Pillole di Genius (11)

Quando leggerete questo post io, Divino Zeus, probabilmente mi sarò già sciacquato da casa mia con Daisy Duck al seguito e sto cercando di andare dove i lupi sono miei amici (a Nord, per intenderci).
Ritornerò unicamente verso sera, ma non voglio lasciarvi tutto questo tempo senza un mio piccolo contributo a peggiorarvi la giornata.
Vorrei lasciarvi un proposito che, spero, vi farà aprire gli occhi e riflettere bene.

Il saggio dice: Se una mattina ti alzi e grattandoti le balle ne senti quattro,
fai attenzione, il nemico è alle tue spalle.

Non voglio aggiungere altro per non diminuire la portata, e la deflagrante potenza, di questa affermazione.
Meditate gente, meditate.

Annunci

24 Replies to “Pillole di Genius (11)”

  1. Lo sapevo che sarebbe successo. Sei dovuto fuggire al nord perché ricercato per comicità pessima. Te l’avevo detto.Trust amicicia!
    E poi come la metti con le donne?

    1. Come pessima comicità? Ma dai.. non è vero… 😀 ahahahahaha… o, forse non era splendente, ma scatenava un sorriso.
      Per le donne vale il discorso fatto ad Hararel 😀

  2. Mio Sire! Eccome se ho apprezzato! Me sò tajata.
    I miei omaggi a Daisy Duck…ah! Donna fortunata…

    Mumble…
    Mumble…

    A ben pensarci, nonostante l’inconfutabile devozione, mi sa che sei tu l’uomo fortunato.

    1. ahahahahahah… percepisco una nota di rimprovero nella seconda parte della frase. Condivido. La mia ignoranza, come la mia bellezza, non ha confini terreni.
      Fra i due, sicuramente, sono io quello fortunato. Diciamo che sono un pochino come Giove che ruota intorno al sole… 😀 eheheh

      Felice di averti sollazzato l’animo cara.

    1. Ah poesia su poesia… qua c’è un vero concentrato di Gingsberg e Leopardi nella stessa frase.
      Mi piace che i fini pensatori si ritrovino in certi post 😛 ahahahahahah
      Grazie per il contributo!!

  3. scusa, sa…ma avvisa, prima…me so venute le lacrime a ride…
    e, a casa, me guardavano come ‘na matta… (che è, comunque, er modo in cui me guardano quasi sempre…)
    😦

    1. Chiedo umile perdono! Non avrei mai voluto una cosa simile. Che poi, sinceramente, è un trattamento che mi riservano sempre anche a me… dannazione… non il fatto che rido, il fatto che mi guardano come un matto…

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...