L’annuncio dei Grandi Antichi

Dopo millenni di torpore, i Grandi Antichi si sono risvegliati e, consapevoli delle potenzialità che questo mondo ha da offrire, hanno deciso di tendere un’appendice non meglio identificata verso i comuni mortali che potrebbero voler condividere l’orrore e la follia che i mondi di dimensioni impossibili celano. Mondi in realtà dietro l’angolo, che solo i …

Annunci

Memorie senza tempo

I Grandi Antichi sono tornati!
Dopo un periodo di non-sonno, sono si nuovo fra di noi. Incominciate a pregare per la vostra anima, stolti umani. Pregate per la vostra anima.

Al Di Là Del Muro Del Sogno

Ricordo. Qualcosa ora ricordo.
Il buio, il silenzio e poi i canti, quei terribili canti. Una nenia insopportabile, senza fine. Il ritmo ossessivo e sincopato, i tamburi che rimbombavano nel sottosuolo, il ticchettio sordo delle ossa che, freneticamente, seguiva quell’oscena musica aliena che pervadeva l’aria.
Il fuoco! Le fiamme! Il sangue!

***

Ho barlumi sparsi, lampi di memoria sbiaditi. Non riesco ancora a ricordare tutto, alcune parti sono un vuoto senza fine, un’assoluta mancanza di luce e di tempo.
Ricordo il signor Graves, i suoi modi distinti e garbati nonostante la paura.
Sento ancora nelle orecchie la sua voce cordiale, priva di accenti, mentre mi chiede se sono il dottor Charles Devine, ricercatore della Miskatonic University, nonché studioso della civiltà sumera.
Lo ascoltai, mi raccontò la sua storia di spettri, o divinità, non sapeva dirmi con precisione, che perseguitavano la sua vita per mano di una banda di folli sanguinari…

View original post 1.261 altre parole

Come un’anatra appesa in vetrina nei ristoranti cinesi

La pioggia si ostinava a lasciare, sulle finestre unte del bar, delle caricature di Pollock. Lo sporco, ostinato, non si lasciava spazzare via dalla pioggia violenta di quel pomeriggio e così migrava da un punto all'altro della superficie oleosa, lasciando dietro di sé una scia bruna. L'aria del locale era satura, come se qualcuno si …

Music Wizard (219)

Da quasi una settimana non pubblico niente su questo blog. Non avendo ricevuto mail/posta/pacchi con vestiti stracciati, fazzoletti consumati (dal piangere, ci tengo a sottolinearlo per evitare pacchiani errori di utilizzo) e altre cose amene, mi sento in dovere di battere un colpo e far capire che sono ancora fra i viventi. Negli ultimi giorni/settimane, mi …