BAM BAM SDLENG

* Contiene: congiuntivi casualmente corretti,  tracce di futurismo retrodatato, miniere di pesticidi ed un leocorno*

La voglio per trovare parcheggio in centro città. Ma devo dire che è presa da web?

Quanti di voi, da bambini, hanno pianto lacrime di gioia vedendosi recapitare a casa giochi per computer in cui dovevi distruggere l’umano creato? Ok, a parte i dubbi sulla vostra capacità di relazione con l’umanità, vi si può subito inquadrare con quelli che non perdevano il tempo a rincorrere l’ultima copia di Postal Market e poi al bagno. Il che non fa di voi delle persone di cui fidarsi al 100%, ricordatevelo. Anzi, ve lo ricordo io: siete delle brutte brutte brutte persone.
Ma visto che non mi piace dare giudizi a caso sulla gente (brutta brutta gente!!), cercate di immaginare quella sensazione di allegria e irrefrenabile voglia di macellare gente, cose, persone ed italiano parlato e scritto e buttatele a caso dentro un film.
Scegliete l’attore (il paperella Jason Statham – l’unico attore al mondo che quando corre sembra essere su un cavallo… vai te a capire l’apertura ginocchiale di sto uomo) e piazzatelo in un contesto futur-attual-prigionier-ifico (notate, please, tre trattini). In effetti è ambientato nel 2012 e non si capisce perché. Non si capisce perché l’hanno ambientato, non l’anno. Quello l’ho capito.
Dopo aver scelto l’attore principale (e tirato su un branco di comprimari alla rinfusa dal mercato “tanto al chilo”), andate per strada e raccattate un gibbone strafatto di coca e ditegli di scrivere una sceneggiatura (tanto rispetto per voi che parlate con un gibbone, sia chiaro). Nella sceneggiatura ci devono essere: il protagonista, violenza, torti subiti, le prigioni più brutte su questo mondo, macchine fighe con sopra l’iraddiddio di armi, Karmageddon, armi (l’avevo già scritto), una manciata di topa che non fa mai male al colesterolo… e poi? Nulla. Ecco. Nulla. Una bella manciata di nulla per riempire gli spazi (il nulla, nei film, mi piace… mi rilassa).

Il risultato? Una trama risibile. Risibile nel senso che può starci tranquillamente in una ciotola di riso ed anche comoda.
L’improbabilità di uno script come quello di DEATH RACE (ecco il nome del film, per chi si fosse fatto venire i calli alle mani nel cercare su Google il titolo… dico così, almeno chi vi sta intorno non sa che stavate cercando pornazzi a go-go) è alta. Molto alta. Raggiunge probabilità statistiche tipo la mai tramontata: “Stasera si tromba?” “No, ho mal di testa” (che poi è alta la probabilità perché non si usa tromba… ricordatevelo bambini, non si usa tromba! Zeus per il sociale).
Ma vi rendete conto di quanta POESIA ci ha messo questo gibbone?
Un tizio che prende a sberle i poliziotti, li atterra a badilate a mano aperta e NON viene manco messo in prigione, NO! Viene lasciato libero di andarsene via dalla fabbrica in chiusura (che sembra un po’ l’inizio di trama di quel gran pezzo di attore di Stefano Gabbiano) con anche i soldi che aveva guadagnato!! Spettacolo.
Sto cicisbeo arriva a casa e solo qua, dove trova una moglie fedele (e che guarda al lato positivo di ‘sto mezzo manigoldo) e sua neonata,

Laserone

che succede il PATATRACK! (Ditelo ad alta voce, please). Il PATATRACK (che fa il palio con “laserone” e da dire mimando il segno delle virgolette come riportato nell’immagine a lato) è che si risveglia con l’accusa di aver ucciso la moglie!! De Dio! Ma non l’avevo mai vista sta cosa.
A questo spunto degno di una puntata di Derrick, la mia attenzione è andata farsi benedire. Ma il mio spirito insano si fa sentire.
E continuo a guardare brutture, corse di macchine, il nulla, cazzotti, il nulla e corse di macchine. Fino al gran finale. Che non ti aspetti. Ma neanche per idea.

Cioè, penso che a scrivervi lo spoiler vi farei anche un favore.

Ma non lo faccio. Poi vi perdete le lacrime e la gioia.
Seguita dalla presa di coscienza che ci saranno anche Death Race 2 e Death Race 3 ad aspettarvi.

E così sia!

Annunci

45 pensieri su “BAM BAM SDLENG

    1. Tu sei perfetta. Wolfstein 3D è il gioco top per eccellenza (anche perché mi sarei stupito del tuo correre al bagno con Postal Market).

      Il leocorno c’è… devi cercarlo (forse nei tag? 😛 eheh)

      1. Ahahahaahhaha! Si potrebbe fare… tu che sei veterinaria potresti anche scriverci un post 😉

        No, stasera son fuori casa… rientro tardi. Quando son in sede mi sa che piazzo Sons Of Anarchy 🙂

      2. Ahahahaha 😀 Grande idea, lo farò. Preparati.

        Volevo iniziarla anche io quella serie. L’altra sera ho visto le prime puntate di house of cards ma non mi piace, é pallosa :/

  1. Just me

    Mi piace che ancora lo dici che le trame son risibili! Dai? Uomini&Donne al testosterone, che ti aspetti, disquisizioni di fisica quantistica quando fai partire il film?

    Che poi, va confessato, mi diverto pure a leggere di gibboni strafatti e tizi con apertura ginocchiale fuori dalla norma. Forse comincio a star male. Forse sei contagioso.

    1. Ma ovvio, mica mi faccio il canubrio dell’amicizia quando guardo i film 😀 ma non per questo smetto di guardarli 😀 ahahahahahahahah

      Il fatto è che sono contagioso, una sorta di droga psitica della peggior specie 😀

      1. Just me

        Sì, l’abbiamo notato che non ti arrendi e hai intenzione di guardarli tutti. Per la gioia mia, che intanto mi infetto e tra qualche anno verrò ritrovata sul divano con una mano nella mutanda a guardare sparatorie in loop. :/

        Basta, dobbiamo svelare le cose come stanno. Per il tuo e per il mio bene!…

        Signore e signori, un momento di attenzione prego, l’affascinante Zeus vi sta mentendo. Vi fa credere di essere innamorato unilateralmente del trash, ma poi, segretamente, si guarda Garden State con cuore commosso e occhi lucidi. Ripeto, Zeus guarda anche veri film. State attenti!

      2. Non so se mi sconvolge di più la rivelazione (cheppoi, da dove ti informi te 😛 ehehehe) o l’immagine di te sul divano con la mano nella mutanda a guardare sparatorie a loop.
        Secondo me, in entrambi i casi, c’era dell’alcool nelle tue vene!!! 😀

        Io non ho il cuore commosso. E men che meno gli occhi lucidi 😛

      3. Just me

        Lo so, dicendolo con le parole di Billy Joe “sometimes I give myself the creeps” (e no, non c’è alcool in me, è tutta natura).

        Quando è morta la mamma di Bambi avrai pianto! O pensavi allo spezzatino?

      4. Sfortunatamente sono conscio del fatto che è tutta natura (l’alcool mi avrebbe portato una tranquillità interiore, invece mi spaventi proprio 😀 ahahahah).

        Penso di sì… hanno pianto generazioni di bambini/e/o/a/u… ecco… poi ho pensato allo spezzatino (che è buono… spezzatino di capriolo con polenta, spettacolo).

      5. Quale?! 😀

        Ah, scusa, quando parli con me potresti evitare di soffiarmi in faccia il canubrio dell’amicizia che ti sei fatta prima?! No, perché… cough cough… ahahahahah 😛

        Ma no, lo sanno tutti che non bevi, non ti droghi etc etc etc… sniffi solo colla. Ma questo non è un problema, o..!?

      6. Just me

        Allora, vediamo di finirla con le mie dipendenze da colla che lo sai che mi serve solo per parlare bene l’inglese da gangsta’, o tiro fuori i tuoi di scabrosi.

  2. Ho scambiato la macchina per quella di ritorno al futuro. Non sto bene!
    Dire che trovo insopportabili questo genere di film è un eufemismo, ovviamente. Ciò che mi infastidisce di più sono le lotte surreali, come quando il protagonista contro 100 uomini armati sino ai denti che con una pallina da golf la scampa senza nemmeno un graffio.

    Io proporrei una rivisitazione del dialogo sopra citato.
    U:”Perché non ci guardiamo un bel film con armi, sangue e trame senza senso? ”
    D:”Dai trombiamo! ”
    (V. per il sociale è più utile di Zeus!) 😀

    1. Uff… anche te con questa razionalità pallossissima!!! 😀 😛 Non è detto che ogni combattimento debba avvenire secondo le leggi della natura… 😀 guarda McGiver… 😛

      La tua “comunicazione per il sociale” mi piace. Almeno nella risposta. I punti di vista maschili e femminili si intersecano 😀

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...