole Disney. Non lo noti, ma lo percepisci e ci stai male. Ecco, l’effetto dei sacramenti della persona in quarta fila a destra (che non nomino perché se no se ne risente) è lo stesso. Ferma il tempo, cambia il clima, denota disagio.

ALLARME BOILER.

Il boiler in questione riguarda una delle scene più inquietanti del film. Nel momento di massimo spasimo emotivo (cosa significa sta cosa, solo il Grande Capro lo sa), la bella di turno cade da una rupe e

E tu saresti Dracula?

vola per un periodo compreso fra i 10 minuti di film e la fila alle Poste quando sei di fretta (dicasi: infinito) e va a schiantarsi sui macigni in fondo. La bella di turno viene inseguita, in versione volante, dal nostro supermaxieroe Dracula. Non la prende e si verifica la situazione di cui sopra.
Non appena Dracula arriva in fondo la prende in braccio e, nonostante un volo di non so quanti chilometri, la tipa continua a parlare (ok che è donna, ma…) e riesce persino ad implorarlo di fare l’estremo sacrificio (che non svelo per non rovinarvi il film, ma sappiate che sono coinvolti: 43 clown, un traghetto a vapore, un’anguria, 5 manette con il pelo colorato ed un grande e grosso ciclope).
Al che io, che sono notoriamente una persona molto moderata, ho tirato il sacramento di cui sopra, scomodando i Santi ed i Patroni di tutte le religioni esistenti da qua fino a Plutone.

FINE ALLARME BOILER.

Il finale è ricco di non-colpi di scena. Lotte, battaglie all’amaretto, momenti di incredulità (ma perché il frate, perché!!!!!) e poi la scontatezza fatta persona.
Forse sono io (sì), ma ci sono casi in cui un personaggio è interessante, grande, perché il passato è ammantato nell’ombra. Le radici affondano più nelle paure della gente, nel mito, che in una conoscenza effettiva. Non volevo questo Dracula Untold perchè Dracula mi bastava. E dannazione all’effetto Boiler, se no vi direi anche il momento di sospensione dell’incredulità.

Rooooooots Bloooody Roooooooots!!!!
Annunci

43 Replies to “Dracula Untold”

  1. Sai che c’è? Che ci sono oggi tra di noi uomini comuni così spietati, crudeli e spietati assassini, che quelli di un tempo li facciamo diventare buoni per compensazione……

    Date: Thu, 4 Dec 2014 14:56:25 +0000 To: silvia-1959@live.it

      1. Ok, questo sì. Spargono uno strato di dolcificante sul passato per renderlo zuccheroso e tranquillo. Per avere paura del passato basta mettere in mostra la 2a guerra mondiale. E poi si mettono a posto la coscienza.

      2. la guerra è orribile, ma si è in guerra…..e tutto quello che avviene senza alcuna motivazione invece???? Credo che di questo si debba avere più timore…

      3. Ah, ma quello viene nascosto sotto il tappeto Silvia. Nelle notizie non dura che il battito d’ali di una farfalla (mi tengo sulla poesia). Le guerre durano e fanno scalpore e vengono ricordate.
        Senza alcuna motivazione non esiste nulla (a quanto so), il problema è che viene giustificato tutto.

  2. io dopo 15 minuti facevo le bolle dal naso :/

    e cmq..”la bella di turno cade da una rupe e vola per un periodo compreso fra i 10 minuti di film e la fila alle Poste quando sei di fretta”
    Ti dico solo che sono a lavoro ed ho sghignazzato senza apparente motivo (o senza motivo reale…)

    1. Ti svelo un segreto: il tipo che ha tirato il bestemmione… sono io. Lo so, lo so, tu dirai “non è possibile, sei pacato, moderato e tranquillo” ma io ti giuro che sono stato io 😀

      Ah, sono contento che sghignazzi senza apparente motivo (o senza motivo reale). Sono il primo che ridacchia mentre scrive ste vaccate 😀 eheh

      1. Ma certo. Una risata va bene… al massimo ti do un consiglio: se senti sirene in avvicinamento, scappa!!! 😀

        Già. Un bel film su Vlad Tepes… cattivo, brutto e sporco ci starebbe.

      2. Capirai o Divino Zeus!
        Se per ogni volta che rido da sola senza motivo apparente (o reale) rischiassi la cattura con conseguente segregazione coatta al C.I.M. … sarei dentro da un po’ 😛
        Con tanto di inseguimenti in macchina…

        Eh…io mi devo depurare dalle violenze televisive…casomai guardo Rossella O’Hara sta sera (e rido da sola pure sta volta…saremo mica cugini?)

      3. Mi sa che una volta o l’altra ci incontriamo a giocare a dama nella sala comune del manicomio (io vado sul termine old-style eheheheh).

        Rossella O’Hara come serata relax!? Penso che ucciderei qualcuno. Io diminuisco il livello di violenza guardando Sons Of Anarchy e The Walking Dead (penso)

      4. scusa abbi pazienza, vuoi dirmi che dopo i primi 4 minuti e 30 secondi di Rossellona non dormi?? Io si!

        Ecco bravo hai centrato, dei depurarmi un attimino da TWD (visto che siamo in pausa fino al 9 febbraio – che onestamente mi par un po’ lunghina come pausa obbligata) che son tutta budella e pelle morta.

      5. Ah, ma tu la usi come ninna-nanna! ahahaha. Ok ok. Allora ci sto. Io perdo la concentrazione subito. Penso che mi vien l’ansia da ore ed ore di mattonazzo

        Io mi guardo oggi l’ultima pre-pausa e idem per SoA (che è alla penultima puntata)…. Fino a febbraio è lunghetta, secondo me l’han fatto per le festività.

  3. Non appena Dracula arriva in fondo la prende in braccio e, nonostante un volo di non so quanti chilometri, la tipa continua a parlare (ok che è donna, ma…)

    &

    Le agenzie interinali per creature fantastiche in fascia notturna

    meritano, come sempre, 92 minuti di applausi.

    grazie di questa preziosa recensione.

    1. Grazie a te per gli applausi.
      Visto che mi chiedevi una recensione di Dracula Untold, ho pensato di dare una precedenza a questa rispetto a tutto il resto che mi passava per la testa.

      E poi tu ne guardi di film… perciò gli applausi mi fanno ancora più piacere! 😀

      1. Mmmmm, va bene.
        Un grosso ciclope chiede al clown di vendergli un’anguria, il clown dice di averle finite ma può vendergli un biglietto per il traghetto a vapore e in omaggio ci sono delle manette con il pelo colorato. Così è giusto.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...