Angoscia ed altre ferite

E poi ti svegli con l’angoscia. Un senso di spaesamento. Ciottoli grandi come pugni stretti che si smuovono nello stomaco.
Il senso di staticità. Il senso di estremo movimento. Inconsapevole. Il tempo che passa fra le dita delle mani, fluisce via come acqua che scorre. E ti lascia un senso di sporcizia, un velo unto sulla pelle.

“Why is this happening to me? Why have
I been forsaken? Nothing numbs the pain
any longer……please….I’m slipping away”

 

Scappare? Quello che desidero, in realtà, è un momento di silenzio. Un momento di estremo caos. Così grande da potermi permettere di non ragionare, di estraniarmi. Non fare i conti con quel peso che mi sto portando sulle spalle. Quella stanchezza enorme che si è infiltrata nelle ossa.

We fall into the spaces blind, the puzzle so unkind
The lotus eaters fly
we watch the random pattern form, insidious and cold
And bloom into the unknown

Aiutatemi. Mi aiuto. Cecità auto-indotta. Mani che diventano artigli. Artigli che feriscono la pelle. Pelle che sanguina.
Volevo cercare un’apertura per scappare dalla prigione che è diventato il mio corpo. Un feritoia da cui evadere. Senza le catene di un’angoscia profonda. Di indecisione radicata. Cancerogena.

Please God why can’t you hear us?
Please God why aren’t you listening?

Sono grida nella notte. Quel senso di completa solitudine in mezzo alle persone. Il proseguire sul percorso oscuro. La luce poco distante, come se bastasse allungare la mano per toccarla. Come se bastasse un piccolo sforzo per essere scaldato. Ma sei troppo stanco per farlo. Troppo indolente. Apatico. Fino alla nausea. Spirituale e fisica.

We take the hand of fate in vain, and wonder why your will
Seems cruel controlled and illogical
Do words fall on deaf ears, are we just too small?
Please make us understand

Ma allora ti chiedo, contando i sassi nello stomaco, le ferite sulla pelle e l’angoscia che mi morde l’anima:

Please God why can’t you hear us?
Please God why aren’t you listening?
Please God why must we fear you?
Please God why did you take her away?

Please God why can’t you hear us?
Please God why aren’t you listening?
Please God why must we fear you?
Please God why did you take her away?

Are we your children?
Are we lost?

Annunci

2 Replies to “Angoscia ed altre ferite”

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...