Soundtrack of the day (9)

C’è una lunghezza prefissata affinché una canzone possa trasmettere emozioni? Sono 2.43? Sono 15.23? Sono i 3.40? Non lo so. Sarebbe come cercare di definire in termini di profondità un’emozione. Per essere di un determinato tipo quanto deve durare? Giorni, settimane, anni? Deve scendere in profondità nel petto o deve rimanere in superficie (perciò sempre a portata di mano)? Se prendiamo questi due parametri come basilari, il primo sentimento è più importante del secondo? Io non lo so. Come possiamo sapere se un’emozione che scende subito nel petto sia più importante di una utilizzabile quando serve, quando ti serve?
Per questo motivo mi sembra quasi un giochetto stupido cercare di trovare il giusto momento e la giusta durata di una canzone. Dipende dove arriva l’emozione, il colpo allo stomaco. Può succedere dopo l’intero disco, che ne sai te? Come puoi prevederlo? O è una questione di genere? Il blues è meglio del jazz? Il pop è meglio del metal? Ma se a me, per esempio, dopo 5 canzoni pop mi viene l’allergia cosa succede? Il pop non trasmette più emozioni? Io non credo. Stiamo cavillando nell’insensato.
Io penso che, certe volte, un’emozione viaggi veloce, come una frustata sulla schiena. Un colpo di pistola.
Perciò, premesso questo: YOU SUFFER, BUT WHY?

Annunci

16 Replies to “Soundtrack of the day (9)”

    1. Esatto! Per questo mi son sentito di specificare che non c’è una lunghezza predefinita all’emozione che può fornire (ed il pezzo dei Napalm Death ne è esempio lampante eheheh).

      Buongiorno Marcello! E grazie del commento!

      1. Oh Tilla, Tilla, son Zeus perché ho sconfitto Titani e Giganti…

        Guarda, se ti vuoi tirar via il pensiero… ho da passare l’aspirapolvere stasera… 😀 eheheh

  1. gutturale… imperativo! con quel non so che di riluttante…basta poco per far trasalire, beh, il death ne è il proseguo, se non ricordo male qualcuno di loro, ha creato il gruppo “Cathedral”… ricordi di giovincella! saluto art.

    1. Cara art… i tuoi ricordi di giovincella sono corretti corretti. Lee Dorrian, ex cantante dei Napalm Death che furono, ha creato proprio i Cathedral, gruppo di doom lento e psichedelico.
      Gutturale è normale, gutturale esce e colpisce. Ma non è quello, non solo almeno, è la domanda: You Suffer, But Why? che viene fuori nella sua forza. Che non ha risposta. Che potrebbe essere spiegata in mille canzoni o posta in mille minuti… ma ha una potenza forte se detta così, veloce e ferale. Potente.

      Saluti,

      Zeus

      1. sai, non c’è sempre un perchè delle cose, forse la potenza sta nel fatto che non ha risposta logica o illogica, semplicemente resta sospesa, … sarà che apprezzo il doom particolarmente e aggiungo anche il gothic metal… meo ne sa qualcosa… 🙂 grazie!! Zeus…

      2. Ahhhhhhhhhh… il doom!! Buona cosa e giusta. Del gothic sono meno avvezzo, sinceramente e di meo, che mette sempre ottima musica, mi fido pienamente. Buona musica allora, ascolti buona musica.
        Già, a volte la forza è nel non dare una risposta. Chissà perché 😉

      3. The 25th Hour

        I saw my life as a circle
        Like I never did before
        A grandfather clock: It was ticking
        Over and over…

        ehm puo’ servire? diciamo che c’è di mezzo Fabio Lione.. 🙂 in certi casi il power … prog metal aiuta, ti ho risposto con una melodia, quindi in netta contrapposizione … 🙂 ciao art

  2. Me la fece ascoltare un mio amico e ricordo che rimasi tipo una buona mezz’ora a bocca aperta.
    Non me ne capacitavo ahahahah

    Comunque hai proprio ragione, le emozioni non si possono prevedere!
    Ed è per questo che forse dovremmo dargli un po’ più retta 😛

    1. Praticamente sei rimasta a bocca aperta per più della durata del disco intero!! ahahahaha! 😀 E tu fai conto che io ho fatto un’intero concerto di pogo con questo gruppo. Sono uscito distrutto a dir poco eheh.

      No, le emozioni non si possono prevedere e non si possono misura. Almeno non oggettivamente. Forse forse puoi fare una scala tua, personale… ma non ci giurerei neanche per questo. Dare più retta alle emozioni? Si… non sempre.. ma più spesso sicuramente 🙂

      Bello risentirti nana!! 🙂

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...