Lost Gems #2

Buongiorno mondo,
come va? Piove anche da te? Qua sembra aver deciso di annegarci tutti, così, tanto per fare qualcosa di differente con questa primavera. Ma non è un grandissimo problema, se piovesse quando lavoro… ma ha il mirabile tempismo di gettare secchiate d’acqua unicamente quando arrivano le 18:30 del venerdì e il weekend incomincia a delinearsi in tutto il suo splendore. Da questo momento in poi è terra di frontiera e l’acqua incomincia a scendere.
Un lato positivo è che questo tempaccio mi permette di andare a fare un nuovo  ragionamento sulle perle sconosciute, dimenticate, inascoltate di questo mese (maggio). Nell’ultima puntata (Lost Gems#1) ci sono alcune piccole perle di musica country/folk o dei traditional che potevano soddisfare i palati più diversi con, in più, anche un grande pezzo misconosciuto dei The Walkabouts (The Light Will Stay On). Praticamente un mix di canzoni da tutte le annate (a parte gli anni 80, che hanno prodotto delle cose interessanti e delle supreme porcate.. ma questo vale per tutte le annate musicali, ma per gli eighties c’è una menzione speciale).
Le canzoni qua contenute sono brani a volte sconosciuti, a volte ritrovati e, in diversi casi, riscoperti a causa della mia pigrizia nell’ascolto.

  1. Shonen Knife – Bear Up Bison (le ricordate le Shonen Knife? No? Strano. Praticamente non le conosceva nessuno tranne l’ormai defunto Kurt Cobain. Il buon Kurt non mancava mai di citare gruppi assolutamente sconosciuti dell’alternative mondiale, tanto da permetterci di scoprire delle cosette interessanti. Le Shonen Knife sono giapponesi e hanno una propensione per un punk-pop assolutamente catchy e melodico all’inverosimile, tanto da renderlo caramelloso e bubblegum).
  2. Vaselines – Son Of a Gun (anche in questo caso la canzone è molto più conosciuta che il gruppo vero? Son Of A Gun l’avete già intravista e sentita in Incesticide dei Nirvana – scusate, ma oggi è così. La band, scozzese, aveva in piglio alternative e melodico che ha permesso di fornire uno spaccato indie di un certo spessore… prima che questa parola si trasformasse in un cumulo di rifiuti organici).
  3. The Bootleggers feat. Mark Lanegan – Fire And Brimstone (I Bootleggers non sono altro che la band creata ad hoc da Nick Cave per il film Lawless. La canzone, in pieno spolvero country, apre l’Original Soundtrack del film. Lanegan è espressivo come pochi cantanti moderni e la band, non proprio di primo pelo come potete immaginare, lo supporta in maniera ottima).
  4. MudhoneyTouch Me I’m Sick (ah, i Mudhoney. Sporchi, irriverenti, caustici e con un suono punk come non si sentiva nel grunge – ah, la parola grunge come genere musicale non esiste, ma tant’è… Tutti quanti associano alla scena di Seattle il suono iper-pulito, iper-prodotto, iper-levigato di Nevermind, il suo mirabile mix fra presa rapida del punk con ritmiche più hard rock… io vedrei meglio questo Touch Me I’m Sick come bandiera del movimento “grunge”).
  5. Modena City Ramblers – Quarant’anni (ok ok, come ho detto all’inizio per pararmi il culo da eventuali critiche, questa canzone non è proprio sconosciuta, ma è sicuramente stata riscoperta dal sottoscritto; se teniamo presente che è stata incisa ben 20 anni fa – 1993 -, è incredibile constatare che è attuale come non mai!)

Outsider Of The Day. Mi piacerebbe portare all’attenzione un brano che tormentava il mio Hi-Fi nei tempi che furono (non tantissimo, logico, non è così datato, come il sottoscritto fra l’altro). Ma questo artista ha praticamente fornito delle canzoni ad uno dei miei gruppi preferiti e non potevo non omaggiarlo con almeno un outsider of the day.
Ladies & Gentleman…. Mr. J.J. Cale con The Problem.
A voi l’ascolto.

Annunci

2 Replies to “Lost Gems #2”

Si!?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...