Senza titolo. Senza speranza.

Soppeso,
con le dita della mente,
il rigurgito d’odio nascente nello spirito.
Se potessi intingere un dito
in questa vischiosa melassa,
potrei dipingere quadri astratti
disegnati da un demente sbavante.
Sussurri inquietanti,
mascherati da promesse e Glasgow smile,
si accompagnano a strette di mano
sigillate con fili d’amianto e saliva di Varano.
E le parole che dirò
le troverete esposte al mercatino delle pulci,
svendute al miglior acquirente
regalate al muto addormentato.
Saranno accanto ai vostri sogni interrotti ed
alle promesse dimenticate. Ignorate.
Il giullare senza sorriso dirà l’ultima battuta
riempiendo spazi di vuota inconsistenza
ed aprirà la bocca, rossa di veleno e nera di sangue.
Al suo interno file di lapidi, come coltelli spuntati,
come un autunno lasciato a metà.
Infilerà la mano in gola, superando le scogliere d’avorio,
per tirare fuori quel filo di disgusto
quella malinconia riscaldata dal sole ma bruciata dal freddo.

Ed il tintinnio che sentirete, non sarà altro che
il suono di monete d’argento che rimbalzano sul selciato,
che barattano un chilo di metallo per un’anima nuova.

Annunci

30 Replies to “Senza titolo. Senza speranza.”

  1. Sire, sono sorpresa, stupita e…

    Mi hai ricordato una tizia che postava poesiole tempo fa. Diverso il mood, ma identica oscurità.
    Mi piacerebbe porgerti in dono la serenità, ma poi non avresti più queste parole.

    Alla bellezza tutto si perdona.

    1. Mia Regina dall’Occhiolino, sono estremamente felice che questo mio abbozzo sia di tuo gradimento.
      Ti ricorda una tizia che postava poesiole? Il paragone mi inorgoglisce cara Tilla, anche se il sottoscritto non pensa di scrivere poesie o poesiole… ma tant’è. Comunque le immagini che provocano, nella mente, sono le stesse, questo lo ammetto.

      Alla bellezza tutto si perdona… a parte la bellezza, vero? (ho scoperto, a posteriori, che la mia frase è un mezzo plagio di una scrittrice, Barbery, che non conoscevo… ignoranza mia…)

      1. Vedi? Io sono bello, ma cattivo, iracondo, fulminante, demoniaco e decisamente incostante.
        Meglio qualcuno di più stabile! Ed un gatto è decisamente quello che cerchi ehehehe 😀

  2. Stupenda poesia! La chiosa riporta improvvisamente alla realtà, che pare di sentire il suono di quel tintinnio. Mi piace la violenza delle immagini, specie nella parte che descrive l’ultima battuta del giullare, perché è molto meno pericolosa di qualsiasi bella parola

    1. Grazie marco! Troppo buono anche nel definire questo tentativo una poesia. Non ne sono degno, veramente. Direi che il baratto finale è una condizione che tutti, prima o poi, hanno provato o subito…

  3. [Basta spasimanti amicicio,basta!] 🙂
    Anche io,comunque,apprezzo un sacco questo tuo lato. “Soppeso,
    con le dita della mente,
    il rigurgito d’odio nascente nello spirito.” Cioè…Wow!

    1. [ahahahah – te l’ho detto cara mia, quando uno è bello… 😀 ahahah]

      Grazie mille amicicia. Io sperimento, poi vedo cosa ne esce… a volte sono cose più focalizzate, altre volte più astratte, altre ancora delle cagate immonde ahahah

      1. Ti dirò che io non apprezzo particolarmente la poesia ma mi piacciono molto gli incastri tra le parole, in qualsiasi forma si manifestino. Tu sei molto bravo in questo.

      2. Siamo sulla stessa lunghezza d’onda… non penso di aver mai letto più di una manciata di poesie in vita mia. Ma mi piacciono gli incastri di parole, il suono, le immagini che formano cambiando, anche di poco, posizione, tempi e via dicendo.
        Ecco, questo mi piace fare. Incastrare parole.

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...