Pensieri a tuttotondo che quadrano perfettamente

Scusate se oggi sono leggermente complesso nell’approccio al discorso, anzi, più che complesso direi che sono contorto o forse solo poco chiaro. Non lo so.
Ci sono momenti in cui i pensieri vengono fuori fluidi come olio motore e altri, spesso, che si ingrumano, rotolano e ristagnano peggio della peperonata alla mattina.
Perciò io mi chiedo:
1) un lavoro dovrebbe poterti dare da vivere in maniera dignitosa. Se poi ti piace, questo è un vero sovrappiù e non posso che essere felice per la persona che è riuscita ad unire le due cose in un’unica. C’è poco da fare. Quello che mi chiedo é: se un lavoro deve essere fatto, questo ti deve permettere, almeno, qualcosa in più della mera sopravvivenza o tentativo di tale. Se non si riesce a fare questo, come si qualifica questo lavoro?
2) in questi giorni ho visto un’enormità di persone che, volenti o nolenti, si sono lanciate in miriadi di espressioni visive o letterali dedicate al Giorno della Memoria. Ebbene, mi verrebbe da dire alle suddette persone un paio di cose particolarmente sentite: 1) se non hai niente da dire, un pensiero tuo in merito, non nasconderti dietro citazioni o immagini. Capisco che possano essere forti e toccanti (e lo sono), capisco che possano dire molto più di mille parole (e lo dicono), ma se questo deve nascondere la vacuità che risiede in te, caro il mio amico telematico, allora smettila. Stai zitto e non dire niente. Lascia perdere. Io sono convinto che è meglio un silenzio significativo che riempire l’etere di parole inutili, soprattutto se non le si pensa o se SI DEVE dirle. Perchè fa bello e politicamente corretto. Soprattutto se nei giorni restanti la stessa persona non si risparmia minimamente su battute contro il suddetto popolo o arrembanti teorie sioniste di governo del mondo. Io ti posso anche lasciar parlare fino alla fine della tua frase (perchè non ho voglia di interrompere certi sprazzi di vuoto…) ma, almeno, SII COERENTE e non romperci il cazzo con falsissime dimostrazioni di stima. Un pochino come certi uomini che trattano le donne come le merde per 24/7 per tutto l’anno MA nel giorno della donna regalano le mimose. Cazzo. Un pochino di coerenza no? COERENZA. Non chiedo di più. Non voglio di più. Non ti lavi la coscienza così.
Io leggo e mi informo e sentire certe vacue scuse o discorsi sconnessi che non stanno in piedi neanche con le scope nel culo, beh, mi fa un pochino girar le balle sapete?! Ok, se il discorso non è chiaro o pensate di leggere delle derive intolleranti, SI, sono intollerante, ma contro la deficienza. Non contro gli altri popoli, razze, religioni o cosa. Le persone ignoranti mi rendono nervoso ed irato.
3) vi dico una cosa sinceramente, se incontrassi il me stesso del passato, giuro che lo prenderei a sberle finché non lo rimetto in carreggiata.
4) sono un ragazzo di oltre 30 anni (ebbene sì, non l’avreste mai detto lo so) e non ho la minima idea di come possa essere un futuro. Lo so, voi potete non comprendere come una persona come me, bella, intelligente, con un fisico statuario, simpatica ed irriverente, amabilmente socievole e spiritosamente di compagnia possa avere dei problemi così, ma vi assicuro che anche persone come me li hanno.
5) come ho avuto modo di esplicare prima, non sono una persona intollerante. Ma c’è una cosa che fa scattare il suddetto processo di rabbia e bava alla bocca: il reagente.
Cosa può essere? Avete presente quando passate una giornata con una persona e questa non vi parla ma tiene il naso dentro l’Iphone fino a farsi scoppiare le vene degli occhi? Ecco. Questo mi causa intolleranza. Mi rende nervoso proseguire una discussione con uno schermo o il retro di un cellulare. Se poi questa persona guarda più i pixel dello schermo che le sfumature del reale, scusate, ma che vada a cagare.
6) non uso spesso il blog come rigurgito d’ira, cioè, non sempre e non è lo scopo principale. Ma qualche volta ci sta sputare così tanto veleno da rendere l’articolo completamente illeggibile perché c’è questa nuvola d’odio che lo sovrasta. E io, che sono una persona pacata come un rottweiler incazzato, non posso che gettarmi a pieno ritmo nel tam-tam del mio cervello iper-eccitato dalla rabbia.
7) stiamo vivendo in una grandissima illusione. E non parlo di politica. Parlo di religione. Io vedo che la Chiesa sta avendo queste nuovissime derive giovanili o ringiovanenti che sembrano il vero motore trainante degli ultimi mesi. Perdonatemi ma io non ci credo. Io non posso crederci. Sto aspettando l’inculata. Sono fatto così. Secondo me, e lo dico sinceramente, ci sarà il colpo di coda, la cosa che faranno passare nascosta dietro a qualche grandissimo evento… finché non ti svegli la mattina dopo e ti ritrovi con questo fastidiosissimo sapore d’incenso in bocca. Perché possono anche spolverarmi il naso con lo zucchero a velo per farmi sembrare tutto più dolce, ma io non ci casco. Anche un lupo può incominciare a scondizolare e questo si chiama cane. Ma se ritorna per 5 minuti allo stadio brado, questo non può che ritornare allo stadio originale: il lupo. Perciò ringhia ed aggredisce. Vogliono cambiare la Chiesa, vogliono cambiare il modo di sentire qualcosa? Pensate veramente che un branco di persone di 80-90 anni riescano a fare una cosa di questo tipo? Ma veramente? Persone che, almeno nelle parti alte della classifica pontificia, hanno il culo allegramente posato su scranni d’oro?! Non sanno neanche cosa significa arrivare a fine mese o altre problematiche reali. Si rimpiono la bocca di paroloni e poi sembrano caritatevoli. Non ci credo. Non ci credo minimamente.
8) non parlo neanche di politica per il semplice motivo che parlare di cose che non so, beh, non è nel mio grande stile. Perciò sto zitto, ma sono schifato da tutto.

Non so cosa dire. Ma adesso sono in pace. Tranquillo. Avevo bisogno di un post sconclusionato, feroce, incazzato e violento. Come mi sento dentro.
Adesso posso rilassarmi e guardare con un sorriso la serata.

Annunci

22 Replies to “Pensieri a tuttotondo che quadrano perfettamente”

    1. Si, l’ho scritto a bruciapelo proprio. Avevo bisogno di esternare tutto il turbinio che avevo dentro, la tempesta nel cervello.
      Ora che è giù, c’è più calma. Un pochino di sereno traspare.
      Grazie per il sostegno 🙂

  1. 01) il lavoro non dovrebbe essere troppo lontano da quello che vorremmo fare, e so che difficilmenteè così, ecco perchè un sacco di gente sta male e vive male

    02) ho scritto anche io ammetto…. ma per dire che la memoria non deve essere a senso univoco

    03) vuoi una mano?

    04) ma te pensa, pensavo fossi più vecchio! 😛

    05) Ho presente il reagente

    06) io dico sempre “Il blog è mio e lo gestico io” e questo vale anche per te, rabbai, sorrisi, gioia, o anche solo mettere puntini…. 🙂

    07) l’argomento illusioni per me è troppo ampio in questo momento, mi avvalgo della facoltà di parlarne un’altra volta

    08) politica?! Bleah

    09) buona serata

    1. 1) già. non posso aggiungere altro.
      2) non sto criticando chi scrive, mi viene da lamentarmi quando vedo l’incoerenza della gente. Fino a 5 minuti prima a sputare sentenze e veleno e poi si lavano la coscienza mettendo un’immaginetta. Dai. Mi da fastidio, piuttosto, l’ignoranza generalizzata della gente.
      3) si. decisamente si.
      4) ahahahah… perchè sono saggio 😀 😛
      5) ok. direi che siamo sulla stessa lunghezza d’onda.
      6) si, è vero. Il mio blog è una dittatura illuminata 😀 ma spesso induco in altri post.
      7) io avevo bisogno di sputare anche contro quella forma di teatro del divino.
      8) bleah, si.
      9) grazie mille 🙂

      1. Ottimo, allora continuo… anche se non so se per lo scritto o per la musica. Punto sulla seconda, perché è di buon gusto (oggettivamente ehehe).

        Secondo me Refuse/Resist è un pezzone da urlo.

  2. Forse ti sembrerò scontato e/o banale ma voglio esprimerti la mia massima stima nei tuoi confronti.

    Veniamo ai punti:
    1) Era una domanda retorica ma la risposta va comunque scritta evidenziata e sottolineata: sfruttamento, ecco come si qualifica.
    2) Ottima analisi. Sembrano quelli che vanno in Chiesa la domenica e poi durante la settimana calpesterebbero i barboni con gli anfibi. Quelli che dicono che bisogna osteggiare le olimpiadi perché ci sono i monaci tibetani da salvare eppure son passati 6 anni e il Tibet sta ancora lì oppresso ma non ce ne frega più un cazzo. Quelli che…insomma, ci siam capiti. A me attira osservare la deficienza collettiva perché pur seguendo sempre gli stessi schemi trova sempre nuove forme per esprimersi.
    3) È una cosa che farei anche io. Cioè non a te stesso, ovviamente, al mio me stesso. Organizziamo una spedizione punitiva, che dici. Io do una mano a te e tu aiuti me

    Massima pena per quelli col capo chinato sullo schermo mentre sono con gli altri. Secondo me le ossa del collo umano si piegheranno stabilmente, non saremo più capaci di alzare la testa.
    In Giappone vidi una scena pietosa in un ristorante. Tutta la durata della cena (sarà stata almeno un’ora e trenta) lui e lei con la testa sui rispettivi smartphone. E non sto scherzando o esagerando.

    1. Già, penso che sia sfruttamento… ma legalizzato e questo è peggio. E probabilmente si è anche coscienti del risultato delle proprie azioni e le si fa.
      Già, la deficienza collettiva si sta nutrendo di una grandissima ignoranza… questa ci viene fornita, senza sosta da giornali e tv… il vero problema è che stiamo crescendo come una generazione a notizie flash, a cultura flash… praticamente niente che valga la pena di approfondire. Questo comporta anche opinioni flash.
      Ok, ci sto. Un duetto di sberle finché non diventano dispari ok?! 🙂

      Ah, quelli con il capo chinato saranno distrutti dall’evoluzione naturale 😀 ahahahah non vedranno arrivare i dinosauri dalla distanza 😉 ehehe

  3. ciao fisico statuario!
    è bello che tu ti sia sfogato di tutte le tue ire, che probabilmente covavi dentro da tanto tanto tanto tempo…
    a volte, è giusto così!
    Mi sento di dissentire da quel che ha scritto sulle citazioni del giorno della memoria, forse perché io ho fatto così, anche se mi pare di aver compreso che forse ce l’avevi con qualcuno in particolare.

    1. Ciao cara.
      Ma si, a volte ci sta… sono sfinito ora, ma ci sta. E non è tutto quello che pensavo, ho ancora dei freni inibitori 😀

      Guarda che non criticavo né il Giorno della Memoria (giammai! Se solo fai conto che sto leggendo un libro sul perché si è arrivati ad Auschwitz questo ti da la stima della mia partecipazione, silenziosa) né le scritte. Solo che, a volte, da certa gente mi sembrano solo politically correct. Perché si deve. Perché fa bello. E non hanno idee proprie…

  4. 1)Ultimamente è già tanto che ci sia, un lavoro.
    2)La gente non sa nemmeno di cosa sta parlando,a volte. Figurati se riesce ad essere coerente
    3)Io mi farei un sacco di complimenti,magari non sarei così insicura
    4)Tutti sappiamo che sei bellissimo e tutti o quasi non abbiamo non solo la minima idea di cosa fare nel futuro,ma anche se ci sarà un futuro
    5)Molto triste
    6)Non è affatto illeggibile il post,anzi!
    7)Premmeto che sono atea,ma secondo me quella di Papa Francesco è stata solo un’abilissima operazione di marketing e,come al solito,la gente non se ne accorge.
    8)Non parlo di politica o m’incazzo.

    1. 1) questo si. Ma quando ce l’hai, per lo meno, una retribuzione degna della vita ci sta.
      2) infatti. Ignoranza ed incorenza vanno a braccetto come Gianni e Pinotto
      3) ecco, vedi il diverso approccio!? Io due schiaffoni non me li risparmierei.
      4) vedo che sai che sono bello ed intelligente e tutte le qualità migliori di questa terra ( eheh). Il futuro ci sarà, il problema è che, ad una certa età, un paio di idee dovresti averle no?
      5) lo so
      6) penso che hai la capacità di vedere non fra le righe, ma proprio nel roveto 😀
      7) concordo!
      8) io sono già incazzato e sicuramente non parlo di politica… 😀

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...